Casa del Jazz, Julian Oliver Mazzariello Trio presenta “Dèbut”

La presentazione della prima prova da solista del pianista anglo italiano in trio con André Ceccarelli e Rosario Bonaccorso, il 7 dicembre a Roma

0
366

 Julian Oliver MazzarielloIl tocco raffinato ed elegante, la tecnica pulita, l’originalità di esecuzione solo alfine delle cifre stilistiche distintive e quasi inconfondibili di Juan Oliver Mazzariello, strepitoso e versatile pianista jazz che esordisce anche con il suo primo disco da solista, Dèbut, che sarà presentato stasera, 7 dicembre alle 21 alla Casa del Jazz di Roma.

Un debutto da solista alla guida di un trio, Juan Oliver Mazzariello Trio formato da Andrè Ceccarelli alla batteria e a Rosario Bonaccorso al contrabbasso, per il pianista anglo-italiano (nato a Cava de’ Tirreni, in provincia di Salerno) ormai riconosciuto fuoriclasse del jazz italiano ed internazionale che nel corso degli anni ha lavorato insieme a tanti artisti diversi realizzando notevoli incisioni.

Bellissimi i dischi in collaborazione con il trombettista amico Fabrizio Bosso, ma non mancano molte altre collaborazioni di tipo jazz come quella con il gruppo Yatra di Enzo Pietropaoli o con artisti com Stefano Di Battista o Maria Pia de Vito, ma senza dimenticare rivisitazioni in chiave jazz di successi di musica leggera con artisti come Edoardo De Crescenzo, Fabio Concato o il compianto Lucio Dalla.

Ma stavolta con l’album d’esordio Dèbut (pubblicato da Jando Music e Via Veneto Jazz) Mazzariello di concede la possibilità di mettersi alla completamente alla prova all’insegna della libertà compositiva ed espressiva e dimostrando come la sua tecnica raffinatissima e il tocco elegante al pianoforte riescano a adattarsi con estrema versatilità a tanti stili diversi.

Che Mazzariello fosse un fuoriclasse del pianoforte lo si era capito da molto tempo perché ha sempre dimostrato di adattarsi con la stessa eleganza e la stessa inventiva a tanti stili musicali diversi, ma in Dèbut il pianista riesce finalmente a convogliare tutta la sua fantasia e la sua verve compositiva (per altro già apprezzata in altri album) senza tralasciare la sua versatilità.

Un album composto da nove tracce, di cui due standard, Accarezzame di Pino Calvi, già interpretata da Roberto Murolo, Peppino Di Capri, Renzo Arboree Que Rest-T-Il De Nos Amours del francese Charles Trenet) e da sette composizioni originali dello stesso Mazzariello che passa indistintamente dalle ballate, al blues, dallo swing al groove dimostrando tutta la sua versatilità, tutto il suo virtuosismo e la capacità di improvvisazione sempre all’insegna di un tocco elegante, originale ed estremamente raffinato che si rende riconoscibile in ogni sua variazione. Biglietto 15Riduzione I Love Auditorium, biglietti su ticketone, info su auditorium.com.

LEAVE A REPLY