Universo Bach: ultimo appuntamento

Il 24 ottobre, ore 21, all'Auditorium di S. Stefano al Ponte, Firenze

0
344

Universo BachORCHESTRA DA CAMERA FIORENTINA

Direttore: MARIO RUFFINI
Pianoforti:
LORENZO FIORENTINI, PIETRO IACOPINI,
LIN WANG, GIACOMO INNOCENTI, RUGGIERO FIORELLA,
LEONARDO RUGGIERO, FABIO FORNACIARI e NICOLA GIAQUINTO

Musiche di J.S. Bach
Concerti per tre pianoforti e orchestra BWV 1063 e BWV 1064
Concerto per due pianoforti e orchestra BWV 1060, BWV 1061 e BWV 1062

———-
Nella storia bachiana dei Concerti per tastiera e archi, un capitolo a parte meritano i concerti per due, tre e quattro tastiere. Innanzitutto per la complessità dell’architettura dei suoni, non ultimo per l’imponente allestimento orchestrale che ne rende rara l’esecuzione.

Da non perdere quindi il terzo e ultimo appuntamento di “Universo Bach” dedicato proprio a queste pagine del compositore tedesco, sabato 24 ottobre all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte (ore 21) a Firenze, nell’ambito dei “Concerti della Liuteria Toscana”.

Al fianco dell’Orchestra da Camera Fiorentina diretta da Mario Ruffini, si alterneranno giovani stelle del pianismo classico quali Lorenzo Fiorentini, Pietro Iacopini, Lin Wang, Giacomo Innocenti, Ruggiero Fiorella, Leonardo Ruggiero, Fabio Fornaciari e Nicola Giaquinto.  Il più giovane deve ancora compiere 18 anni, il più “anziano” ne ha 24, tutti provengono dal Conservatorio Cherubini di Firenze, da Toscana Classica e da altri centri di formazione musicale della Toscana. Giovanissimi ma già lanciatissimi: alcuni ricoprono ruoli di docenza e nei loro curricula non mancano premi e riconoscimenti.

Aprono la serata i Concerti per due pianoforti e orchestra BWV 1060-1061-1062: il Concerto in do minore per due cembali BWV 1060 deriva dal Concerto per oboe e violino BWV 1060a, un fantasma del catalogo bachiano. Il Concerto in do maggiore per due cembali BWV 1061 è l’unico del gruppo a non attingere, con ogni probabilità, a lavori preesistenti: qui i due strumenti solisti operano uno stretto dialogo, limando spazio e importanza all’orchestra. Il Concerto in do minore per due cembali BWV 1062 deriva dal Concerto in re minore per due violini BWV 1043, ma forte è l’ordito della nuova tessitura strumentale: delizia sonora è il vasto Andante, uno di quei miracoli di semplicità incantata che costellano il catalogo bachiano.

Si aggiungono i due Concerti per tre tastiere, archi e continuo BWV 1063-1064, derivanti da Concerti per tre violini nello stile italiano. Il Concerto in re minore per tre cembali BWV 1063, trascrizione di un Concerto per tre violini perduto, è concepito nello spirito del concerto grosso e con procedimenti formali assunti in parte da Vivaldi e da altri maestri della scuola violinistica italiana. Il Concerto in do maggiore per tre cembali BWV 1064 deriva altresì da un precedente Concerto per tre violini: l’Adagio centrale si sviluppa su un “basso quasi ostinato” ed è uno dei più meditativi fra i tempi lenti dei concerti bachiani. Il finale, in stile fugato, vede al termine ciascuno dei tre strumenti solisti impegnato in una cadenza virtuosistica.

Per l’occasione, la sezione d’ archi dell’Orchestra da Camera Fiorentina suonerà strumenti storici della liuteria toscana, tra cui un violino Alfio Batelli del 1946.

Inizio concerto ore 21, biglietto 10 euro. Prevendite in corso nei punti www.boxofficetoscana.it/punti-vendita e online e su www.ticketone.it.

Il Festival dei concerti della liuteria toscana tra ‘700 e ‘900 è un progetto dell’Orchestra da Camera Fiorentina sostenuto da Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze. Il festival è realizzato grazie anche al contributo in “art bonus” di Intesa Sanpaolo. In collaborazione con Conservatorio di Musica Luigi Cherubini di Firenze, Centro Studi Luigi Dalla Piccola. Si ringraziano per l’ospitalità Comune di Firenze, Musei del Bargello, Auditorium di Santo Stefano al Ponte. Direzione artistica a cura di Giuseppe Lanzetta.

——-

Programma concerto
Johann Sebastian Bach
Concerto per due pianoforti e orchestra in Do minore BWV 1060
Concerto per due pianoforti e orchestra in Do maggiore BWV 1061
Concerto per due pianoforti e orchestra in Do minore BWV 1062
Concerto per tre pianoforti e orchestra in Re minore BWV 1063
Concerto per tre pianoforti e orchestra in Do maggiore BWV 1064

Info concerti
Cell. 339 1632869 – www.orchestrafiorentina.itinfo@orcafi.it

Direzione artistica

Giuseppe Lanzetta

Progetto

Orchestra da Camera Fiorentina

In collaborazione con
Ministero per i beni e le attività culturali e del turismo
Fondazione CR Firenze

Si ringraziano per l’ospitalità

Associazione OMA – Osservatorio dei Mestieri d’Arte
Città Metropolitana Firenze
Comune di Firenze
Regione Toscana

LEAVE A REPLY