Mussolini e D’Annunzio – il dittatore e il poeta

Dal 15 gennaio in streaming sul sito web della Cineteca di Milano

0
409

Venerdì 15 gennaio 2021 avrà inizio la nuova rassegna MUSSOLINI E D’ANNUNZIO, IL DITTATORE E IL POETA, un’eccezionale raccolta di pellicole e rari documenti sospesi tra cinema e storia.

La rassegna presenta documenti relativi a due indiscussi protagonisti della storia italiana della prima metà del Novecento: Benito Mussolini e Gabriele D’Annunzio. Infatti, entrambi si fecero portatori del vasto malcontento che andava diffondendosi alla fine della Prima Guerra Mondiale retto sul mito della “vittoria mutilata”. In reazione a ciò, nel 1919 D’Annunzio partì per la storica spedizione di Fiume col fine di conquistare la famosa città croata, ma che, in seguito, si rivelò fallimentare. La celebre avventura del poeta viene immortalata da un filmato inedito degli anni Trenta, Gabriele D’Annunzio: Fiume. Un ulteriore documentario imprime nella memoria una precedente impresa del poeta militante: Il volo su Vienna. Le immagini originali ci narrano l’eroica iniziativa di D’Annunzio che sorvolò sulla città austriaca per poi lanciare migliaia di locandine con scritte che inneggiavano alla pace e alla fine delle ostilità. Il film La Nave è un tributo al poeta girato dal figlio stesso di D’Annunzio, Gabriellino, nel 1921. La pellicola rappresenta l’edizione cinematografica dell’omonima tragedia scritta dal padre sulle tragiche origini della città di Venezia. Alla rassegna si aggiunge Cenere, una pellicola realizzata nel 1916 da Febo Mari che compone l’unica straordinaria prova sul grande schermo della grande diva teatrale Eleonora Duse, celebre, oltre che per il suo talento, anche per la storia d’amore avuta con D’Annunzio.
Inoltre, la raccolta presenta alcune riprese documentarie di notevole importanza storica attinenti al regime fascista. Documenti amatoriali come
Campeggio dell’Opera Nazionale Balilla (1925), Nell’Agro Pontino Redento (1933) e Benito Mussolini alle gare di canottaggio sul Tevere mostrano immagini inedite della propaganda di regime. Altri filmati selezionati – tra cui ricordiamo Benito Mussolini sul fronte russo (1941) e Rodolfo Graziani: parata fascista al parco Sempione di Milano (1944) – documentano momenti storici per l’affermazione del dittatore. A tal proposito, non si può dimenticare A NOI! (1923) di Umberto Paradisi, che immortala rarissime immagini documentarie che illustrano le manifestazioni successive alla marcia su Roma, laddove Benito Mussolini risulta essere Primo Ministro italiano. Inserendosi nel repertorio, Il Duce fuori Luce è un programma di filmati molto rari che presentano gli aspetti meno ufficiali o più curiosi dell’iconografia fascista e di Mussolini. Questa raccolta è impreziosita da eccezionali documenti filmici, molti dei quali girati a Milano.
A raccontare gli effetti della Seconda Guerra Mondiale è “
Per noi la guerra continua” (1950) di Ermanno F. Scopinich, un documentario sulla drammatica situazione dei bambini mutilati nel secondo dopoguerra.

Tutti i filmati saranno disponibili gratuitamente, ad eccezione de: Il Duce fuori Luce, Cenere e A NOI!, che saranno accessibili ad un costo di € 5,00 sulla piattaforma di streaming della Cineteca di Milano www.cinetecamilano.it.

———

SCHEDE DEI FILM

GABRIELE D’ANNUNZIO: FIUME
(Anonimo, anni ‘30)
Immagini di repertorio che mostrano la fine della Prima Guerra Mondiale e la storica impresa di Fiume con protagonista il poeta e aviatore italiano Gabriele D’Annunzio.

IL VOLO SU VIENNA
(Anonimo, 1918)
Immagini che documentano il volo di Gabriele D’Annunzio su Vienna nel 1918, con riprese in parte girate durante l’impresa e in parte successivamente.

LA NAVE
(Gabriellino D’Annunzio, Marco Roncoroni, 1921)
Una tragedia segna le origini della città di Venezia: Basiola, figlia di Orso Faledro, un tribuno pagano destituito e accecato dai Gràtici, suoi avversari cristiani, medita la più crudele delle vendette. La donna, colma di risentimento, usa la sua bellezza e sensualità per spingere i fratelli, Marco, il nuovo tribuno, e Sergio Gràtico, il vescovo, ad un duello fratricida: Marco uccide Sergio, ma Basiola viene condannata alla stessa pena cui fu condannato il padre. Punita la donna, Marco salpa verso l’Egitto su una nave imponente, per riportare a Venezia le spoglie di San Marco.
Il film è una copia negativo originale conservata presso la Cineteca di Milano e restaurata nel 1999.

CAMPEGGIO DELL’OPERA NAZIONALE BALILLA
(Anonimo, 1925)
I giovani balilla impegnati in un campeggio.

NELL’AGRO PONTINO REDENTO
(Anonimo, 1933)
Immagini documentarie che testimoniano l’attività di mietitura del grano nel territorio bonificato dell’Agro Pontino alla presenza del Duce Benito Mussolini.

BENITO MUSSOLINI SUL FRONTE RUSSO 1941
(Anonimo, 1941)
Immagini documentarie che testimoniano l’unica visita di Benito Mussolini alle truppe italiane impegnate sul fronte russo sul fronte russo, il 21 agosto 1941. Il Duce viene accolto da Adolf Hitler e condotto in un’ispezione minuziosa delle condizioni della porzione del fronte orientale sotto il dominio delle truppe dell’Asse.

A NOI!
(Umberto Paradisi, Italia, 1923)
Rarissime immagini documentarie catturate il 3 novembre 1922, nei giorni successivi alla storica marcia su Roma compiuta dai fedelissimi del Partito Nazionale Fascista il 27 novembre 1922. Le immagini illustrano le manifestazioni compiute a Roma e a Napoli, in Piazza del Plebiscito, laddove Benito Mussolini risulta già Primo Ministro italiano. Tra i personaggi illustri spiccano alcuni alti funzionari del Partito tra cui De Bono, De Vecchi e Michele Bianchi, oltre alla presenza del Re Vittorio Emanuele III.

BENITO MUSSOLINI ALLE GARE DI CANOTTAGGIO SUL TEVERE
(Anonimo, Italia, Anni ‘30)
Rarissime immagini di un cinereporter indipendente che documentano la presenza del Duce d’Italia Benito Mussolini durante una sessione di gare di canottaggio sulle acque del Tevere a Roma, all’inizio degli anni ’30.

RODOLFO GRAZIANI: PARATA FASCISTA AL PARCO SEMPIONE DI MILANO 1944
(Anonimo, Italia, 1944)
Rarissime immagini di un cinereporter indipendente che documentano una parata fascista organizzata al parco Sempione di Milano, alla presenza del generale Rodolfo Graziani, in seguito divenuto comandante superiore e governatore generale nella Libia italiana.
Nel dopoguerra, a causa dell’uso di gas tossici e dei bombardamenti degli ospedali della Croce Rossa durante la guerra d’Etiopia, il generale Graziani fu inserito dalla Commissione delle Nazioni Unite per i crimini di guerra nella lista dei criminali di guerra su richiesta del governo etiope, ma non venne mai processato. La richiesta di estradizione presentata dall’Etiopia fu negata dall’Italia nel 1949. Fu invece processato e condannato a 19 anni di carcere per collaborazionismo, anche se scontati quattro mesi fu scarcerato. Aderì quindi al Movimento Sociale Italiano, del quale divenne presidente onorario.

PER NOI LA GUERRA CONTINUA
(Ermanno F. Scopinich, Italia, 1950)
Documentario sulla drammatica situazione dei bambini mutilati nel secondo dopoguerra. Edizione in lingua inglese

CENERE
(Febo Mari, Italia, 1916)
Tratto dall’omonimo romanzo di Grazia Deledda, il film è l’unica straordinaria prova sul grande schermo della grande diva teatrale Eleonora Duse, in seguito mai più comparsa dinnanzi alla macchina da presa. La diva divenne estremamente famosa grazie alla sua celebre storia d’amore col poeta italiano Gabriele D’Annunzio.
Rosalia, una povera ragazza madre, affida il suo bambino, Anania, al padre naturale, sperando in un futuro migliore. Anni dopo, quando sta per sposarsi, il ragazzo arriva in Sardegna per conoscere sua madre. Una volta dinanzi alla donna, però, i due sono costretti a lasciarsi ancora una volta a causa della gelosia della futura moglie di Anania. A Rosalia non resta che morire nella solitudine della sua terra.

IL DUCE FUORI LUCE
Un programma di filmati molto rari che presentano la comune caratteristica di mostrarci gli aspetti meno ufficiali o più curiosi dell’iconografia fascista e del suo indiscusso protagonista: Benito Mussolini. Le immagini non provengono dalla fonte istituzionale di immagini del regime, ovvero dall’Istituto Luce, bensì dall’ampia riserva di cinema amatoriale, propagandistico e documentario che accompagna tutta la vicenda storica del Fascismo. Le immagini coprono l’arco temporale che va dalla conquista del potere, all’età del consenso e dell’Impero.
La rassegna include i presenti contributi:

Giovinezza, giovinezza, primavera di bellezza
(Luca Comerio, Italia, 1922, colore, 8’, sonoro)
Un fresco, e ancora oggi impressionante, reportage dell’adunata milanese del marzo 1922. I fasci di combattimento, guidati da Mussolini, sfilano attraverso le vie centrali della città, tra le quali si riconosce via Vittorio Veneto. Le riprese sono effettuate dal pioniere del cinema italiano Luca Comerio. Musica originale composta ed eseguita da Francesca Badalini.

Spot Assicurazioni Popolari
(Anonimo, Italia, s.d., b/n, 3’, sonoro)
Spot delle assicurazioni popolari risalente ai primi anni Trenta. Nella sequenza conclusiva c’è una rappresentazione di un tipico interno domestico con il ritratto di Mussolini.

Mussolini a Milano
(Anonimo, Italia, 1930-1936, b/n, 3’, sonorizzato)
Filmato amatoriale che documenta due visite del Duce a Milano: la prima in occasione dell’inaugurazione del Planetario (20 maggio 1930), la seconda per una parata in piazzale Cordusio (1936).
Musica originale composta ed eseguita da Francesca Badalini.

Milano in onore del duce
(Anonimo, Italia, 1934, b/n, 4’, sonoro)
Piazza Duomo e il centro città si preparano ad accogliere il duce in visita nel capoluogo lombardo nell’ottobre del 1934.

La taverna del Tibiccì
(Luigi Ristori, Italia, 1935, b/n, 8’, sonoro)
Filmato di animazione per la campagna contro la Tubercolosi. Un mix innovativo di
Infografica, iconografia fascista e animazione degli anni Trenta realizzata da Luigi Liberio Pensuti, uno dei più importanti animatori italiani tra le due guerre.

Le Duce en Afrique
(Anonimo, Francia, s.d., b/n, 3’, sonorizzato)
Il duce in visita a Tripoli. Inquadrature inusuali che mostrano una rassegna di milizie locali. Mussolini vi compare anche a cavallo.
Musica originale composta ed eseguita da Francesca Badalini.

Il duce in Piazza Duomo
(Filmato familiare Castagna, Italia, s.d., b/n 2’, sonorizzato)
Filmato amatoriale che mostra, con angoli di ripresa inusuali e non ufficiali, Piazza Duomo addobbata per la visita di Mussolini, il concorso del pubblico e, alla fine, l’arrivo di Mussolini su un’auto col tetto scoperto.
Musica originale composta ed eseguita da Francesca Badalini.

Il covo
(Vittorio Carpignano, Italia, 1941, b/n, 12’, sonoro)
L’irredentismo e la Prima guerra mondiale visti in ottica protofascista da un documentario di propaganda sulla nascita de “Il popolo d’Italia” e sull’origine milanese dei fasci di combattimento. Il “covo” è l’ufficio in cui si redigeva agli inizi “Il Popolo d’Italia”.

——

INFO
info@cinetecamilano.it
STREAMING FILM
www.cinetecamilano.it
Previa registrazione gratuita

LEAVE A REPLY