Un anno di “Musica Divina”

Il 2021 dell'ORT avrà come filo conduttore temi legati al sommo poeta. Non solo concerti, ma anche registrazioni discografiche e interessanti divagazioni su altre latitudini

0
303
Foto di Marco Boggreve

Nell’anno dedicato a Dante, l’ORT raccoglie la sfida per riaffermare il ruolo essenziale della musica e dei musicisti. Quale altro scopo se non continuare a seminare bellezza in questa selva oscura in cui tutti rischiamo di smarrire la “diritta via”?

Sotto la stessa dicitura di “Musica Divina” si realizzeranno dunque programmi originali, ispirati a vari temi, che trarranno spunto dall’opera e dalla vita di Dante Alighieri, e quindi universali.

Si inizia con una serie di sei concerti caratterizzati dalla metafora del viaggio, suggestione che ha attraversato la storia dell’uomo fin dalla notte dei tempi e che è ben presente nell’opera dantesca.

Primo appuntamento il prossimo 21 gennaio per poi andare avanti sino a marzo. Tutti i giovedì alle 21.00 inviteremo il pubblico a seguire un concerto in streaming, di volta in volta tappa di un ideale giro del mondo, rimanendo però sulla poltrona di casa. Dal momento che in questa situazione è impossibile viaggiare fisicamente, sarà la musica a fare il percorso inverso. Si inizia con la Francia di Ravel, Saint-Saëns e Bizet e dei colori raffinati della loro scrittura (21 gen. Bringuier al suo debutto con l’ORT); si continua con Liszt e Brahms (28 gen. Khochanovsky, De Maria) che ci faranno immergere nel cuore dell’Europa continentale grazie alla magniloquenza delle loro strutture narrative; e poi la Russia (4 feb. Krylov) attraverso uno dei compositori più noti ed amati, Pëtr Il’ič Čajkovskij; e ancora in Argentina e Spagna (18 feb. Venditti, Sidorova) per omaggiare Piazzolla a 100 anni dalla nascita lasciandoci sedurre dai colori e dai ritmi di De Falla e Ginastera; infine di nuovo in Europa (25 feb. Stenz e 4 mar. Lonquich), nell’Europa di Mozart, Beethoven, Haydn e Mendelssohn, i grandi padri della musica occidentale.

All’attività concertistica si aggiungerà, rinnovandosi, anche quella discografica. Sono in programma in questi mesi nuove incisioni che coinvolgeranno grandi artisti italiani. Si apre una nuova prospettiva progettuale stabile e di lungo respiro che unisca grandi capolavori e celebri solisti italiani nel tentativo di dare una propria personale lettura di questi capolavori.

Il primo progetto vedrà impegnati Enrico Dindo e Daniele Rustioni in un tema monografico sui lavori per violoncello e orchestra di Antonín Dvořák, fra cui il celeberrimo Concerto per violoncello e orchestra, e due brani originali (Klid e il Rondò) più una trascrizione dello stesso Dindo.

———-

Il calendario dettagliato dei prossimi streaming

giovedì 21 gennaio 2021 ore 21.00

LIONEL BRINGUIER direttore

ENRICO DINDO violoncello

Maurice Ravel / Pavane pour une infante défunte

Camille Saint-Saëns / Concerto n.1 per violoncello e orchestra op.33

Georges Bizet / Sinfonia in do maggiore

giovedì 28 gennaio 2021 ore 21.00

STANISLAV KOCHANOVSKY direttore

PIETRO DE MARIA pianoforte

Franz Liszt / Concerto n.2 per pianoforte e orchestra S 125

Johannes Brahms / Sinfonia n.1 op.68

giovedì 4 febbraio 2021 ore 21.00

SERGEJ KRYLOV direttore e violino

Pëtr Il’ič Čajkovskij / Concerto per violino e orchestra op.35

Pëtr Il’ič Čajkovskij / Serenata per archi op.48

giovedì 18 febbraio 2021 ore 21.00

NIL VENDITTI direttore

KSENIJA SIDOROVA bandoneon

Alberto Ginastera / Danze da Estancia

Astor Piazzolla / Concerto “Aconcagua” per bandoneon, orchestra da camera e percussioni (1979)

Astor Piazzolla / Libertango (arrangiamento di John Lenehan)

Manuel de Falla / El amor brujo, suite

giovedì 25 febbraio 2021 ore 21.00

MARKUS STENZ direttore

Felix Mendelssohn-Bartholdy / Le Ebridi, op.26 ouverture

Wolfgang Amadeus Mozart / Sinfonia n.29 K.201

Joseph Haydn / Sinfonia n.94 “La sorpresa”

giovedì 4 marzo 2021 ore 21.00

ALEXANDER LONQUICH direttore e pianoforte

Ludwig van Beethoven / Concerto n.4 per pianoforte e orchestra op.58

Wolfgang Amadeus Mozart / Sinfonia n.41 K.551 “Jupiter”

La trasmissione in streaming verrà effettuata contemporaneamente sul canale YouTube e sulla pagina Facebook dell’Orchestra della Toscana.

LEAVE A REPLY