IUC: quarto appuntamento con “Fleurs”

Il 25 febbraio la Ballata op. 23 di Chopin, con la pianista Silvia D’Augello

352

Fleurs, ciclo divulgativo appositamente pensato per lo streaming dallIstituzione Universitaria dei Concerti, prosegue con grande successo di pubblico e per il quarto appuntamento, giovedì 25 febbraio, propone la Ballata op. 23 di Chopin introdotta e suonata dalla giovane pianista Silvia DAugello.

La Ballata op. 23 è la prima delle quattro Ballate di Chopin. Come ci racconta Silvia DAugello, Il termine ballataha origini antiche, lo si incontra nel Duecento e nel Trecento; torna poi in auge allinizio dellOttocento per indicare testi letterari o musiche su testi letterari. Le Ballate di Chopin sono invece strettamente strumentali e non si riferiscono in modo diretto ad alcun testo letterario. Sappiamo che lautore si è ispirato alle Ballate di Mickiewicz ma non traduce versi e testo in musica, ne coglie laspetto narrativo, fantastico, traendone linfa per il contenuto emotivo delle sue Ballate. La prima è un fiore dal carattere lirico ed eroico insieme, un fiore che resiste. C’è chi la immagina come rappresentativa dei sentimenti di appartenenza alla Polonia in relazione alloppressione zarista, così come molti altri brani di Chopin. C’è spazio per limmaginazione in questa Ballata: è un brano che racconta, che evoca leggende, teneri bagliori di luce e ombre inquiete, sussulti e accenti eroici. La complessità espressiva di questopera la rende uno dei capolavori della produzione chopiniana.

I prossimi appuntamenti di Fleurs: la Ciaccona di Händel e Giochi dacqua a Villa dEste di Liszt.

«Un format agile, di breve durata e di comoda fruizione anche da pc o smartphone dice il direttore artistico Giovanni D’Alò – “Fleurs, come una suggestione poetica di Baudelaire, come un pregevole album di Battiato, come una ghirlanda di fiori musicali secondo la bellissima metafora che usò ai suoi tempi Girolamo Frescobaldi. Unoccasione per tornare ad ascoltare buona musica e approfondire la conoscenza di composizioni che fanno parte del repertorio pianistico. Con Silvia DAugello abbiamo lavorato molto sulla chiarezza e sullimmediatezza del linguaggio per arrivare a comunicare con un largo pubblico».

Laureata in Letteratura Musica e Spettacolo e in Musicologia alla Sapienza, Silvia DAugello si è perfezionata presso lAccademia Musicafelixdi Prato con Alessandra Ammara e Roberto Prosseda, risultando vincitrice di concorsi nazionali e internazionali e segnalandosi come una delle interpreti più interessanti della nuova generazione.

———-

Fleurs

pianoforte Silvia DAugello

4° appuntamento giovedì 25 febbraio ore 18 Ballata op. 23 di Chopin.

in streaming:

www.youtube.com/user/iucsapienza2011

https://it-it.facebook.com/Istituzione.Universitaria.dei.Concerti/

www.concertiiuc.it

——-

Informazioni per il pubblico:

www.concertiiuc.it, tel. 06 3610051-2