La memoria del bene – Omaggio a Donne Giuste dell’Umanità

Lunedì 8 Marzo ore 21.00 su Zoom

0
370

Il 6 marzo si è celebrata la Giornata europea dei Giusti (European day of the Righteous), proclamata nel 2012 dal Parlamento europeo su proposta di Gariwo la foresta dei Giusti, per commemorare tutti coloro che si sono opposti con responsabilità individuale ai crimini contro l’umanità, quali genocidi e totalitarismi. La ricorrenza estende il concetto di Giusto elaborato dallo Yad Vashem grazie all’impegno di Moshe Bejski, che fu Presidente della Commissione dei Giusti di Gerusalemme.

In occasione di questa ricorrenza, il Teatro Laboratorio Alkestis CRS, la compagnia d’arte Circo Calumèt insieme a Gariwo – la foresta dei Giusti e all’Associazione Culturale Memoriale Sardo della Shoah, ha organizzato l’incontro online “La Memoria del Bene – omaggio a Donne Giuste dell’umanità”, in memoria di Moshe Bejski.

L’evento intende celebrare figure femminili di giuste tra le nazioni e giuste per l’umanità e, per questa ragione, è stata scelta simbolicamente la data dell’8 marzo, Festa della Donna.

L’incontro, che si svolgerà alle ore 21.00 su Zoom, verrà introdotto dal dott. Alessandro Matta, con la relazione “Sofia, 6 marzo 1943” sull’inizio del salvataggio degli ebrei della Bulgaria e sulla figura femminile di Liliana Panitza. Seguiranno il prof. Carlo Sala, del comitato didattico di Gariwo, con “Il tribunale del Bene di Moshe Bejski e i giardini dei giusti di tutto il mondo” e la prof.ssa Anna Foa, storica e membro del comitato scientifico di Gariwo, con “Giuste delle nazioni, giuste dell’umanità”. Chiuderà l’incontro la proiezione del video del cortometraggio teatrale “Looking for Antigone”, primo studio verso la produzione 2021 del Teatro Laboratorio Alkestis.

Il cortometraggio teatrale “Looking for Antigone”, con Sabrina Mascia, progetto artistico e regia di Andrea Meloni, è stato realizzato nella Foresta di Gutturu Mannu e racconta di Cassandra, voce simbolo delle donne inascoltate, alla ricerca del sepolcro di Antigone, archetipo di colei che ha difeso la legge morale a costo della propria vita.

L’incontro “La memoria del bene – omaggio a Donne Giuste dell’Umanità” è il primo step del progetto didattico-creativo “Crescere nella non-indifferenza” a cura di Teatro Laboratorio Alkestis CRS con la consulenza scientifica del dott. Alessandro Matta.

All’incontro, che ospiterà un massimo di 100 partecipanti, si potrà accedere gratuitamente cliccando sul seguente link

https://zoom.us/j/96922065933?pwd=eXY4cjdtUS9kY09ZODh1TjdXeUtLUT0

(ID: 96922065933 – Passcode: 607040)

Per informazioni: 070 306392 (dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00), info@teatroalkestis.it, www.teatroalkestis.it
Facebook: Teatro Alkestis, Instagram: teatro_alkestis, You Tube: Teatro Alkestis

Teatro Laboratorio Alkestis CRS – Centro di ricerca e sperimentazione che dal 1983 opera a Cagliari nel campo della sperimentazione teatrale, pur nascendo come compagnia nel 1973 e rappresentando, di fatto, una delle più antiche realtà teatrali della Sardegna. Dal 1987 la compagnia Alkestis si è particolarmente attivata nella formazione e diffusione della “cultura teatrale”. Nel 1991 ha acquisito e ristrutturato un proprio teatro, denominato Teatro Alkestis. I suoi settori di intervento vanno dalla produzione e distribuzione di propri spettacoli, alla programmazione di percorsi teorico-pratici per la formazione degli attori e del pubblico, all’educazione teatrale nelle scuole, all’organizzazione di spettacoli e rassegne di teatro, cinema e musica, attività tutte che hanno contribuito in modo determinante a caratterizzare l’offerta culturale a Cagliari e in Sardegna. Tra le attività particolare importanza ha avuto ed ancora ha, la produzione di numerosi lavori teatrali originali, espressione della cultura propria della Compagnia basata tanto sullo studio e l’approfondimento di diverse tecniche teatrali e parateatrali, quanto sulla ricerca delle connessioni fra queste ed altre forme di espressione artistica e culturale.

Compagnia d’arte Circo Calumet – Fondata nel novembre 2004 dagli artisti Andrea Meloni e Simone Dulcis che, dopo dieci anni di collaborazione, decidono di dare forma, identità e continuità al loro incontro umano e professionale. Nei primi quattro anni di vita la Compagnia si consolida principalmente intorno alle figure dei due fondatori che attraverso un processo di comparazione, integrazione e contaminazione tra la pittura informale e il linguaggio teatrale sperimentano modi personali di fare arte. Successivamente si aggiunge un terzo socio: il fotografo Stefano Fanni. In principio l’attività della Compagnia si concentra particolarmente sui laboratori d’espressività pittorica e teatrale basati sui principi di tutela della salute mentale e di diritto all’arte nel quotidiano; essi vengono proposti e sperimentati in ambito sociale e clinico come percorsi di conoscenza e crescita personale. Nel 2006 la Compagnia realizza lo spettacolo “Il Teatro dei fratelli Scomparso”, prodotto dal Teatro Laboratorio Alkestis a partire dal quale si consolida il sodalizio con l’Alkestis con il quale, negli anni successivi, realizza altri spettacoli teatrali e laboratori.

Gariwo – è l’acronimo di Gardens of the Righteous Worldwide, è una Onlus con sede a Milano che dal 1999 lavora per far conoscere i Giusti, in quanto ritengono che la memoria del Bene sia un potente strumento educativo e serva a prevenire genocidi e crimini contro l’Umanità. Per questa ragione creano Giardini dei Giusti in tutto il mondo e usano i mezzi di comunicazione, i social network e le iniziative pubbliche per diffondere il messaggio della responsabilità. Dal Parlamento europeo hanno ottenuto la Giornata dei Giusti, che celebrano il 6 marzo di ogni anno. La loro attività è sostenuta da istituzioni, scuole, volontari, da un Comitato scientifico internazionale e dai loro “Ambasciatori”.

Associazione Memoriale Sardo della Shoah – progettata per essere l’ente attraverso il quale si vuole giungere all’apertura di un vero e proprio memoriale della shoah a Cagliari. Più che ad un Museo, si punta alla costituzione di un vero e proprio “centro di studi” sulla shoah, suddiviso in vari settori. Attraverso la Biblioteca del Memoriale, si possono consultare tutte le pubblicazioni sull’argomento, nonché alcune riviste storiche correnti. Attraverso la Mediateca-Centro Multimediale “Kurt Gerron” del Memoriale, si può usufruire del più vasto e completo punto di raccolta audiovisivo, audiotecario e multimediale presente in Sardegna sulle tematiche della Shoah, del Fascismo, del Nazismo, del dopoguerra, dello Stato di Israele e di tutte le tematiche connesse alla shoah e ai genocidi del XX secolo. Nella Videoteca del centro multimediale, inoltre, sono consultabili tutti i documentari e tutti i prodotti di fiction su questi temi, conservati nelle più svariate lingue (Italiano, Inglese, Francese, Tedesco, Polacco ed Ebraico) nonché una collezione unica nel suo genere di Filmati Originali su queste tematiche provenienti da diversi archivi italiani e stranieri. Nell’Audioteca è possibile l’ascolto di emissioni ed interviste radiofoniche, sceneggiati radio, musiche dei campi e dei ghetti, musica Yiddish, musica definita “degenerata” dai Nazisti. Nella Collezione di risorse multimediali, infine, è possibile consultare tutti i materiali multimediali sul tema (cd-rom e dvd-rom).

Andrea Meloni – attore, regista e direttore artistico. Comincia la professione di attore e autore teatrale nel 1991. Da sempre interessato alla sperimentazione ha realizzato spettacoli tra loro differenti per linguaggi e tematiche. Il palazzo sullo sgabello, Admirabilis femina, Il teatro dei fratelli Scomparso, Rovesci d’Amore e Corpo da veleno vinto, segnano i passaggi fondamentali della sua ricerca, alimentata e contaminata da continui confronti e collaborazioni con artisti, musicisti e danzatrici. Dal ’97 conduce seminari e interventi di Teatro Sociale. Si occupa di formazione dello spettatore e sul lavoro dell’attore. Con il teatro ha perlustrato i territori del margine, della follia, dell’amore, della fede, della morte e della rinascita; si è inebriato di avventuroso e fiabesco; è stato per lungo tempo tra riti di passaggio, miti classici, poesia e racconti popolari. Con “L’Incantanebbia kabarett” Andrea Meloni torna dopo circa vent’anni alla scrittura e all’interpretazione di genere comico e satirico. Lo spettacolo “Il Palazzo sullo Sgabello”, gli articoli di satira sul quotidiano “L’Unione Sarda” e il primo premio come autore umoristico per il concorso nazionale della rivista “Comix”, segnano i momenti più significativi di quel periodo artistico.

Sabrina Mascia – attrice, formatrice, presidente del Teatro Laboratorio Alkestis. Studia, collabora e ricerca dal 1995 in seno al Teatro Laboratorio Alkestis e al suo fondatore Massimo Michittu. Nel 2000 viene diretta dal Maestro Alejandro Jodorowsky nello spettacolo “Opera Panica”, prodotto dal Teatro Alkestis. Negli anni partecipa ai laboratori organizzati dal Teatro Alkestis in collaborazione con Abani Biswas (India), Kalatharamgini Troupe (India), James Sloviak del New World Performance Laboratory, Antonio Catalano, Claudio Morganti, Andrea Meloni. Conduce laboratori teatrali per ragazzi e adulti. Viene diretta in diverse produzioni dagli artisti Ornella D’Agostino, Andrea Meloni, Massimo Michittu, Claudio Morganti, Alejandro Jodorowsky. Inoltre, è stata regista degli spettacoli “In bilico distratto”, “Se alla lanterna della luna un attore”, “Girotondo”, “La jena di San Giorgio”, “L’Incantanebbia Kabarett”. Aggiunge alle esperienze artistiche anche una lunga esperienza nell’organizzazione di eventi teatrali e gestione del Teatro Alkestis.

dott. Alessandro Matta – Nato a Cagliari nel 1983, da oltre 20 anni è un appassionato della Storia della Shoah e della Lotta contro l’Antisemitismo. Nel 2011 ha fondato l’Associazione Memoriale Sardo della Shoah, di cui è anche direttore, che ha raccolto ad oggi un migliaio di volumi ed oltre 8000 dvd su questi temi, oltre a numerosi documenti storici.

prof. Carlo Sala – Membro della Commissione didattica di Gariwo, docente di Storia e Filosofia del Liceo scientifico “Alessandro Volta” di Milano.

prof.ssa Anna Foa – Membro del Comitato scientifico di Gariwo, ricercatrice e docente di Storia Moderna presso l’Università “La Sapienza” di Roma.

Con il contributo di Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato alla Pubblica Istruzione, Sport e Spettacolo) – Regione Autònoma de Sardegna (Assessoradu de S’Istrutzione Pùblica, Benes Culturales, Informatzione, Ispetàculu e Isport.

LEAVE A REPLY