XXII Festival Internazionale ‘Italian Brass Week’

Dal Convivio di Ottoni al Banchetto del Sapere. Firenze, 1-8 agosto 2021

534

Il Festival

Il Festival Internazionale ‘Italian Brass Week’ giunge, quest’anno, alla sua ventiduesima edizione e si svolgerà a Firenze, dall’1 all’8 agosto 2021. Il Festival nasce in seno all’Associazione culturale e musicale Italian Brass Network, in collaborazione e con il contributo del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, ANBIMA (Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome), Estate Fiorentina 2021, Orchestra da Camera Fiorentina, Fondazione CR Firenze; con il patrocinio del Ministero della Cultura, della Polizia di Stato, del Comune e della Città metropolitana di Firenze, del Comune di Greve in Chianti, del Comune di Impruneta, della Regione Toscana, del Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania in Milano, del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America di Firenze, del Consolato Generale Onorario di Ungheria per la Toscana, dell’Ambasciata del Cile, dell’Ambasciata di Francia, dell’Ambasciata di Spagna, della Reale Ambasciata di Norvegia; in collaborazione con il Rotary Distretto 2073, il MUS.E, l’Opera di Santa Maria Novella, gli Amici del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Starhotels Premium Michelangelo, Società Canottieri Firenze, I Renaioli Firenze, Imaginem Srl; con il supporto di sponsor e sponsor tecnici.

È diretto dal M° Luca Benucci, primo corno dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, docente della Fondazione Scuola di Musica di Fiesole onlus e del Conservatorio di Musica ‘Claudio Monteverdi’ di Bolzano.

Il titolo di questa nuova edizione From the Brass Convivium to the Banquet of Knowledge vuole essere un chiaro omaggio a Dante Alighieri, nel 700esimo anniversario dalla sua nascita. From the Brass Convivium to the Banquet of Knowledge pone le sue basi nei due pilastri danteschi attribuiti all’animo umano, la Forza e l’Amore, così come anche fondamenti della conoscenza e del sapere universali.

Amore e Forza sono costanti immortali ed eterne che trovano compimento nella nostra Arte, la Musica.

Non è un caso che Dante, proprio nel Libro II questo banchetto del sapere, il suo Convivio, esalta la figura di Orfeo, di quel poeta che, con l’Amore dei suoni della sua magica lira, ammaliava l’uomo e incantava la natura, così come con la Forza della passione riusciva a muovere i sassi, a placare gli affanni e a rigenerare gli animi. Dante-Orfeo è per il Festival, il poeta-profeta che ci invita al nuovo banchetto musicale, per condividere la conoscenza universale del mondo degli Ottoni.

Come nel Convivio, il Festival pone al centro l’elemento divulgativo del sapere, costantemente alla ricerca di un pubblico più esteso possibile, quel pubblico che, come per Dante, in tutte le precedenti edizioni, e in special modo nella 21esima minata dall’emergenza sanitaria, ha conciso e coincide con l’intera umanità.

Come il Convivio, il nostro Festival è work in progress, una continua evoluzione e trasmissione dei saperi alle nuove generazioni, ai giovani musicisti di tutto il mondo che frequentano le masterclass dei più noti docenti delle istituzioni universitarie, lirico-sinfoniche nazionali, europee ed internazionali.

I nostri docenti, proprio come Dante, sono i nuovi profeti musicali, coloro che svolgono la missione didattica e si siedono con i propri allievi al Convivio per pascere insieme del sapere. Così come, nei concerti del calendario del Festival, siamo a dichiarare l’Amore per la nostra italiana favella dalla Forza e dalle universali potenzialità espressive: la Musica.

Ogni giorno abbiamo un calendario dettagliato di appuntamenti che si potrà fruire dal vivo, se le condizioni relative all’emergenza sanitaria ce lo permetteranno, o online dalla propria abitazione, dal proprio salotto, dal proprio studio, dal proprio giardino. Lanciamo dalla cabina di regia Firenze un fortissimo e nuovo segnale di ripresa della vita musicale.

——–

Le Masterclasses e il Concorso internazionale ‘Wings to Talent’

Il Festival si apre con il Concorso internazionale ‘Wings to Talent’, con una Giuria Brass di grandioso spessore internazionale che, nella settimana, con le masterclasses giornaliere, si occuperà della formazione di centinaia di giovani musicisti e professionisti provenienti dall’intero pianeta. I vincitori del Concorso saranno premiati con le Borse di Studio offerte da ANBIMA (Associazione Nazionale Bande Italiane Musicali Autonome), da sempre a fianco del nostro Festival, impegnata nel sostegno delle giovani generazioni di musicisti.

I docenti impegnati nelle Masterclasses di questa nuova edizione saranno i seguenti, per i corni avremo:

Dale Clevenger, storico primo corno della Chicago Symphony Orchestra e docente all’Indiana University; Luca Benucci, direttore artistico del festival, primo corno del Maggio Musicale Fiorentino e docente della Scuola di Musica di Fiesole e del Conservatorio Statale di Musica “C. Monteverdi” di Bolzano; Matias Piñeira, solista internazionale e primo corno dei Münchener Philharmoniker. Per le trombe: Andrea Tofanelli, solista internazionale e docente dell’Istituto Superiore di Studi Musicali ‘Orazio Vecchi – Antonio Tonelli’ di Modena; Ruben Simeo, solista internazionale; Andrea Dell’Ira, prima tromba dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e docente dell’Istituto Superiore di Studi Musicali ‘Rinaldo Franci’ di Siena. Per i tromboni, suddivisi nelle sezioni tenori e bassi, avremo: Vincent Lepape, solista internazionale e primo trombone dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino; Zoltan Kiss, solista internazionale e Mnozil Brass; Gabriele Malloggi, docente internazionale e trombone basso del Maggio Musicale Fiorentino. Per gli euphonium: Luciano De Luca, euphonium solista della Banda Musicale della Polizia di Stato e, infine, per le tube: Alessandro Fossi, solista internazionale e docente del Conservatorio Statale di Musica ‘C. Monteverdi’ di Bolzano; Roland Szentpáli, solista internazionalel tuba principale dell’Hungarian National Philharmonic e docente della Ferenc Liszt Academy; Øystein Baadsvik, solista internazionale.

——-

I concerti

Per ‘Music to People’ avremo un ricco calendario di eventi: Domenica 1 agosto 2021, alle ore 21.30, il Welcome party con i solisti internazionali del festival, la Jazz House Band e l’ensemble PanaBrass, ospiti delle Pavoniere; Lunedì 2 agosto 2021, alle ore 21.30, nella Basilica di Santa Maria Novella, si terrà il Concerto di Inaugurazione del XXII Festival Internazionale “Italian Brass Week” titolato “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, con i solisti internazionali del Festival Luca Benucci, Zoltan Kiss, Ruben Simeo, Alessandro Fossi, Luciano De Luca, Vincent Lepape, Roland Szentpali, Øystein Baadsvik, Andrea Dell’Ira, Matias Piñeira, tutti accompagnati dal M° Daniele Dori all’organo; Martedì 3 e Mercoledì 4 agosto 2021, alle ore 21.30, presso il Museo Nazionale del Bargello, due serate dedicate al Sommo Poeta “Ritratti Danteschi in Musica”, son i solisti internazionali accompagnati dall’Orchestra da Camera Fiorentina, diretta dal M° Giuseppe Lanzetta.

Giovedì 5 agosto 2021, alle ore 21.30, saremo in Palazzo Gondi per il Main Event del Festival, la prima assoluta mondiale titolata “Nata dafoglie e brina. Muschio. Vento del bosco” dal Canto I dell’Inferno, composta dal M° Arnaldo De Felice, su testi di Francesca Andreini. “Nata da foglie e brina. Muschio. Vento del bosco” per soprano e ensemble di ottoni é un omaggio a Dante Alighieri e all’Incipit della Divina commedia. Ispirandosi a un brano di prosa sulla figura della Lonza di Francesca Andreini, l’occasione della composizione riprende la tensione fra l’essere umano (Dante) e l’animale, simbolo della natura e dell’istinto, forza primigenia alla quale l’uomo tenta inutilmente di sottrarsi. La musica esprime gran parte del testo, mentre la voce della soprano ne delinea i tratti più espressivi e drammaticamente salienti.

Venerdì 6 agosto 2021, ore 21.30 saliremo sul Rooftop dell’Hotel Glance con “Brass Convivium in Jazz”, con i solisti del festival che si faranno potavoci della concezione dantesca del poeta-profeta che invita al banchetto musicale della conoscenza; Sabato 7 agosto 2021, dalle ore 19.300, saliremo a bordo delle barche storiche dei Renaioli fiorentini perDalla Selva oscura all’Amor che move il Sole… e le Stelle degli Ottoni”; i tre Brass Ensemble – Golden Bridge Ensemble, Italian Brass Ensemble, Dante Ensemble – al calar del sole ci introdurranno nella Selva oscura, alla scoperta dei fiumi danteschi, dall’Acheronte infernale al paradisiaco Lete.

Domenica 8 agosto 2021, dalle ore 9.00 del mattino, lo special event titolato “Guarda il Calor del Sol che si fa Vino…”. A bordo di auto storiche i solisti internazionali dell’Italian Brass Week percorreranno il Chianti Tour in omaggio a Dante, con concerti, sfilate, degustazioni che uniscono le loro intense e calde note musicali a quelle sensoriali del Vino. Come il Sole infonde ogni tipo di Virtù nella Vite, generando Vino, così i Brass con le loro emozioni, il loro calore, inonderanno i Sensi, per concludere la serata alla Loggia al Piazzale Michelangelo con Dante in Jazz sotto le Stelle.

Info e contatti: www.italianbrass.com e segreteria@italianbrass.com