A Vicenza la mostra di Maria Pia Morelli

Vicenza, Palazzo Cordellina, 18 settembre - 18 ottobre

270

Apre sabato 18 settembre a Vicenza a Palazzo Cordellina (ore 18) la mostra “Leggi sogna, viaggia con Agata allegra Mucci”, della scrittrice e artista vicentina Maria Pia Morelli in arte “Zapi”.

Dai dieci libri illustrati di fiabe per ragazze e ragazzi della collana Agata allegra Mucci, in italiano e in inglese, è nata la mostra itinerante che ha già aperto a Bassano del Grappa, Cittadella, Bari, Cortina  e ora fa tappa a Vicenza, dove resterà allestita fino al 17 ottobre, in collaborazione con la Biblioteca Bertoliana e il Comune di Vicenza.

Dai libri illustrati alla mostra itinerante

L’evento è organizzato grazie all’organizzazione e alla sinergia con Simona Siotto assessora alla Cultura del Comune di Vicenza e di Chiara Visentin presidente della Biblioteca Bertoliana.

Quadri naif dal tratto sognante, pieni di colori e fantasia. Ambiente, sostenibilità, amore per gli animali, arte e paesaggio nelle opere di Maria Pia Morelli.

Il progetto diventa un viaggio a tappe attraverso l’Italia, tra letteratura e mostre. La mostra aprirà poi a Lecce al Castello Carlo V in gennaio e Feltre, Como, Gallipoli, Bologna, Livigno, Roma.

Opere naif realizzate in tecnica mista

Le tavole dipinte da Maria Pia Morelli per i libri Agata allegra (Linea Edizioni) escono dalle pagine di carta e diventano opere in tecnica mista (acquarello, pastello, china, tempera, colla) esposte in mostra.

Protagonisti dei quadri i personaggi della collana Agata allegra, le avventure di due sorelline, Agata e Allegra, che è una bambina di origine cinese adottata dalla famiglia veneta Delle Peonie, e del loro cuginetto Mucci, insieme girano l’Italia e vanno anche all’estero con un gruppo di animali bizzarri. Attraverso il dinamismo e l’energia di Agata, di Allegra e di Mucci le storie parlano di bambine e bambini audaci, coraggiosi, curiosi di sperimentare, all’insegna dei buoni sentimenti e di un’energia positiva.

Ambiente, sostenibilità, amore per gli animali, arte e paesaggio nelle opere di Maria Pia Morelli.

I temi al centro sono sempre amicizia, accoglienza, amore e rispetto per gli animali e l’ambiente. Valorizzazione di talenti e passioni, perché ogni bambina e ogni bambino diventi ciò che vuole, senza condizionamenti, E riscoperta del valore del tempo (lento) trascorso con nonni, zii e amici. Anche un messaggio di speranza per i bambini, le bambine e le famiglie, in questo momento di pandemia mondiale da Covid-19 e di lenta ripresa.

Oltre alle mostre itineranti, due nuovi libri della collana sono appena usciti, uno dedicato al Tiepolo e l’altro ai gattini abbandonati.  Agata e la sorellina Allegra entrano nei quadri di Giambattista Tiepolo trasportate da una nuvoletta “magica”, grazie a un antico pennello del grande pittore, che si anima e le porta a vivere una fantastica avventura. Conosceranno così l’arte, le ville venete affrescate e le tante opere dell’artista. È la storia raccontata e illustrata nel volume “Agata allegra e il pennello di Giambattista Tiepolo” (Linea edizioni), pensato per le celebrazioni dei 250 anni dalla morte dell’artista.

In contemporanea, la collana ideata e realizzata da Maria Pia Morelli pubblica anche un altro nuovo volume “Agata allegra e la missione Save the cats di Gregorio e Uma”, che sostiene il progetto del pilota bassanese, il rallysta Michele Piccolotto, per salvare i gatti abbandonati lungo il Brenta. In questa storia, le bambine protagoniste insieme alla loro banda di animaletti parlanti e a due cagnolini Uma (un pastore tedesco) e Montecristo (un bulldog) si trovano in missione per salvare i gattini abbandonati. Una parte del libro parla anche di rispetto dei diritti delle donne, contro violenza e stereotipi, per sensibilizzare i bambini e le bambine contro la violenza di genere.

In libreria due nuovi libri della collana “Agata Allegra”

I libri di Maria Pia Morelli sono piaciuti anche ai principini George e Charlotte di Cambridge. L’autrice ha spedito i libri della collana (che sono sia in italiano che in inglese) a William e Kate a Kensington Palace. E la principessa Kate Middleton ha risposto con varie lettere in cui ha ringraziato dei doni, dicendo che ai bimbi sono piaciuti molto.