Attraversamenti Multipli 2021 – everything is connected

Teatro | danza | musica | site specific Dal 17 al 26 settembre - Largo Spartaco / Quadraro, ROMA - 2 e 3 ottobre | Toffia (Rieti)

180

Attraversamenti Multipli 2021
è ideato e organizzato da Margine Operativo
con la direzione artistica di Alessandra Ferraro e Pako Graziani.

 

 

È realizzato con il sostegno del MIC – Ministero della Cultura, è sostenuto dalla Regione Lazio con il Fondo Unico 2021 sullo Spettacolo dal Vivo.

Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso pubblico “Estate Romana 2020-2021- 2022” curato dal Dipartimento Attività Culturali in collaborazione con SIAE.

Attraversamenti Multipli 2021 si presenta all’interno di uno scenario complesso segnato da una pandemia globale che ha determinato una desertificazione delle relazioni reali tra le persone. Quello che è scomparso dalla scena del mondo sono le relazioni tra i corpi.

L’edizione 2021 del festival mette al centro la RELAZIONE, la partecipazione e la condivisione di spazi e tempi. Attraversamenti Multipli 2021 si propone come un dispositivo partecipativo e relazionale. Un human landscape creato dai corpi che si incontrano, dagli sguardi che si incrociano e dalla condivisione di spazi / pensieri / azioni.

Nel programma di questa 21a edizione, nella prospettiva della interconnessione tra azione artistica / spettatori / paesaggi urbani, sono presenti: progetti artistici e spettacoli con formati relazionali particolari che cercano di dissolvere i confini tra performers e spettatori per costruire un incontro e uno spazio da abitare,  site specific creati per il festival in interazione con gli spazi che li accolgono, performance che ibridano diversi generi artistici, opere aperte e in divenire che si mostrano al pubblico nella loro fragilità, spettacoli dedicati alle nuove generazioni di spettatori.

Il viaggio di Attraversamenti Multipli 2021 si inserisce  all’interno di una progettualità triennale (2020-2021-2022) accompagnata dal tema / slogan everything is connectedtutto è connesso.
L’ effetto farfalla / butterfly effect riguarda la nostra fragilità e la nostra totale interdipendenza. Siamo tutt* interconnessi attraverso relazioni non lineari.
Viviamo in un pianeta danneggiato e l’unica soluzione è costruire trame relazionali con
l’altro da sé.

Alessandra Ferraro e Pako Graziani / Margine Operativo

 

Artisti & progetti:

ANTONIO REZZA | CARLO MASSARI / C&C COMPANY

PROGETTO DEMONI / ULTIMI FUOCHI TEATRO

BOL | MONDOCANE | RASOTERRA

MILITANT A (Assalti Frontali) & ALESSANDRO PIERAVANTI (Muro Del Canto)

MISTRAL | GIORGIA CELLI e ALESSANDRO FLORIDIA

ROBERTO LATINI / FORTEBRACCIO TEATRO

FABRITIA D’INTINO e DARIA GRECO / CHIASMA

MARGINE OPERATIVO | VEEBELFETZER / duo tascabile

SARA SGUOTTI | COMPAGNIA GIOVANNA VELARDI

COLLETTIVO CINETICO | SALVO LOMBARDO / CHIASMA

VALERIO SIRNA + ARIANNA LODESERTO / DOM –
SPETTATORI MIGRANTI / ATTORI SOCIALI

MADAME REBINÉ

 

Dal 17 al 26 settembre, nei paesaggi urbani del quartiere romano del Quadraro, si svolge la 21a edizione di Attraversamenti Multipli il festival multidisciplinare dedicato alle arti performative contemporanee. In questa edizione il festival è accompagnato, all’ interno di una progettualità triennale, dal tema / slogan everything is connected – tutto è connesso.

Attraversamenti Multipli 2021 è ideato e organizzato dal gruppo Margine Operativo, con la direzione artistica di Alessandra Ferraro e Pako Graziani.
È realizzato con il sostegno del MIC – Ministero della Cultura, è sostenuto dalla Regione Lazio con il Fondo Unico 2021 sullo Spettacolo dal Vivo. Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso pubblico “Estate Romana 2020-2021- 2022” curato dal Dipartimento Attività Culturali in collaborazione con SIAE.

L’edizione 2021 del festival mette al centro la RELAZIONE e la partecipazione: Attraversamenti Multipli 2021 si propone come un dispositivo partecipativo e relazionale. Creare dinamiche di partecipazione del / con il pubblico e processi di relazione con gli spazi urbani che il festival abita sono il tessuto connettivo che innerva tutto il festival.

Nel programma di questa 21a edizione, nella prospettiva della interconnessione tra azione artistica / spettatori / paesaggi urbani, sono presenti:

>> progetti artistici e spettacoli che ruotano sulla relazione con il pubblico e che cercano di dissolvere i confini tra performers e spettatori per costruire un incontro e uno spazio da abitare,

tra cui:

la performance Asta al buio che vede in azione come banditore d’eccezione Antonio Rezza, un’asta performativa e surreale condotta nello stile inconfondibile di Antonio Rezza dove il pubblico è chiamato a partecipare e diventa coprotagonista dell’evento (17 settembre h21)

il site specific interattivo Pubblico in site specific creato per il festival e presentato in prima nazionale dalla danzatrice e coreografa Giovanna Velardi (25 settembre h 22) dove è il pubblico che sceglie e che dirige l’azione del movimento come fosse il regista inconsapevole

la lezione aperta / performance partecipata Flamenco per tutti proposta da Giorgia Celli – danzatrice e coreografa, con l’accompagnamento alla chitarra di Alessandro Floridia – due appuntamenti per condividere, dopo tanti mesi di privazione della dimensione sociale, lo spazio e il tempo di un’azione di danza pubblica (19 e 26 settembre h 18.30)

l’azione urbana performative Let my body be! una grande azione corale e partecipata ideata dal coreografo Salvo Lombardo della compagnia Chiasma su invito di Attraversamenti Multipli; il lavoro parte dal desiderio di riposizionare i corpi e il loro farsi presenza al centro della scena del mondo e di ricominciare a pensare la corporeità come espressione del proprio diritto alla cittadinanza e avverrà nello spazio urbano di Largo Spartaco a Roma, preceduta da un invito pubblico propedeutico all’azione collettiva. (25 settembre h 22.30)

– la performance Space Oddity_Live (dedica lontana) di Sara Sguotti, danzatrice e coreografa accompagnata dalla musica live di Steve Pepe, vive della relazione con lo spazio, il tempo e le persone che decidono di condividere segretamente questo dispositivo (24 settembre h21)

–  la camminata pubblica MAMMA ROMA / gentrify this!!!  proposta da Valerio Sirna e Arianna Lodeserto / collettivo DOM-   è una tappa  creata in esclusiva per Attraversamenti Multipli 2021 del progetto di attraversamento performativo della città Mamma Roma_ Esplorazioni urbane / Pratiche della percezione. La camminata pubblica si snoda per quattro ore lambendo le palazzine del Quadraro, Tuscolano, Centocelle, entrando in risonanza con rovine marginali, dimore fantasma, resti apocrifi, acquedotti, cunicoli e canneti, ferrovie e autodemolizioni. La camminata pubblica parte il 26 settembre alle h 17 da Largo Spartaco.

– l’installazione diffusa di QR Code letterali La rivoluzione dei libri è realizzata da Ultimi fuochi teatro / Progetto Demoni. Un percorso in cui ogni spettatore, accompagnato da una mappa, può trovare disseminati in diversi luoghi del Quadraro – il quartiere di Roma dove si svolge Attraversamenti Multipli 2021 – dei QR CODE associati a delle CLIP AUDIO letterarie. Basterà scansionare i QR Code con lo smartphone per assaporare l’atmosfera di un grande romanzo o ascoltare i versi di una poesia, letti e recitati da attori e attrici. Gruppi di lettori adolescenti in varie città d’Italia hanno scelto i frammenti di libri da salvare. Attori e attrici hanno prestato la loro voce per realizzare le clip audio (dal 17 al 26 settembre).

>> azioni artistiche con formati particolari, site specific in interazione con gli spazi urbani e  performance che espandono i confini delle performing arts ibridando diversi codici artistici

l’azione / opera di street art RAINBOW un’opera da abitare ideata da BOL per il festival Attraversamenti Multipli e per l’isola pedonale di Largo Spartaco, all’interno di un’ottica di rigenerazione degli spazi pubblici attraverso le arti contemporanee. Questa azione di pittura murale, che ha visto una progettazione condivisa con i cittadini del Quadraro, trasformerà la visuale di una parte della piazza dove si svolge il festival. L’opera verrà realizzata dal 12 settembre e sarà inaugurata il primo giorno del festival il 17 settembre e prevede degli spazi dove altri writer e cittadini potranno intervenire ed abitarla rendendola un’opera partecipata

Carlo Massari / C& C Company presenta in prima nazionale il 17 settembre la performance di danza e teatro fisico Mash-up, un progetto artistico indirizzato, seguendo le linee di ricerca dalla compagnia, verso un’indagine fisica e drammaturgica, in stretta relazione con tematiche sociali contemporanee (17 settembre h 22.30)

Roberto Latini con In exitu, presenta uno spettacolo che è un corpo a corpo con la lirica travolgente di Giovanni Testori, dove la narrazione cede il passo alla forma e si sostanzia su un piano raffinatamente linguistico (19 settembre h 21)

la performance O+< scritture viziose sull’inarrestabilità del tempo di Collettivo Cinetico intreccia la danza, con la grafica live e la musica elettronica live, muovendosi negli interstizi tra danza, teatro e arti visive, e proponendo una ricerca sulla complessità della percezione e sul contenuto dinamico dell’istante formale e sulla struttura filtrante del feedback in linguaggi differenti

(25 settembre h 21.30)

Militant A – pioniere del rap italiano e leader del gruppo musicale Assalti Frontali – insieme a Alessandro Pieravanti– voce narrante, musicista del gruppo Il Muro del Canto – presentano

La parola è la mia arma un inedito spettacolo / concerto creato in esclusiva per il festival Attraversamenti Multipli. Uno spettacolo musicale che intreccia canzoni, testi, poesie e conversazioni a due voci.

– A completare e per suggellare il percorso nella letteratura del progetto La Rivoluzione dei Libri  Ultimi fuochi teatro / Progetto Demoni presenta lo spettacolo L’ultimo valzer di Zelda di e con Alessandra Crocco e Alessandro Miele, uno spettacolo che si nutre della biografia e del mondo poetico dello scrittore americano Francis Scott Fitzgerald e di sua moglie Zelda, protagonisti di quella generazione perduta degli anni ’20 (26 settembre h 21).

– la performance Tagadà di Fabritia D’Intino e Daria Greco è nata nell’ epoca della pandemia e propone un sistema relazionale che esplora la compresenza dei corpi in una condizione di distanza e scegliendo lo spazio pubblico per esplorare le possibilità dei rapporti nella tensione tra reale e digitale ( 23 settembre h 21.30)

-lo spettacolo di danza Clown della compagnia Giovanna Velardi propone una mescolanza di pluralità linguistiche per far emergere un clown danzante che detiene in sè caratteristiche di contrasto (24 settembre h 21.30)

– la performance site specific Animali di Margine Operativo che intreccia la danza con il teatro fisico viene presentata in prima nazionale il 23 e il 25 settembre. È una esplorazione della natura umana attraverso lo sguardo degli animali, un rovesciamento della visione antropocentrica, dove non c’è nessuna mitizzazione della natura: la ferocia appartiene al regno animale.

– il concerto dei Veeblefetzer /duo tascabile propone un intreccio di reggae, hip hop, brass’n’roll, campioni del tropical gypsy, Nella versione in duo tascabile il cantante Andrea Cota si affianca all’istrionico trombettista Sandro Travarelli per interpretare i loro brani in una veste più folk, morbida ed intima (23 settembre h 22)

-Teleradio Metropoli  è un dispositivo performativo site specific  che intreccia ibridandoli  il teatro, il djset, la street tv, la radio. La nuova versione della performance è dedicata alle metropoli del mondo ed è realizzata da Margine Operativo in collaborazione con Mondocane. TeleRadio Metropoli è in azione in live per quattro giorni: il 17, 18, 24, 25 settembre a Largo Spartaco.

 

>> spettacoli dedicati alla nuove generazioni di spettatori

Anche in questa edizione il festival propone nel programma a Roma una sezione kids dedicata ai giovanissimi :

-con lo spettacolo di circo contemporaneo Happiness la compagnia Rasoterra ci regala una riflessione acrobatica e “in bicicletta” sulla felicità come motore per affrontare il presente (18 settembre h 18)

l’artista cileno Mistral presenta Fidati di me una performance acrobatica mozzafiato basata sulla fiducia.  Mistral coinvolge il pubblico nel montaggio del palo cinese creando un momento di piena fiducia con gli spettatori che diventeranno loro stessi protagonisti dello spettacolo (19 settembre h17.30)

 

Inoltre

Il 23 settembre alle h 18 verrà presentato il libro Attraversamenti Multipli 2001-2020 un viaggio tra gli orizzonti mobile delle arti performative curato da Alessandra Ferraro e Pako Graziani, edito da Editoria & Spettacolo. Un libro dedicato ai primi 20 anni di vita del festival.
Partecipano alla presentazione: Letizia Bernazza – Limina Teatri,  Luca Lotano – Teatro e Critica, Renata Savo – Scene Contemporanee, Maximilian La Monica – Editoria & Spettacolo.

2 e 3 ottobre – TOFFIA (Rieti) Centro Storico – piazza Umberto 1

In continuità con lo spirito de festival di connessione con diversi pubblici anche in questa edizione le due giornate del festival programmate a Toffia, sono dedicate alle NUOVE GENERAZIONI DI SPETTATORI e presentano due spettacoli della compagnia italo francese Madame Rebinè che compie quest’anno dieci anni di attività nell’ universo degli sconfinamenti tra  circo contemporaneo e teatro.

– Il 2 ottobre alle ore 16 Madame Rebinè presenta uno dei suoi cavalli di battaglia: lo spettacolo di circo contemporaneo e ciclo-comico Giro della piazza.

– Il 3 ottobre, h 16, per festeggiare la fine del tour estivo e il suo decimo compleanno, la compagnia Madame Rebiné  presenta lo spettacolo Happy Birthday!  creato in esclusiva per Attraversamenti Multipli. Un cabaret comico e sorprendente, una greatest hits dei loro spettacoli “per onorare un festival che gli ha dato fiducia fin dall’inizio.”

 

Il Blog del festival

Il festival Attraversamenti Multipli 2021 rilancia anche per questa edizione la collaborazione con il progetto SpettatoriMigranti / Attori Sociali coordinato da Luca Lòtano per la creazione di una RE.M. Redazione Meticcia che curerà il Blog del festival.

Il laboratorio che andrà a creare la Redazione Meticcia dell’edizione 2021 di Attraversamenti Multipli è parte del progetto europeo Literacy Act–Basic literacy for adultmigrants though community theatre del quale il centro interculturale per migranti Asinitas è capofila.

La redazione meticcia è formata da giovani di diverse provenienze, i blogger creano un diario di viaggio multimediale del percorso di Attraversamenti Multipli 2021.

 www.attraversamentimultipli.it

informazioni: info@attraversamentimultipli.it