“Non sono un murales – Segni di comunità”

A Pistoia il 1° ottobre l’appuntamento è nel parco di GEA

199

“Non sono un murales – Segni di comunità” è l’evento diffuso in 120 luoghi d’Italia che vedrà coinvolte, il 1° ottobre 2021, diverse comunità nella realizzazione di un’opera d’arte corale. Promosso da Acri, l’Associazione delle fondazioni di origine bancaria in Italia, l’evento si tiene in occasione della nona Giornata Europea delle Fondazioni.

Nei prossimi giorni, infatti, circa 1.000 tra bambini, ragazzi, artisti, insegnanti, detenuti, persone disabili, migranti saranno coinvolti in percorsi guidati per realizzare un murales, reinterpretando in chiave personale uno stencil creato per l’occasione dallo street artist pistoiese LDB. Gli interventi verranno eseguiti in tanti luoghi diversi: scuole, ludoteche, centri di aggregazione in quartieri difficili, beni confiscati alla criminalità e riconvertiti in attività comunitarie, strutture per l’inserimento lavorativo dei disabili, parchi e tanto altro… Si tratta di testimonianze delle storie e dei luoghi in cui, grazie alla “messa in rete” di organizzazioni del Terzo settore e Istituzioni, si realizza l’attività quotidiana delle Fondazioni: attivare le comunità per prendersi cura del territorio, dei giovani e dei soggetti più fragili, innescando percorsi di partecipazione e di solidarietà che aiutino a ripartire, tutti insieme.

Nel bellissimo parco scientifico e biotecnologico GEA – Green Economy and Agriculture, Fondazione Caript presenterà l’opera realizzata da tre studenti del Liceo Artistico Policarpo Petrocchi di Pistoia – Matilde Bocini, Sara Niccolai e Tommaso Sergi – che hanno riprodotto lo stencil dell’artista LDB interpretandolo e caratterizzandolo con elementi artistici rappresentativi del nostro territorio.

Il programma, che avrà inizio alle 16.30, prevede un saluto del presidente della Fondazione, Lorenzo Zogheri, al quale seguirà la presentazione dell’opera con i tre giovani artisti, che racconteranno le fasi di progettazione e preparazione, dal bozzetto all’esecuzione dello stencil, e il rapporto avuto con la Fondazione negli ultimi mesi.

All’evento parteciperà anche la preside del Liceo Artistico, Elisabetta Pastacaldi, sempre nel segno della collaborazione con le scuole locali, che anche in questo caso si sono dimostrate collaborative e attente alle attività della Fondazione. A seguire, l’intervento della docente di discipline pittoriche, Costanza Ballati – che durante la realizzazione dell’opera ha accolto Sara, Matilde e Tommaso nella sua Perpetual Gallery in via Bracciolini a Pistoia, come azienda ospitante nel progetto dell’alternanza scuola-lavoro – e la proiezione di due cortometraggi realizzati dallo stesso Liceo Artistico (nelle due sedi di Pistoia e Quarrata) nell’ambito del bando della Fondazione Sì … Geniale!

Infine, per dare voce una volta di più al territorio, il pomeriggio si concluderà con l’intervento dei rappresentanti di cinque associazioni della provincia: Borgo di avvistamento, Dynamo Camp, I Montagnardi, Isole nel sapere, To Groove, la cui attività è caratterizzata da un’attenzione particolare rivolta alle politiche giovanili.

La prenotazione all’evento è obbligatoria, al numero 0573 974267. Per accedere, con l’esclusione dei minori fino a 12 anni, è obbligatorio esibire il Green Pass.

Giornata Europea delle Fondazioni

La Giornata Europea delle Fondazioni, che si tiene ogni anno il 1° ottobre, è un’iniziativa lanciata nel 2013 da DAFNE (Donors and Foundations Networks in Europe), l’organizzazione che riunisce 30 associazioni nazionali di fondazioni di tutto il continente, a cui in Italia aderiscono Acri, che associa le Fondazioni di origine bancaria, e Assifero, l’associazione che riunisce le Fondazioni d’impresa, di famiglia e di comunità. La Giornata Europea delle Fondazioni è un’occasione per contribuire a far conoscere meglio le fondazioni e il loro operato. Spesso ignorati dal grande pubblico, le fondazioni in Europa sono più di 10mila e, insieme al mondo del volontariato e del Terzo settore, concorrono ad alimentare e innovare il welfare e la cultura in tutto il continente.

Non sono un murales – Segni di comunità

Non si tratta solo di murales, la Giornata del 1° ottobre ha l’obiettivo di raccontare a tutti le storie che prendono vita in questi spazi: storie di riscatto e di creatività, di aggregazione e di solidarietà, di coloro che si prendono cura della propria città e dei suoi abitanti. La pandemia da Covid-19 ha svelato alcune delle disuguaglianze che lacerano la nostra società e le ha ulteriormente aggravate. La Giornata intende essere anche l’occasione per riappropriarsi degli spazi comunitari, tornare a progettare insieme e – pur rispettando tutte le regole di sicurezza – ricominciare a condividere idee e pratiche di cura del bene comune. Il 1° ottobre l’inaugurazione dei murales sarà ovunque accompagnata da piccoli eventi locali, in cui gli autori delle opere presenteranno alla cittadinanza il percorso che ha portato alla loro realizzazione e i valori che ispirano l’attività quotidiana in quegli spazi. Si tratta, infatti, di storie che lasciano il segno, non solo nelle comunità ma anche nella città. I murales rimarranno, infatti, come una traccia nello spazio urbano e saranno sempre abbinate a un QRcode, per chiunque voglia approfondire e scoprire tante altre esperienze simili trovando tutte le informazioni sul sito dedicato.

A far da capofila a tutti gli eventi sui territori Acri, insieme all’Associazione La Nuova Europa e al Comune di Ventotene, organizza un evento sull’Isola di Ventotene (Lt), nel luogo in cui ottant’anni fa Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi scrissero il loro visionario Manifesto. Partecipano gli studenti della Scuola d’Europa a Ventotene, provenienti da licei e università italiane ed europee. Fondata sull’isola dall’Associazione La Nuova Europa nel 2017, la Scuola coinvolge ragazzi dai 15 ai 22 anni per diffondere la cultura europea e la storia della sua integrazione, a cominciare dal Manifesto di Ventotene, sensibilizzando e formando i giovani sul tema della cittadinanza europea. Qui, lo street artist LDB, che è l’autore dello stencil matrice di tutte le opere al centro della Giornata, realizzerà la sua personale versione dell’opera.

Fondazioni di origine bancaria

Le Fondazioni di origine bancaria sono organizzazioni no profit, private e autonome, nate all’inizio degli anni Novanta dalla riforma del sistema del credito. Sono 86, differenti per dimensione e operatività territoriale, e intervengono in diversi campi, dal welfare alla cultura, dall’innovazione all’ambiente, dall’educazione alla ricerca, realizzando ogni anno quasi 20mila iniziative.

La missione delle Fondazioni è accompagnare lo sviluppo sostenibile e inclusivo delle comunità di riferimento e dell’intero Paese. Ciascuna Fondazione di origine bancaria interviene sul proprio territorio, generalmente la provincia o la regione in cui ha sede. Ci sono, inoltre, anche molte iniziative di portata nazionale o internazionale, realizzate con il coordinamento di Acri.

 

Il programma completo della giornata e dei luoghi in cui verranno realizzate le opere sono sul sito www.nonsonounmurales.it

L’hashtag per seguire la giornata sui social network è #nonsonounmurales.