Teatro Ambra Jovinelli, al via la stagione  2021|2022

1113

Il teatro romano riparte dal 6 ottobre con il nuovo spettacolo di Ferzan Ozpetek, la drammaturgia contemporanea, volti popolari del cinema e del teatro. Sergio Rubini, Laura Morante, Stefano Accorsi, Elio Germano tra i protagonisti della nuova stagione.

 

Fra ottimismo nel futuro e consapevolezza delle difficoltà, il Teatro Ambra Jovinelli di Roma riapre e inaugura la nuova stagione 2021/2022 a capienza ridotta e nel pieno rispetto dei protocolli anti-covid.

Siamo emozionati, emozionatissimi per questa conferenza stampa che ci ha riservato la sorpresa della numerosa partecipazione del pubblico che è accorso numeroso – le parole di Fabrizia Pompilio,direttore artistico del teatro Ambra Jovinelli – Sappiamo che sarà una stagione difficile e di sfida perché partiamo con un problema non ancora risolto, ma siamo molto emozionati di poter ripartire. Tutti gli artisti hanno voglia di ricominciare e non vediamo finalmente l’ora di alzare di nuovo il sipario il 6 ottobre insieme a Ferzan Ozpetk”.

Ma il cielo è sempre più blu! È il claim carico di ottimismo che accompagna la nuova stagione del teatro romano che riparte alla grande proprio il 6 ottobre con Ferzaneide – Sono ia!, spettacolo concepito e interpretato da Ferzan Ozpetk, viaggio sentimentale attraverso il racconto dei ricordi, delle suggestioni e delle figure umane che hanno ispirato molti dei film del regista turco che proprio al momento della chiusura dei teatri portava in scena con grande successo la riuscitissima trasposizione, sua prima regia teatrale, dell’acclamato Mine vaganti che torna anche come spettacolo di Natale (dal 26 dicembre al 2 gennaio 2022). Parte dell’incasso delle serate di Ferzaneide verrà devoluto ad Emergency, in ricordo del suo straordinario fondatore Gino Strada.

Dall’8 al 13 febbraio Il Teatro Ambra Jovinelli arriva uno degli eventi teatrali più attesi della stagione: protagonisti, Elio Germano e Teho Teardo per Paradiso XXXIII, viaggio – racconto attraverso il trentatreesimo canto del Paradiso di Dante Alighieri attraverso un’esperienza unica, con gli effetti speciali firmati dagli artisti Simone Ferrari e Lulu Helbæk.

A distanza di un anno di chiusura, il Teatro Ambra Jovinelli riapre quindi le porte con un cartellone audace e di ampio respiro (18 spettacoli)  confermando le linee programmatiche già consolidate nel corso degli anni precedenti rivolgendo un’attenzione particolare alla drammaturgia contemporanea e alla commedia brillante, arricchita da volti popolari del teatro e del cinema, recuperando anche titoli cancellati a causa della pandemia.

Il 19 ottobre Emilio Solfrizzi porta in scena Roger, divertente commedia interamente ambientata su un campo da tennis scritta e diretta da Umberto Marino, spassosa cronaca di un’immaginaria e tragicomica partita tra un generico numero due e l’inarrivabile Roger Federer, numero uno del tennis di tutti i tempi. Viene ripreso Il nodo, della drammaturga statunitense Johnna Adams, un intenso racconto sui temi temi e problemi legati al mondo della scuola interpretato dalla coppia Ambra Angiolini e Arianna Scommegna dirette da Serena Sinigaglia (17 al 27 febbraio), a grande richiesta torna Le Signorine di Gianni Clementi interpretato dall’impagabile coppia Isa Danieli e Giuliana De Sio dirette da Pierpaolo Sepe (dal 25 al 30 gennaio).

Tornano all’Ambra a marzo anche Stefano Accorsi e Alessio Boni: Accorsi sarà protagonista di Storia di 1, il nuovo spettacolo scritto da Lucia Calamaro e Daniele Finzi Pasca i mondi della regia teatrale, delle arti della scena e della clowneria (dall’1 al 13 marzo), Boni torna nei panni dell’epico Don Chisciotte di Cervantes accompagnato da Sancho Panza – Serra Yılmaz, attrice feticcio di Ozpetek (dal 15 al 27 marzo). Sergio Rubini scrive e interpreta, Ristrutturazione, racconto esilarante, in forma confidenziale, della ristrutturazione di un appartamento (dal 29 marzo al 10 aprile), ma non manca neppure il debutto teatrale di Lodo Guenzi autore e protagonista di Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio diretto da Nicola Borghesi he racconta il tentativo di messa in scena che parte dalla stand up e si perde in una storia vera (dal 21 al 24 aprile). Tante le attrici protagoniste della stagione: Laura Morante, diretta da Daniele Costantini, è autrice e interprete della grande Sarah Bernhard in Io Sarah, io Tosca (dal 16 novembre); Valeria Solarino è protagonista di un intenso monologo scritto e diretto da Luana Rondinelli, Gerico Innocenza Rosa che racconta la  transizione, con il passaggio da Vincenzo a Innocenza Rosa, fra incomprensioni e pregiudizi (dal 26 ottobre). Maria Amelia Monti e Marina Massironi sono la coppia protagonista di Il Marito Invisibile di Edoardo Erba, esilarante commedia sulla scomparsa della nostra vita di relazione, tutto da vedere (dal 30 novembre), Drusilla Foer si esibirà nel suo celebre recital Eleganzissima accompagnata da Loris Di Leo al pianoforte e Nico Gori al sax e clarinetto (dal 17 al 19 novembre), l’eclettica Geppi Cucciari, porta in scena Perfetta di Mattia Torre, autore prematuramente scomparso per raccontare con leggerezza e umorismo un mese di vita di una donna attraverso lo specchio delle quattro fasi del ciclo femminile. Fra tanta drammaturgia contemporanea non manca l’adattamento di Antonio Piccolo di un classico dell’Ottocento, Orgoglio e Pregiudizio, capolavoro di Jane Austen diretto e interpretato da Arturo Cirillo (dal 4 al 9 gennaio), con spunti per la comicità di Giovanni Vernia, comico e showman completo (29 e 30 aprile) e di Andrea Pennacchi (il 6 e il 7 maggio) protagonista di Pojana e i suoi fratelli.

Siamo felici e molto emozionati di avere l’onere e l’onore di aprire questa conferenza in quanto lavoratori dello spettacolo. Solitamente il nostro lavoro si svolge dietro alle quinte ma oggi ci troviamo qui davanti a voi pubblico che ci siete mancati tantissimo perché senza di voi questo palco non trova luce da 566 giorni – l’intervento di Michele Vittoriano e Gennaro Iengo, in rappresentanza delle maestranze del teatro, che hanno voluto salutare la riapertura del teatro in occasione della conferenza stampa di presentazione – Oggi assieme a tutti i nostri colleghi siamo felice di poterlo riaprire con la speranza di non rimanere mai più per così tanto tempo al buio”. Fra le novità dell’anno, alcune repliche degli spettacoli alle 19.30: confermata la possibilità di poter sottoscrivere abbonamenti, per info e dettagli, 06 83082620 – 06 83082884, www.ambrajovinelli.org.

 

Fabiana Raponi