Lei, lui e il Lockdown: ad Avamposti Teatro Festival lo spettacolo ispirato a “Scene da un matrimonio”

PRIMO STUDIO DRAMMATURGICO Da giovedì 7 a domenica 10 ottobre 2021 - ore 21Teatro Studio Mila Pieralli - via G. Donizetti, 58 – Scandicci (Firenze)

127

Il Teatro delle Donne
FRAMMENTI CONIUGALI
Liberamente ispirato a “Scene da un matrimonio” di Ingmar Bergman
Regia e drammaturgia di Gabriele Giaffreda
Con GABRIELE GIAFFREDA e ELENA MIRANDA

 

Poteva esistere un momento migliore di questa stretta attualità, anzi, di questa attualità “ristretta” per portare alla luce riflessioni sui rapporti umani e nello specifico quelli tra coniugi? Liberamente ispirato a “Scene da un matrimonio” di Ingmar Bergman, “Frammenti coniugali” è lo spettacolo con Gabriele Giaffreda e Elena Miranda che va in scena, in prima assoluta, da giovedì 7 a domenica 10 settembre al Teatro Studio di Scandicci (Firenze), nell’ambito di Avamposti Teatro Festival organizzato dal Teatro delle Donne.

Ancora una volta il teatro si fa motore vivo di questi interrogativi, specchio com’è da secoli di ciò che nella vita di tutti giorni, semplicemente, siamo. Le chiusure forzate hanno portato la famiglia a ritrovarsi, le coppie a confrontarsi e, senza scappatoie fisiche e mentali, ad uscirne rafforzati, distrutti o pieni di interrogativi.
“Frammenti coniugali”, in questo primo studio drammaturgico, prova a mettere in atto la sua analisi nelle pieghe di un matrimonio come tanti, lasciandosi ispirare da una delle principali opere realizzate sull’argomento, “Scene da un matrimonio” di Bergman, ma discostandosene, tentando di raccontare un’evoluzione diversa del rapporto coniugale, forse più contemporanea, sicuramente più “sporca”, che non può prescindere dal concetto di perenne pericolosità di una storia d’amore. Perché l’amore è rischio, è sfida. Sempre.

Si parla di un amore terreno, reale, pur facendo i conti con i meccanismi meschini che il vivere quotidiano inevitabilmente innesca. Certezze (apparenti) e rivoluzioni. Risate e lacrime. Piccole tempeste emotive singole ed egoiste non solo di un marito e di una moglie, ma di un uomo e di una donna. Produzione Il Teatro delle Donne. Drammaturgia e regia di Gabriele Giaffreda. Assistente Joe Manganas.

Gli spettacoli si svolgono nel rispetto delle norme anti-Covid, occorre presentare il Green Pass e un documento all’ingresso. Biglietti da 5 a 14 euro (riduzioni per over 60, under 25, soci Coop, Arci, Uisp, ATC, residenti a Scandicci, iscritti ai corsi di formazione del Teatro delle Donne). Info, prenotazioni e prevendite sul sito ufficiale www.teatrodelledonne.com (tel. 0552776393 – teatro.donne@libero.it), prevendite anche su www.ticketone.it.

AVAMPOSTI TEATRO FESTIVAL – “A viva voce” è il titolo scelto dal Teatro delle Donne per l’edizione 2021 di Avamposti Teatro Festival, in programma fino a dicembre a Firenze, Scandicci e Sesto Fiorentino. “A viva voce” riflette ed invita a riflettere sull’attualità del mondo femminile e non solo. Pone l’accento sulla discriminazione e la violenza che le donne stanno subendo dall’inizio della pandemia, aggravando una situazione già drammatica, sulla precarietà del lavoro, identità di genere, rapporti generazionali e coniugali, migranti e accoglienza. Programma completo www.teatrodelledonne.com.

I partner del Teatro delle Donne sono Fondazione CR Firenze, Fondazione Teatro della Toscana, Comune Di Scandicci. Il festival è organizzato con il determinante contributo di Fondazione CR Firenze e con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune Di Firenze-Estate Fiorentina, Città Metropolitana, Unicoop Firenze. In collaborazione con Intercity Festival, Quartiere 4.

IL TEATRO DELLE DONNE – Centro Nazionale di Drammaturgia
Sede operativa: Teatro Studio “Mila Pieralli” – via G. Donizetti, 58 – 50018 Scandicci (FI)
Sede legale: via A. Canova, 100/2 – 50142 Firenze
Uffici: via Baccio da Montelupo, 101 – 50142 Firenze – tel. e fax 055.2776393
teatro.donne@libero.itwww.teatrodelledonne.com