“Notturno amerikano (Chicago e le praterie)”

Recensione di Paolo Verlengia

209
Andato in scena il 17 novembre 2021 al Florian Epsace, Pescara, nell’ambito di “On Stage Festival”

Una chiusura corale per “On Stage Festival” relativamente alla tappa di Pescara, dove il Florian Metateatro ha dato vita ad una ricca due-giorni di incontri (in presenza ed in live streaming), letture, dibattiti, presentazioni di testi inediti e di nuovissime pubblicazioni, che ha saputo coinvolgere operatori teatrali ed accademici, spettatori affezionati e studenti universitari.

“On Stage” è infatti un festival che si propone di creare un ponte tra cultura americana e cultura italiana, eleggendo il teatro come luogo e medium “naturale” per far germinare questa speciale connessione. Il programma del festival si è articolato lungo quasi un mese (dall’8 al 21 di novembre) attraverso un percorso che ha coinvolto quattro diverse città (Milano, Roma, Pescara e Cagliari), con i relativi territori e centri universitari, coordinati dalle realtà teatrali di riferimento (www.onstagefestival.it).

Tornando alle due giornate di On Stage  a Pescara (16 e 17 novembre), sul palcoscenico del Florian Espace il reading poetico Notturno Amerikano ha fatto da contrappunto e completamento all’interessantissima proposta di Battezzati fino al Midollo (“Baptized to the Bone”), testo inedito di Dave Johnson interpretato in scena da Alessio Tessitore, Serena Di Gregorio ed Umberto Marchesani, diretti da Giulia Basel con le musiche dal vivo di Daniele Mammarella (https://www.teatrionline.com/2021/11/battezzati-fino-al-midollo-di-dave-johnson/).

Notturno Amerikano vuole essere un viaggio, anzi “una cavalcata” lungo i sentieri meno battuti della poesia americana del ‘900, mettendo in risalto le caratteristiche performative che il verso possiede intimamente e storicamente nella tradizione statunitense.

Pippo Di Marca, autore e regista, protagonista storico dell’avanguardia teatrale italiana, ha curato la preparazione di un macro-testo composto da una selezione di componimenti scritti dalle ultime generazioni dei poeti provenienti dall’area di Chicago e del Mid-West americano. Sulla scena, gli attori del Florian si sono accompagnati ad una energica squadra di studenti unversitari del Dipartimento di Lingue Straniere di Pescara, alternando l’interpretazione in lingua originale con quella in traduzione italiana. Un effetto corale -come si diceva in apertura- che lascia risaltare il dialogo che la nuova poesia americana instaura con le forme della prosa, ed ancor più del monologo o dell’assolo. Un dialogo consolidato negli ultimi decenni da una tradizione popolare ed anti-accademica tipicamente statunitense come quella del poetry slam, capace di influenzare anche il campo della produzione musicale dove impera -oggi su scala globale- il genere del rapassieme ai suoi molteplici sottogeneri.

Il reading è stato preceduto dalla presentazione degli ultimi due volumi di Nuova Poesia Americana (Aragno Editore) curati da Luigi Ballerini -collegato in live streaming da New York- e dedicati appunto agli autori dell’area di Chicago e del Mid-West, un momento di approfondimento che ha fatto da utilissima contestualizzazione per la fruizione compiuta dei componimenti proposti in scena, grazie agli interventi dei docenti del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne (Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara): i proff. Nicola Paladin e Francesca Razzi (Letteratura anglo-americana) e il prof. Ugo Perolino (Lettratura Italiana Contemporanea), attento conoscitore dell’opera del Luigi Ballerini poeta.

CREDITS:

“NOTTURNO AMERIKANO – CHICAGO E LE PRATERIE”

Reading poetico a cura di Pippo Di Marca

con Giulia Basel, Emanuela D’Agostino, Umberto Marchesani, Alessio Tessitore, Flavia Valoppi, Alessandro Vellaccio, Massimo Vellaccio

e con gli studenti di Lingua e Letteratura anglo-americana: Betiel Anghesom Negash, Giorgia Caldarelli, Paolo Miccoli, Rosa Parisi, Enrica Torrieri Di Tullio

FLORIAN METATEATRO stagione 2021-22 (“Teatro d’Autore e Progetto Oikos”)

ON STAGE FESTIVAL (Seconda Edizione), organizzato da KIT Italia e The International Theatre, in partenariato con KAIROS Italy Theater, New York