“The Tenant” e documentario “Womb”

232

 La condizione femminile in India, raccontata oltre gli stereotipi e i pregiudizi. Sarà questo il tema della seconda giornata del 21/mo River to River Florence Indian Film Festivalsabato 4 dicembre al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour 50/R) e online nella sala virtuale Più Compagnia in collaborazione con MYmovies.it. Alle 18.00 “Womb: in prima italiana la vicenda di Srishti Bakshi, giovane attivista che si imbarca in una singolare maratona dal Sud del Kanyakumari al Nord del Kashmir per raccogliere storie di donne e aiutarle a prendere coscienza dei propri diritti. Il regista di Ajitesh Sharma e la protagonista saranno presenti in collegamento live. Alle 20.30 ancora una prima nazionale con la commedia dolceamara “The Tenant” di Sushrut Jain, che fotografa il conflitto tra società tradizionale e modernità in un condominio di Mumbai attraverso la curiosità del tredicenne Baharat nei confronti di una misteriosa vicina di casa, alla presenza virtuale dell’autore.

Le attività partiranno già dal mattino, alle ore 11.00, con il talk “La moda sostenibile a cavallo tra Italia e India“. Da sempre attento a intercettare le realtà più interessanti del Subcontinente, il festival porta a Firenze I was a Sari, il marchio di accessori e abbigliamento ready to weardistribuito da Oxfam Italia, che dona nuova vita agli abiti femminili tradizionali dismessi (le sari, appunto) trasformandoli in vestiti pregiati, gioielli, calzature e tessuti ornamentali realizzati a mano da artigiane degli slum dell’IndiaEtico, unico e sostenibile: un brand made in Mumbai che si schiera con le donne e con l’ambiente, promuovendo un concept di moda fatta di pezzi unici, con una storia da raccontare. Il progetto sarà presentato dal fondatore Stefano Funari in dialogo con la giornalista italo-indiana Cristina Piotti presso il cinema La Compagnia e online sui canali YouTube e Facebook del festival. Inoltre I was a Sari sarà presente ogni giorno con un punto informazioni e un punto vendita delle varie creazioni.

Alle 15.00, per celebrare i cento anni dalla nascita del maestro Satyajit Ray, una delle figure più autorevoli della cinematografia mondiale, il River to River Florence Indian Film Festival riporta sul grande schermo “The Music of Satyajit Ray”, il documentario di Utpalendu Chakraborty proiettato al 38/mo Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard che fonde la sensibilità occidentale e indiana per indagare la passione di Ray per la musica, eredità familiare ma anche frutto di un immenso lavoro individuale, che il gigante del cinema è riuscito a trasformare in un elemento fondamentale delle sue opere.

Non solo film: alle ore 18.00 nella Saletta MYmovies si terrà la proiezione dei primi due episodi di “Mumbai Diaries 26/11“, la miniserie di Nikhil Advani sugli attacchi terroristici avvenuti a Mumbai il 26 novembre 2008, raccontati dal punto di vista dell’equipe medica del Bombay General Hospital.

MOSTRA FOTOGRAFICA RIVERS

Presso il MAD Murate Art District (piazza delle Murate), fino al 15 gennaio 2022 sarà visitabile la mostra RIVERS, personale del fotografo tedesco Peter Bialobrzeskiun viaggio lungo i fiumi più iconici del mondo partito nel 1996 dalle acque del Gange, in India, e approdato nel 2020 a quelle dell’Arno, a Firenze. Bialobrzeski accompagna lo spettatore dal Yangon River, nel Myannmar (2016), al fiume Elba ad Amburgo (2004), dalle acque del fiume Aji a Osaka, in Giappone (2015), a quelle del possente Yangtze a Wuhan, Cina (2017). Un percorso simbolico tra paesi, culture e paesaggi attraverso il fluire dell’acqua e della sua energia vitale. I lavori di Bialobrzeski sono stati esposti in Europa, USA, Asia, Africa e Australia. Ha vinto numerosi premi tra cui il prestigioso World Press Photo Award nel 2003 e nel 2010. Evento in collaborazione con fsm – Fondazione Studio Marangoni e MAD Murate Art District (ingresso libero, dal martedì al sabato, ore 14.30-19.30, info e prenotazioni info.mad@musefirenze.it e 055/247687).

 

BOOK CORNER

Al cinema La Compagnia sarà presente un corner curato da Tatatà, con libri ispirati all’India e alle tematiche del Festival, che saranno disponibili anche su bookdealer.it.

L’INDIA A TAVOLA

Durante il festival sarà possibile assaggiare specialità culinarie indiane preparate al bar ristorante del cinema La Compagnia. Inoltre, martedì 7 dicembre, per tutti gli appassionati di cucina il River to River in collaborazione con l’Istituto Cescot (Piazza Pier Vettori 8/10 a Firenze) organizza un corso di cucina indiana (per informazioni: 055 2705306 – g.beni@cescot.fi.it).

 

Il River to River Florence Indian Film Festival si svolge con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India e del Comune di Firenze, sotto l’egida di Fondazione Sistema Toscana, ed è realizzato con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Cinema e Audiovisivo, Regione Toscana e Fondazione CR Firenze. Il festival si avvale del sostegno degli sponsor Salvatore Ferragamo, Unione Induista Italiana e Galleria di Lux, i partner tecnici Instyle, Hotel Roma, fsm – Fondazione Studio Marangoni, MAD Murate Art District, Amblè, Cescot Firenze e Pocket Films e i media sponsor Firenze Spettacolo e RDF.

 

Per informazioni: www.rivertoriver.it