venerdì, Febbraio 23, 2024

Area Riservata

HomeProsaTeatro Quarticciolo, Senza Famiglia

Teatro Quarticciolo, Senza Famiglia

Il 24 e 25 marzo Il Mulino di Amleto porta mette in scena un racconto dissacrante dei rapporti famigliari

Venerdì 24 e sabato 25 marzo Senza Famiglia, testo di Magdalena Barile, sarà in scena al Teatro Biblioteca Quarticciolo, per la regia di Marco Lorenzi.

Sul palco ad interpretarlo: Christian Di Filippo, Francesco Gargiulo, Barbara Mazzi, Agnese Mercati, Angelo Tronca, gli affiatati attori di una delle compagnie più significative della nuova generazione teatrale, Il Mulino di Amleto che, nella sua grande diversità estetica e stilistica dall’ultimo Festen, offre uno spaccato del lavoro della compagnia completamente differente.

Una creazione folle e imprevedibile, finalista al Premio Scenario 2017, con protagonista una famiglia composta da cinque personaggi con i loro conflitti e l’impossibilità di esprimersi con affetto. Una storia tragicomica di una mamma, femminista nostalgica degli anni ’70, che fuori tempo massimo decide di recuperare il rapporto con la figlia, casalinga sottomessa al marito, madre a sua volta di due figli adulti ma irrisolti. Asserragliate in una vecchia casa al mare, la donna costringerà la figlia a seguire un corso accelerato di emancipazione, anarchia e trasgressione. Gli insegnamenti, mal compresi e non digeriti, finiranno per avere effetti nefasti sull’equilibrio del gruppo familiare.

A partire da un racconto dissacrante, esasperato e memorabile dei rapporti familiari, Senza Famiglia è la storia di un’educazione politica e sentimentale tra generazioni destinata a un grottesco fallimento. Un “horror psicologico”, a tratti divertente, ma spietatamente crudele, che prova a restituire la difficoltà (o l’impossibilità) della trasmissione di un’esperienza dai genitori ai figli.

_________________________
Il Mulino di Amleto, compagnia nata nel 2009 da un gruppo di giovani attori diplomati alla Scuola del Teatro Stabile di Torino e diretta da Marco Lorenzi e Barbara Mazzi. Nel corso degli anni si è saputa distinguere per produzioni molto diverse tra loro, spesso riletture di testi noti e altri meno noti, in cui centrale rimane sempre il lavoro d’attore e di regia e il piacere, ogni volta, di intraprendere sfide drammaturgiche nuove e stimolanti. Nel 2017 è tra i finalisti del Premio Scenario 2017 con il progetto Senza Famiglia di Magdalena Barile e debutta con Ruy Blas.

Quattro quadri sull’identità e sul coraggio, adattamento dell’opera Ruy Blas di Victor Hugo. Lo spettacolo, co-prodotto con TPE – Teatro Piemonte Europa, vince il bando SIAE Sillumina Nuove Opere – Copia privata per i giovani, per la cultura. Nel 2018 al Festival delle Colline Torinesi debutta con Platonov, primo classificato al concorso Last Seen 2018, risultando lo spettacolo più votato tra i dieci migliori spettacoli dell’anno secondo Krapp’s Last Post. A maggio 2021 debutta Festen. Il gioco della verità, prima versione teatrale italiana dall’omonimo cult movie diretto da Thomas Vinterberg, spettacolo prodotto da TPE – Teatro Piemonte Europa, Elsinor Centro di Produzione Teatrale, Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti e Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Nel 2021 riceve il Premio della Critica A.N.C.T. (Associazione Nazionale Critici di Teatro). Nel 2021 e nel 2022 vince il Bando Art Waves indetto dalla Compagnia di San Paolo e dedicato alle produzioni artistiche, permettendo così al regista e alla compagnia di sviluppare un nuovo importante ed emozionante progetto artistico.

Magdalena Barile è autrice teatrale, sceneggiatrice e docente di tecniche di scrittura drammaturgica. Dal 2020 è coordinatrice del corso di autore teatrale della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, unico corso triennale dedicato alla scrittura per lo spettacolo in Italia. Ha collaborato con alcune fra le maggiori compagnie e realtà produttive italiane fra cui Teatro dell’Elfo di Milano, Teatro Stabile di Torino, Biennale di Venezia, Piccolo Teatro di Milano, Il Mulino di Amleto, Accademia degli Artefatti, Attodue/Murmuris, Animanera, Motus. È fra le autrici del progetto artistico internazionale FABULAMUNDI Network Europe e Face à Face, paroles pour la scène. La sua ultima pubblicazione Gentleman Anne e altre pièce femministe è edita da Vanda Edizioni. Dal 2014 al 2020 è curatrice del progetto Scritture in scena di FESTIVALETTERATURA (Mantova).

____________________
Crediti
SENZA FAMIGLIA

di Magdalena Barile
regia Marco Lorenzi
con Christian Di Filippo, Francesco Gargiulo, Barbara Mazzi, Angelo Tronca
light designer Eleonora Diana collaborazione ai costumi Paola D’Arienzo
foto di scena Manuela Giusto manifesto Daniele Catalli organizzazione Milica Trojanovic
distribuzione Valentina Pollani e Leila Rezzoli ufficio stampa Raffaella Ilari
produzione A.M.A. FACTORY
con la collaborazione produttiva di Campo Teatrale
con il supporto di Residenza IDRA nell’ambito del progetto CURA 2018
con il sostegno del Centro di Residenza della Toscana (Armunia Castiglioncello CapoTrave/Kilowatt Sansepolcro)

spettacolo finalista al Premio Scenario 2017

 ______________________

Biglietti
Intero 12€ – Ridotto 10€ (over 65, under 24, convenzioni)

Acquisto online
Per info e prenotazioni
biglietteria@teatrobibliotecaquarticciolo.it

RELATED ARTICLES

Most Popular