giovedì, Febbraio 22, 2024

Area Riservata

HomeBresciaFestival del Vittoriale TENER-A-MENTE

Festival del Vittoriale TENER-A-MENTE

MARTEDI' 2 LUGLIO 2024  - Gardone Riviera (BS), via Vittoriale, 12

TRA I MUSICISTI PIU’ STIMATI DEGLI ULTIMI ANNI, 

FRONTMAN DEI THE FRAMES E META’ DEI THE SWELL SEASON, 

NEL CORSO DELLA SUA LUNGA E PROLIFICA CARRIERA

SI E’ AGGIUDICATO DUE NOMINATION AI GRAMMY 

ED UN OSCAR PER LA COLONNA SONORA DI ‘ONCE’. 

CANTAUTORE DI GRANDE LIVELLO, 

TORNA SUL PALCO DELL’ANFITEATRO DEL VITTORIALE

GLEN HANSARD

MARTEDI’ 2 LUGLIO 2024 

Festival del Vittoriale TENER-A-MENTE

Gardone Riviera (BS), via Vittoriale, 12

apertura cancelli: ore 20.00 – inizio concerto: ore 21.15

prezzi dei biglietti:

platea I settore: 43 Euro + prevendita

platea II settore: 40 Euro + prevendita

gradinata numerata: 34 Euro + prevendita

gradinata non numerata: 30 Euro + prevendita

posti in piedi: 26 Euro + prevendita

biglietti in vendita dalle ore 11 di mercoledì 13 dicembre

al sito www.anfiteatrodelvittoriale.it – infoline: 340.1392446 

Lo straordinario Glen Hansard torna in concerto in Italia per un atteso appuntamento a Tener-a-mente festivalil 2 luglio 2024, a sei anni dalla sua ultima apparizione sul palco dell’Anfiteatro del Vittoriale. Per l’occasione, l’artista presenterà, oltre al suo celebre repertorio, i brani di ‘All That Was East Is West Of Me Now‘, il disco pubblicato ad ottobre, a quattro anni dal suo ultimo lavoro di studio, periodo che ha trascorso in importanti collaborazioni con artisti del calibro di Eddie Vedder e Cat Power, oltre ad esibirsi dal vivo con The Frames e Markéta Irglovà/The Swell Season. 

Tutte queste esperienze hanno contribuito a dare una direzione a ‘All That Was East Is West Of Me Now‘, un album a tratti rumoroso e meditativo, tentacolare ed ipnotico, decisamente il disco più rock di Hansard dai tempi di ‘Burn The Maps‘. Frutto di una serie di cinque concerti organizzati con il passaparola dall’artista nel suo piccolo club locale a novembre 2022, in presenza di un pubblico, le canzoni hanno preso forma e sono iniziate le registrazioni con il collaboratore di lunga data, David Odlum, nel suo studio alla periferia di Dublino. Il titolo, ‘All That Was East Is West For Me Now‘, deriva dalla “improvvisa consapevolezza che c’è più dietro che davanti” e suggerisce un’indagine da una grande altezza, prendendo in considerazione la strada percorsa e tutto ciò che è ancora da scoprire. Sebbene il passare del tempo possa essere un tema centrale, le otto tracce si concentrano sulla promessa per il futuro piuttosto che sul rimpianto e la nostalgia.

Noto per i suoi memorabili concerti-spettacoli, Hansard, come tanti, ha affrontato la pandemia facendo show pop-up su Instagram che si sono rivelati un modo gratificante e utile per rimanere in contatto con la sua fan base. Di recente ha pubblicato ‘Take Heart‘, con la sua sodale Markéta Irglová, un singolo ispirato dalle parole pronunciate da Patti Smith durante un’esibizione a Brooklyn e scritto dopo aver trascorso del tempo con alcuni rifugiati ucraini in Irlanda.

In precedenza si è unito alla band di Eddie Vedder, The Earthlings , mentre con lui e Cat Power ha collaborato alla colonna sonora del film di Sean Penn, ‘Flag Day‘.

Cantautore, chitarrista, attore, voce e chitarra dei The Frames, vincitore del premio Oscar nel 2008 con ‘Falling Slowly’, miglior canzone originale tratta dal film ‘Once’, Glen Hansard, nei suoi live, stravolge lo scenario emotivo alternando momenti intimi con travolgente folk-rock. 

Il debutto musicale di Hansard risale al 1991, anno in cui pubblica il primo album con The Frames, storica band irlandese dalla fama internazionale, formata l’anno precedente. Negli anni in cui ha dato voce a The Frames, le sue ambizioni al rock e folk si sono alternate a momenti di intimità e quiete, durante i quali ha coltivato la sua carriera solista. Il primo progetto realizzato con Markéta Irglová, The Swell Season, risale al 2006 ed è subito un successo: il disco si trasforma in un film, ‘Once’, che diventa un piccolo caso in America, fino ad ottenere ben due nomination ai Grammy per la colonna sonora. Due anni dopo il brano ‘Falling Slowly’, con la collaborazione della Irglova, si aggiudica l’Oscar come miglior canzone originale per ‘Once’. Nel 2009 l’ultimo album con The Swell Season. 

Successivamente Glen Hansard si dedica al suo progetto solista, alternando momenti con la storica band The Frames. ‘Rythm and Ripose’ è il primo lavoro di studio da solista (2012), seguito tre anni dopo da due dischi pubblicati a poca distanza l’uno dall’altro. Con ‘Between Two Shores’ (2018), Glen Hansard porta a compimento il personale processo di evoluzione musicale, tra nuove influenze ed eventi personali che plasmano la sua abilità di scrittura. Pubblicato nel 2019 ‘This Wild Willing‘ riscuote il plauso della critica italiana ed internazionale, unendo originalità e semplicità ed esprimendo la nuova direzione artistica intrapresa da Hansard, tra innovazione, invenzione e sperimentazione.

I suoi live sono carichi di carisma, energia, improvvisazione ed empatia con il pubblico, elementi che fanno di lui un artista di grande livello. Dopo la sua ultima ed emozionante esibizione in un gremito Anfiteatro del Vittoriale, a chiusura dell’edizione 2019, del festival, Glen Hansard torna in concerto a Tener-a-mente il 2 luglio 2024.

https://glenhansard.com

credits: Antonio Martella 

A pochi mesi dal successo della dodicesima edizione – che si è chiusa con quasi 27.000 spettatori10 spettacoli tutti esauriti e un indice medio di riempimento del 100% – il Festival dell’Anfiteatro del Vittoriale è pronto a tornare per la tredicesima edizione di Tener-a-mente, la rassegna, nei mesi estivi, ospita nella suggestiva location dannunziana artisti internazionali e grandi cantautori italiani. 

Tra i palchi più belli d’Italia, il festival attira ogni anno spettatori da ogni parte del mondo: nel 2023 si sono infatti registrate presenze proveniente da ben 64 Paesi al mondo, contro i 38 dell’edizione 2022. La palma del concerto più internazionale, a lungo detenuta da Hozier, va ai Kaleo, che hanno avuto pubblico da 36 nazioni (tra cui AfghanistanKazakhstan e Islanda), seguiti appunto dal cantautore irlandese, con spettatori da 33 Paesi tra cui Australia, Brasile,SudanArabia Saudita e Kiribati, in Oceania. Terzo posto ex-equo per Jacob Collier e Nick Mason, ciascuno con pubblico da 28 nazioni tra cui Algeria, Giappone, Bahrain, Cina, Colombia, Hong Kong e Macao.

Si conferma con decisione anche la tendenza al ringiovanimento del pubblico del Festival e grande soddisfazione anche per la conferma ottenuta dall’omaggio alla poesia che, con Più Luce!, l’evento curato da Paola Veneto, ha registrato 1.381 spettatori. 

Giunto alla sua tredicesima edizione, Tener-a-mente si conferma come uno tra gli appuntamenti più attesi del panorama delle rassegne estive italiane, salutato da Studio Aperto come uno dei due Festival italiani più importanti, insieme al Lucca Summer Festival, e annoverato da GQ Italia tra i cinque migliori Festival nazionali, accanto a manifestazioni storiche come Umbria Jazz e il Festival dei Due Mondi di Spoleto.

Con una direzione artistica affidata dal presidente della Fondazione Il Vittoriale degli ItalianiGiordano Bruno Guerri a Viola Costa (Ripens’arti), cresce l’attesa per il cartellone dell’edizione 2024 di Tener-a-menteche, come ogni estate, porterà molti tra i più grandi protagonisti della musica italiana e internazionale nel magnifico Anfiteatro del Vittoriale, completato nel 2020 secondo il progetto originario di Gabriele d’Annunzio e sontuosamente rivestito in marmo rosso di Verona.

TENER-A-MENTE FESTIVAL 2024

Anfiteatro del Vittoriale, Gardone Riviera (BS)

Via Vittoriale, 12

22 giugno 

KASABIAN

2 luglio

GLEN HANSARD

8 luglio

JAMES BLAKE

26 luglio

MARCUS MILLER

29 luglio

PASSENGER

calendario in aggiornamento

biglietti in vendita al sito www.anfiteatrodelvittoriale.it

info e riservazioni telefoniche al 340.1392446,

da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 15

Anfiteatro del Vittoriale – www.anfiteatrodelvittoriale.it

RELATED ARTICLES

Most Popular