“La Duchessa del Bar Tabarin” della Compagnia stabile di Operette Alfa Folies di Torino dal 10 marzo al Salone Margherita di Roma

0
386
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Recensione di Fabiana Raponi

Al Salone Margherita di Roma torna in scena la grande operetta con “La duchessa del Bal Tabarin”  della Compagnia stabile di Operette Alfa Folies di Torino diretta di Augusto Grilli. Una brillante pochade, fra tradimenti, amanti, equivoci e riconciliazioni, tutto nella migliore tradizione dell’operetta: La duchessa del Bar Tabarin, con le sue giuste dosi di ironia e spensieratezza. conobbe infatti un grande successo negli Anni Venti. La musica di Leon Bard (pseudonimo di Carlo Lombardo) si unisce al libretto, di cui è autore anche stesso Lombardo in collaborazione con Arturo Franci e Carlo Vizzotto, per raccontare le vicende di Frou Frou, “chanteuse” del Bal Tabarin di Parigi che sposa Duca di Pontarcy innamorato di lei. Ma Frou Frou ben presto si annoia della vita matrimoniale, rimpiangendo il divertimento e la frivolezza di un tempo e quando il marito la coglie in flagrante con uno spasimante minaccia immediatamente il divorzio. Ma anche il Duca ha i suoi segreti poiché fa una corte spietata alla telefonista Edy… in scena un quartetto di amanti o aspiranti tali che si rincorre e si nasconde fino all’ovvia ricomposizione dell’equilibrio. Una trama pretestuosa per ripercorrere fra leggerezza e allegria, la spensieratezza degli Anni Venti con gli archetipi propri del mondo dell’operetta e per riscoprire e apprezzare un bel titolo a volte dimenticato. Dopo il debutto di domani sera, giovedì 10 marzo, La duchessa del Bar Tabarin sarà in scena anche venerdì 11 e sabato 12 marzo alle ore 21,00.

LEAVE A REPLY