Rassegna estiva all’Anfiteatro Romano di Ancona

0
244
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Nella ricca proposta culturale del Comune di Ancona per l’estate che sta per iniziare, un gradito ritorno dopo il successo della stagione inaugurale dello scorso anno, è la rassegna di teatro classico che si svolge dal 27 giugno al 30 luglio nel suggestivo sito archeologico dell’Anfiteatro Romano.

Il cartellone – realizzato dal Comune di Ancona in collaborazione con Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche, Regione Marche, Provincia di Ancona, AMAT, Teatro Stabile delle Marche e Fondazione Cariverona – partecipa al progetto regionale del TAU Teatri AntichiUniti, rassegna che per il quattordicesimo anno consecutivo si svolge nei mesi di giugno, luglio ed agosto nei luoghi di interesse archeologico, anfiteatri, siti e spazi di straordinaria suggestione.

L’inaugurazione il 27 giugno è con il Centro Teatrale Rinaldini che presenta Da Tebe a Colono, spettacolo nato da un’idea di Adriana Stecconi su regia di Laura De Carlo. “Partendo dallo splendido prologo “fuori scena” della Macchina infernale di Cocteau – scrive Adriana Stecconi nelle note allo spettacolo – proseguendo con Edipo Re siamo arrivati a Colono attraversando la vicenda di un uomo – più vittima che colpevole – che tramite l’espiazione trova nel dono di sé un senso alla propria parabola umana. Sfrondando i due magnifici testi sofoclei (Edipo Re e Edipo a Colono) di molte parti e lasciando il nudo scheletro umano di Edipo abbiamo cercato di tracciare un filo che come abbiamo dichiarato nel titolo ci porti “da Tebe a Colono”.”

Il 5 luglio la stagione prosegue conL’Assemblea diretta da Luciano Colavero. Lo spettacolo – da testi di Aristofane con Chiara Favero, Andrea Pangallo, Francesco Villano e con la partecipazione degli allievi della Scuola del Teatro Stabile delle Marche – è una produzione del Teatro Stabile delle Marche nell’ambito del Progetto Archeo.S – System of Archeological Sites of the Adriatic Seascofinanziato dal programma di Cooperazione Transfrontaliera Cross-Border Cooperation IPA-Adriatico in collaborazione con Strutture Primarie e con AMAT nell’ambito del progetto TAU Teatri Antichi Uniti. “Lavorare su Aristofane oggi e proporlo ancora una volta agli spettatori – si legge nelle note allo spettacolo – è una sfida necessaria. Le sue commedie parlano direttamente alla nostra indignazione, ci provocano, come solo i grandi classici sanno fare.”

È un Agamennone tradotto da Pier Paolo Pasolini quello che porta in scena il 10 luglio Pietro Conversano con il Teatro del Banchéro. “Dio fa che finisca presto questa pena”. Con parole cariche di angoscia s’inaugura l’Agamennone di Eschilo. La scena è ad Argo; la notte sta per finire, di un giorno di tardo autunno. Davanti alla reggia il guardiano avvista il messaggio di fuoco, che ripetuto di monte in monte, annuncia la presa di Troia giunta al suo decimo anno di guerra. Interpretano questo testo immortale Cristina Cirilli, Pietro Conversano, Stefano De Bernardin, Tiziana Marsili Tosto e Stefano Tosoni.

È un appuntamento di grande fascino quello che attende il pubblico il 15 luglio con protagonista l’amatissimo Nicola Piovani inViaggi di Ulisse un racconto in musica per strumenti che si concertano con voci registrate che recitano versi di poeti, da Omero a Saba. “I temi del racconto sono le emozioni che mi hanno lasciato le letture e l’immaginazione di alcuni viaggi di Ulisse – afferma Piovani – personaggio vecchio di tre millenni, figura di un fascino e di una meraviglia ancora oggi indecifrabili. Con la musica strumentale, ovviamente, non raccontiamo i fatti che solo la parola può descrivere. Ma la musica può tentare di materializzare la commozione che quei fatti ancor oggi ci suscitano. Il concerto mitologico Viaggi di Ulisse punta a ricreare in teatro l’incanto di quelle vicende odissiache che da sempre mi seducono; e spero di condividere quell’incanto innanzitutto col pubblico.” L’Ensamble Aracoeli – pianoforte, il contrabbasso, il sax, il violoncello, le percussioni, la tastiera elettronica – accompagnano il Maestro.

Il 27 luglio la scena è per Medea. A dare vita a questo personaggio tra i più affascinanti ed estremi, un’attrice intensa e carismatica come Pamela Villoresi; al suo fianco – diretti da Maurizio Panici – nel ruolo di Giasone Massimiliano Franciosa.È proprio attraverso Medea che Euripide pone all’interno delle rappresentazioni tragiche un elemento di assoluta modernità. Medea, infatti, è la prima donna a mettere in discussione i rapporti tra uomo e donna, evidenziando una situazione di forza, contestando l’esistente, aprendo un contenzioso e lasciando intravedere nuove possibilità. Completano il cast Renato Campese, Maurizio Panici, Silvia Budri Da Maren, Andrea Bacci ed Evelina Meghnagi.

La conclusione della stagione il 30 luglio è affidata alle voci di Laura De Carlo, Giovanna Grilli, Claudio Cinnitti e Marco Mondaini che danno corpo, in una lettura scenica curata da Adriana Stecconi, alle suggestioni di Fuochiopera della maturità di Marguerite Yourcenar. Fuochi è una raccolta di prose liriche sulla passione amorosa. I soggetti di ispirazione classica (da Omero, Sofocle) vengono riletti fuori dalla storia, elevati ad archetipi eterni da una scrittura espressionista.

Per informazioni, vendita abbonamenti (settore A 50 euro, settore B 38 euro) e biglietti (dal 25 giugno): AMAT 071 2072439, 346 3778838, www.amat.marche.it.

 

 PROGRAMMA:

27 giugno | Anfiteatro Romano

Centro Teatrale Rinaldini

DA TEBE A COLONO

da Edipo Re e Edipo a Colono di Sofocle

un’idea di Adriana Stecconi

regia Laura De Carlo

5 luglio | Anfiteatro Romano

Teatro Stabile delle Marche – Progetto Archeo.S – System of Archeological Sites of the Adriatic Seas

cofinanziato dal programma di Cooperazione Transfrontaliera Cross-Border Cooperation IPA-Adriatico

in collaborazione conStrutture Primarie e con AMAT nell’ambito del progetto TAU Teatri Antichi Uniti

L’ASSEMBLEA

da Aristofane

drammaturgia e regia Luciano Colavero

ingresso gratuito

10 luglio | Anfiteatro Romano

Teatro del Banchéro

AGAMENNONE

di Eschilo

traduzione Pier Paolo Pasolini

regia Pietro Conversano

15 luglio | Anfiteatro Romano

Compagnia della Luna

VIAGGI DI ULISSE

concerto mitologico per strumenti e voci registrate

scritto e diretto da Nicola Piovani

27 luglio | Anfiteatro Romano

Associazione Teatrale Pistoiese / ArTè Stabile di Innovazione / Teatro dei due Mari

MEDEA

di Euripide

con Pamela Villoresi

regia Maurizio Panici

30 luglio | Anfiteatro Romano

FUOCHI

[lettura scenica]

di Marguerite Yourcenar

a cura di Adriana Stecconi

ingresso gratuito

 

LEAVE A REPLY