L’Altro Monferrato, percorsi d’arte e teatro tra borghi e castelli

0
199
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Il contenuto innovativo di AgriTeatro e la coerenza interna della rassegna stanno nella volontà – sempre accompagnata da un po’ di spirito avventuroso e di scoperta – di unire l’elemento spettacolare e quello paesaggistico e storico, utilizzando liberamente tutte i “registri” della messa in scena teatrale. Il nome della nostra associazione è insieme Agri ovvero ecologia e paesaggio e Teatro, ovvero cultura, letteratura, spettacolo. Nessun intento predicatorio rispetto all’ambiente, vogliamo solo renderlo nostro “partner” (con la luna, le stelle, i prati, i giardini, i castelli) nella rappresentazione, facendolo “interloquire” con gli attori e con il pubblico, e nello stesso tempo, come è evidente sia nella scelta degli spettacoli che in quella delle iniziative collaterali, vogliamo comunicare il fatto che amare e curare l’ambiente può essere un’attività divertente e coinvolgente come sa essere il teatro.

Il “fil rouge” che lega tutti gli eventi è anche “il teatro fuori dal teatro”. Quasi un “mondo a sé” nel campo della scena contemporanea, un esperimento creativo di cui Tonino Conte è stato uno degli “inventori”, e di cui hanno esperienza tutti i componenti di AgriTeatro.

Nell’estate 2012 AgriTeatro con la III edizione della rassegna “L’Altro Monferrato, percorsi d’arte e teatro tra borghi e castelli”, giungerà al suo quinto anno di attività: il cantiere d’arte ideato da Tonino Conte per il Monferrato, continua il suo viaggionel territorio alla scoperta dei luoghi più suggestivi e affascinanti attraverso spettacoli, laboratori, incontri ed “eventi di varia natura”, nel senso di eventi “eterogenei” dal punto di vista dell’espressione artistica e culturale ma soprattutto nel senso che sarà la natura stessa, da diversi punti di vista, ad essere partner delle proposte.

Non a caso l’edizione 2012 de “L’Altro Monferrato, percorsi d’arte e teatro tra borghi e castelli” è dedicata al Viaggio: viaggio tra i borghi, tra i castelli, viaggio tra i generi, invito al viaggio rivolto a tutto il potenziale pubblico a cui chiediamo di spostarsi per seguire le nostre proposte di spettacolo e di scoperta dei luoghi. Un viaggio che tocca più di 10 comuni del’Alto Monferrato, nell’Appennino che divide il Piemonte dalla Liguria.

In questi percorsi per borghi e castelli gli spettatori avranno occasione di scoprire luoghi di straordinario pregio storico e naturalistico, come il parco, i sotterranei e il giardino del Castello di Rocca Grimalda, l’arcaico Castello di Casaleggio, uno dei più antichi del Monferrrato, il paradiso botanico di Villa Schella, il Castello e il Giardino a Prasco, le cappelle del Sacro Monte di Crea.

Per toccare una così vasta e capillare varietà di luoghi, molti dei quali normalmente chiusi al pubblico, AgriTeatro ha intrecciato moltissime collaborazioni e contatti con Associazioni, Istituti, proprietari privati, Artisti, Compagnie, Enti e Istituzioni, una vera e propria “rete” che si è allargata di anno in anno e che promette di allargarsi ancora. Una rete di persone, più ancora che di sigle e nomi che si riconosce in uno spirito che accomuna, nel segno della cultura, dell’ambiente, del piacere del vivere che si esprime anche nell’atmosfera che si crea quando si mangia, si beve e si ascolta: in breve in quello che gli antichi chiamavano spirito “conviviale”.

Non a caso da qualche tempo le parole che ricorrono maggiormente nella lista dei desideri sono principalmente tre: tempo, ambiente, enogastronomia. Tre parole che insieme concorrono semplicemente a definire i contorni di una più alta qualità della vita. Agriteatro non ha la pretesa di approfondire la teoria di questi argomenti ma da essi parte, sono gli spunti che orientano alcune scelte e che vanno a “rinverdire” di nuova linfa il “teatro fuori dal teatro”.

L’AlTro Monferrato

percorsi d’arte e teatro tra borghi e castelli

da sabato 21 luglio a giovedì 16 agosto 2012

direzione artistica Tonino Conte

promosso da AgriTeatro

Il palcoscenico? Un prato verde o l’aia di una cascina. Le quinte? Rocce millenarie o ruderi di un antico castello. Il fondale? Il panorama del Monviso al tramonto o un bosco di castagni centenari. Le luci di scena? Pochi essenziali elementi o a volte il chiarore della luna e delle stelle che il cielo di mezz’estate sa regalare ad artisti e spettatori. Si snoda così – tra sabato 21 luglio e giovedì 16 agosto 2012 – tra castelli sentieri e cascine forse il più verde e naturaledei Festival, la rassegna L’Altro Monferrato promossa da AgriTeatro, il cantiere d’arte e teatro ideato da Tonino Conte, appassionato da sempre alle sfide del teatro fuori del teatro.

Tra l’inaugurazione del 21 luglio – nelle piazze e nel castello di Rocca Grimalda, con la comicità straordinaria di Paolo Nani, Vino e Poesia, The Magic Van – alla conclusione del 16 agosto nel borgo medioevale di Tagliolo Monferrato, con uno spettacolo cotto a puntino, Recitarcucinando con Gianni Masella e Boris Vecchio, sono molti gli appuntamenti in cui sono la natura e il paesaggio e la convivialità a giocare il ruolo di protagonisti:

Anteprima della rassegna venerdì 13 luglio alle ore 19, alla storica libreria Cibrario in piazza della Bollente ad Acqui Terme, dove Bruno Gambarotta, popolare autore radiofonico e televisivo, amabile e spiritoso buongustaio, presenterà il divertente e documentatissimo libro di storia e di cucina di Rocco Moliterni, Parlami d’amore Ragù, ovvero Siamo nati per soffriggere.

Sabato 21 luglio a Rocca Grimalda una giornata all’insegna del sorriso inaugura il calendario degli spettacoli, nel borgo e al Castello. Prima le sorprese di The Magic Van (un furgone e dentro un “localino” dal gusto retrò per piccole magie comiche, thé e biscotti, per 8 spettatori alla volta) e poi, nell’enoteca del paese, rime poetiche abbinate ai viniVersi a Sorsi, a cura di Gianni Masella. Alle 21 si entra nel giardino del Castello per ridere a crepapelle con Paolo Nani – 15 modi di recapitare LaLettera, da Raymond Queneau, da 18 anni, in giro in tutto il mondo, con uno straordinario successo. Conclusione per nottambuli nelle cantine con Amarsi a Versi, questa volta vino e poesia abbinati nel segno della comicità e dell’erotismo. Per chi vuol passare il week end nel Monferrato, o tornarci il giorno dopo, domenica 22 luglio nel paradiso botanico di Villla Schella, a Ovada, un’intera giornata dedicataa bambini e famiglie: sarà l’artista e attore Antonio Catalano, a creare con gli spettatori – usando solo materiali naturali trovati sul posto come foglie, rami, terra, piume, pane – una tra le sue installazioni più richieste, Mondi Fragili. Ideale per avvicinare i più piccoli all’ambiente. Nella stessa giornata Gli Incredibili viaggi di Mister Gulliver, uno spettacolo del Teatro della Tosse interpretato da Pietro Fabbri, e la dimostrazione finale dei giovanissimi allievi del corso di recitazione di AgriTeatro per bambini dedicata a Huckleberry Finn da Mark Twain.

Ancora risate e sorprese acrobatiche e alcoliche venerdì 27 luglio, alla sera, nel Museo del Territorio di Cassinelle, dove i FreakClown rappresentano Le Sommelier, degustazione ad alto tasso di ironia, tra calici e bottiglie volanti, bicchieri musicali e bottiglie sonore.

Alla scoperta dei giardini e degli ambienti del Castello di Prasco è dedicata la giornata di sabato 28 luglio, in cui libri e racconti saranno protagonisti: alle ore 16.30, per i più piccoli, In Viaggio, Storie in Valigia, di e con Elisabetta Salvatori accompagnata dal violino di Matteo Ceramelli. Alle ore 18 la compagnia italo australiana Cuocolo/Bosetti e il loro sorprendenteteatro/realtà presenta il racconto di Diary Project nel prato e nel porticato. Alle ore 21 va in scena sempre a firma Cuocolo/Bosetti il nuovo spettacoloRoberta Torna a Casa, ambientata nell’edificio primi ‘900 collocato dentro le mura del Castello, per non più di 20 spettatori, estratti a sorte tra i partecipanti alla giornata. Contemporaneamente, sempre alle ore 21Lettori in carrozza!, conclusione sul binario dei ricordi, in cui il Gruppo di Lettura Feltrinelli – Teatro della Tosse, dopo un viaggio in treno che partirà da Genova e offrirà il racconto delle avventure dei giovani Carmelo Bene e Tonino Conte,dal libro L’amato Bene.

Domenica 29 luglio sarà la storica piazza della Bollente, ad ospitare una singolare performance della parola, con Storie a Gettoni, a cura di Gianni Masella e nell’interpretazione di Vlad Scolari dall’interno di una cabina – juke box letterario.

Dopo un suggestivo excursus al Castello di Casaleggio, il più antico del Monferrato (che viene aperto al pubblico soltanto in occasione della rassegna di AgriTeatro) sabato 4 agosto ci si ritroveràper seguire con gli allievi del corso di recitazione per adulti condotto da Enrico Campanati le avventure di Don Chisciotte e Sancho Panza (replica domenica 5 agosto nel borgo di Grognardo); venerdì 10 agosto laserata sarà invece dedicata alla scoperta della natura e del cielo stellato. La rappresentazione nel bosco della Cascina San Biagio (Cremolino) de Il Giardino Segreto, interpretato dall’attrice-giardiniera Lorenza Zambon con le musiche suonate da Gianpiero Malfatto, introdurrà infatti la più celeste delle serate, quella dedicata a osservare le stelle cadenti nella notte di San Lorenzo. Dopo lo spettacolo, l’Osservatorio Astronomico del Righidi Genova aiuterà gli spettatori a leggere il cielo di mezz’estate.

Amate le escursioni e volete dimenticare il traffico e il chiasso della città? Non potete mancare sabato 11 agosto uno degli appuntamenti conclusivi de L’Altro Monferrato, il Teatro Picnic, quando attori e spettatori attraverseranno insieme a piedi boschi e prati per arrivare alla radura tra le montagne dove si rappresenterà In equilibrio/spettacolo nella natura, a cura di Associazione Culturale Sarabanda, regia di Boris Vecchio: lì i due interpreti acrobati Chloé Mura e Mathieu Hibon incontreranno l’amore camminando su una corda tesa tra due rocce. Partenza dal Santuario del Sacro Monte di Crea, ritorno dopo aver gustato il cibo e il vino che ognuno ha portato da casa, per un momento conviviale tra pubblico e attori.

La rassegna chiude giovedì 16 agosto con un altro momento spettacolare – conviviale: Recitarcucinando, lezione-spettacolo di cucina di e con Gianni Masella e Boris Vecchio nel Borgo Medioevale di Tagliolo Monferrato.

Il programma di spettacoli promosso da AgriTeatro per l’estate 2012 sarà preceduto e intercalato da saggi e seminari dedicati ai bambini (con Alice Scano e Gianni Masella), agli appassionati di scrittura (con Laura Curino e Renato Cuocolo) e di recitazione (con Enrico Campanati). Saranno 10 i comuni (Acqui Terme, Casaleggio, Cassinelle, Cremolino, Ovada, Ponzano, Prasco, Serralunga, Rocca Grimalda, Tagliolo Monferrato,)

coinvolti nel filo verde che mette in rete i luoghi più suggestivi, e a volte meno conosciuti, dell’Alto Monferrato.

L’edizione 2012 de L’Altro Monferrato, percorsi d’arte e teatro tra borghi e castelliha avuto il sostegno della Compagnia di San Paolo di Torino nell’ambitodel Bando “Arti Sceniche”, della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, della FondazioneCassa di Risparmio di Torino e di Banca Carige e il patrocinio della Provincia di Alessandria.

L’Associazione Culturale AgriTeatro, promotrice dell’Altro Monferrato, nel corso della sua attività, è stata sostenuta dalla Regione Piemonte, dalla Provincia di Alessandria e da Coop Liguria.

Hanno contribuito e collaborato ai diversi appuntamenti i Comuni di Casaleggio, Cassinelle, Cremolino, Rocca Grimalda, Tagliolo Monferrato, l’Associazione Castello di Rocca Grimalda, il Castello di Casaleggio, il Castello di Prasco – Centro Studi Gallesiani, la Pro Loco di Grognardo, Villa Schella, la Libreria Cibrario di Acqui Terme, il CAI di Casale Monferrato, L’Osservatorio Astronomico del Righi.

ASSOCIAZIONE CULTURALE AGRITEATRO

via Caramagna, 36 – 15010 Alessandria

Tel. 010 2471153 o 346 8724732 mail info@agriteatro.it

web www.agriteatro.itAgriTeatro

LEAVE A REPLY