VISIONARIA. Festa di suoni, visioni e arte celeste nel centro di Prato

0
255
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Una grande festa per l’inaugurazione del Settembre Pratese. Musica avvolgente, voci vertiginose, intreccio di immagini e suoni in un dialogo tra terra e cielo…

 

Mercoledì 5 settembre 2012 dalle ore 20.30 – PRATO, centro storico – ingresso libero


Il Settembre Pratese 2012 sarà inaugurato da VISIONARIA, un grande evento – voluto dal Comune di Prato e organizzato da Fonderia Cultart – per trasformare il centro storico della città in un cuore pulsante festoso e spettacolare. Il 5 settembre una travolgente parata di acrobati e musicisti guiderà il pubblico in un percorso che attraverserà le vie e le piazze principali di Prato. Un’occasione speciale e unica per entrare in contatto con scenografie urbane, musica, voci, immagini, suoni, visioni e acrobazie, per un risultato di forte impatto visivo, trascinante energia e grande suggestione poetica.

Evento clou – IN ESCLUSIVA A PRATO PER L’UNICA DATA ITALIANA – lo spettacolo Lacher de Violons di Transe Express (compagnia francese di fama mondiale) che è già stato rappresentato nelle principali città dei cinque continenti, da Sidney a Philadelphia, da Parigi a Stoccolma, per citarne alcune. Violinisti appesi a una struttura aerea a 30 metri di altezza dialogheranno con la soave voce di una cantante lirica e con il ritmo incalzante dei percussionisti a terra.

Prato Visionaria renderà protagonisti la città e i suoi cittadini, animati dalla creatività, immaginazione, poesia e mestiere degli artisti coinvolti. Sarà l’occasione di regalare immagini furtive al paesaggio urbano: vie, finestre, balconi saranno palcoscenico naturale di uno spettacolo diffuso che rimarrà impresso a lungo nella memoria collettiva.

Il compito di aprire la serata, dalle ore 20.30 lungo le vie del centro, è affidato alla Fantomatik Orchestra, progetto musicale toscano nato nel ‘93, una marching band sullo stile delle grandi street band americane.

Il percorso prosegue in Piazza delle Carceri con Immaginaria, curata da Stark: luci, immagini, raggi colorati, il susseguirsi di grafiche sulle opere pratesi di Filippo Lippi, il tutto in sincronia con la musica, ridefiniscono l’ambiente avvolgendo lo spettatore in un’atmosfera affascinante e in uno scenario davvero originale.

Uno spettacolo di teatro verticale, con salite e discese mozzafiato, sfida invece la gravità e la facciata di Palazzo Pretorio: gli acrobati del Mattatoio Sospeso raccontano una storia d’amore dal titolo Les amants du ciel, trasportando lo spettatore, e l’architettura stessa, in una dimensione magica dove tutto può accadere.

Infine, la parata della compagnia francese Transe Express: performance non convenzionali invadono le strade sorprendendo il pubblico nel suo quotidiano. Due percorsi separati (da Piazza del Comune e da via Magnolfi) si ricongiungono in piazza Duomo per dar vita a Lacher de Violons. Un camion diventa un enorme tamburo, percosso da due acrobati e riempito di musica elettronica, mentre, a terra, i batteristi incalzano il ritmo. Improvvisamente dal cielo piovono violini… è l’istante della magia per eccellenza. Sospesi a un enorme carillon (alla Calder), a trenta metri d’altezza, i violinisti suonano una melodia penetrante che si fonde con la voce lirica della trapezista.

 

Programma

Dalle 20.30 Centro Storico: FANTOMATIK ORCHESTRA _ Street band

Dalle 21.00 Piazza delle Carceri: IMMAGINARIA _ Maxi proiezioni sulla facciata del Castello dell’Imperatore a cura di Stark

Ore 21.30 Piazza del Comune: MATTATOIO SOSPESO in Les amants du ciel

Acrobati in un affascinante spettacolo di teatro verticale sulla facciata di Palazzo Pretorio

Ore 22.00 Da Piazza del Comune: percussionisti dei TRANSE EXPRESS e FANTOMATIK ORCHESTRA

Street parade tra funky, soul e rhythm’n’blues

Ore 22.30 Da Via Magnolfi: CLIQUETIS

Una parata ai limiti della realtà con i ritmi tribali dei Transe Express

Ore 23.00 Piazza Duomo > LACHER DE VIOLONS di Transe Express

Uno spettacolo sospeso tra terra e cielo, percussioni, violini e acrobati duettano a trenta metri d’altezza

 

 

TRANSE EXPRESS: Lacher de violons

DOPO AVER GIRATO IL MONDO, IN ESCLUSIVA A PRATO PER L’UNICA DATA ITALIANA

5 settembre 2012 > inaugurazione Settembre Pratese

Ore 23, Piazza Duomo _ ingresso libero

 

Marionette umane colpiscono una smisurata grancassa. Come il battito cardiaco, segnano il ritmo. Un carro, saturo di musica elettronica, fende la folla. A terra, l’ondata di batteristi fa venir voglia di seguirne il passo. I tamburi rullano, quando improvvisamente l’incanto: dal cielo piovono violini.

Un gruppo di violinisti dondola dolcemente, sospeso a una struttura aerea a 30 metri di altezza.

La melodia ammaliante del quartetto d’archi e la voce soave di una cantante lirica flirtano con il ritmo grave e incalzante dei tamburi.

 

Lacher de violons gioca sul contrasto fra le materie. Il peso dei tamburi e delle percussioni unito alla delicatezza dei violini e alla soave voce della cantante lirica.

I corpi incollati al suolo a scandire il ritmo si intrecciano con gli archi maliziosi sospesi sopra le loro teste. Un dialogo tra terra e cielo.

È l’istante della magia per eccellenza, in cui tutti sono con il naso all’insù. Momenti unici in cui la folla vibra all’unisono. Ci troviamo al centro della piazza, quella che di solito ospita la vita della città. Il Duomo è protagonista, insieme al pubblico e agli artisti.

La compagnia Transe Express.Fondata nel 1982 da Brigitte Burdine e Gilles Rhode, i direttori artistici, Transe Express gioca negli spazi aperti per andare incontro al pubblico. Senza limiti, i generi artistici e le modalità di espressione sono messi a disposizione di artisti, musica, danza, arti plastiche, acrobazie, circo, fuoco, letteratura, metallurgia e teatro, crocevia e deus ex machina di ognuna di queste pietre filosofali: creazioni spiazzanti che investono la scena, gli spazi non convenzionali e soprattutto le strade, per sorprendere il pubblico nel suo quotidiano. Avventure inedite per mettere in scena la città e cristallizzare i tempi di un’epoca.

Fantomatik Orchestra è un progetto musicale che nasce in Toscana nel 1993 come gruppo funky, soul e rhythm’n’blues, con influenze etno, pop e dance. La nuova formazione, 14 elementi, 3 percussioni, 4 trombe, 4 sassofoni, 1 susafono, 1 trombone, 1 chitarra, riesce immediatamente a imporsi all’attenzione pubblica, grazie a un numero crescente di concerti (oltre 400) in tutte le piazze italiane e in numerosi festival nazionali ed europei.

STARK – Architectural & interactive projectors. Fondata dal fotografo e direttore artistico Paolo Buroni, Stark è l’azienda italiana leader nel settore delle proiezioni e delle multivisioni per i grandi eventi e lo show-business. Con la divisione grandi eventi, opera da oltre 20 anni nel campo specialistico delle grandi spettacolarizzazioni con proiezioni immersive in Multivisione e sofisticatissimi effetti interattivi. Con la propria tecnologia avanzata realizza proiezioni a grande distanza,come aree urbane, montagne, spazi naturali, trasformando qualsiasi superficie in uno schermo per proiezioni a 360 gradi, facendo proiezioni statiche che dinamiche. Nota a livello nazionale e internazionale, Stark lavora per i maggiori clienti nel mondo della moda, dello sport, della cultura e dello spettacolo. Tra i suoi clienti: Team Ferrari – Marlboro, Torino Winter Games, Biennale del Cinema di Venezia, Rai tv (Sanremo, Miss Italia, Che Tempo che Fa), A.C. Milan, Inter F.C, Bikkemberg, Yamamai, Festival del Cinema di Dubai, Museo del Cinema di Torino, Palazzo Ducale di Urbino, Città del Vaticano, Taiwan Repubblica di Cina, Repubblica Socialista del Vietnam, i principali Comuni e musei italiani.

Mattatoio Sospeso, compagnia fondata da Marco Mannucci nel 2006. Mattatoio è un macello (pubblico), è dove succede di tutto, dà visioni fuori del normale: sospese. Passione per l’arrampicata sportiva, l’acrobatica, il teatro di strada, il teatro, la poetica del non ordinario, il circo… Mattatoio con echi lontani all’architettura a volume zero di Banham e memore delle visioni sospese di Chagall si stacca dal suolo per volare sulle facciate di torri, palazzi, castelli.Il sospeso, la sospesione è il non-luogo dove si infrange la legge di gravità. Questo trasporta il pubblico e l’architettura oggetto di spettacolo in una dimensione altra. La dimensione onirica dove tutto può succedere, non esistono regole: si vola, si sogna a occhi aperti.

 

Ingresso libero.

INFO:  www.comune.prato.itwww.settembrepratese.it  – www.fonderiacultart.it – tel. 338.1015732

Ufficio Stampa Fonderia Cultart: Simona Nordera  347 9488210  s.nordera@gmail.com

LEAVE A REPLY