Inferno: la parola che danza da Roma a Boston

0
303
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Dopo il successo delle scorse stagioni al Teatro Olimpico di ROMA, lo spettacolo-evento dedicato all INFERNO dantesco debutterà nel 2013 a BOSTON

Nell’ambito delle attività di promozione della cultura italiana all’estero la Società Dante Alighieri, in collaborazione con il Teatro Olimpico di Roma e la Massimo Gallotta Productions, proporrà al pubblico degli amanti della cultura italiana un percorso originale e affascinante attraverso cui riscoprire il Sommo Poeta e la sua cantica più popolare: i canti dell’Inferno dantesco, interpretati attraverso la visione contemporanea del coreografo Emiliano Pellisari, che dopo Roma animeranno la stagione teatrale della città di Boston nell’autunno del 2013.

Dopo 3 stagioni di successi al Teatro Olimpico, torna per il 4° anno consecutivo la compagnia di danzatori aerei di Emiliano Pellisari con lo spettacolo INFERNO (che fu prodotto per la prima volta con l’Accademia Filarmonica Romana), in scena dal 2 al 14 ottobre: un successo di pubblico straordinario che porta una ventata di ottimismo in questo periodo così critico che la danza italiana sta attraversando.

Lo spettacolo-evento nato nel 2007 – e ora proposto con due coreografie inedite – è un caleidoscopio di immagini sorprendenti ispirate ai più famosi canti danteschi e portate in scena da sei danzatori acrobati che sfidano le leggi della fisica, trasformando lo spazio teatrale in una nuova dimensione: quella del sogno. Uno spettacolo fortemente innovativo in cui il disegno della luce, la musica e gli effetti speciali si coniugano poeticamente con la danza. Immagini straordinarie appaiono dal buio in una carrellata senza sosta di effetti come in un quadro di Bösch: Paolo e Francesca, rapiti nel turbine infernale, volano nel cielo eternamente abbracciati; schiere di dannati cadono al suolo come foglie; le anime dei grandi del passato fluttuano nell’atmosfera sospesa del limbo; angeli e diavoli si affrontano nello spazio in duelli aerei, accompagnati dal ritmo della musica etno-world. Un Inferno paradossale come Escher, assurdo come Magritte, crudelmente caravaggesco, che trascina lo spettatore in uno spiazzante e coinvolgente sogno ad occhi aperti.

La Società Dante Alighieri, inoltre, promuoverà l’intera TRILOGIA della DIVINA COMMEDIA (Inferno, Cantica II e Paradiso) ideata da Emiliano Pellisari in tutto il territorio nazionale, seguendo la tournée di città in città.

Si ringrazia l’Associazione Civita per aver valorizzato e sostenuto l’incontro felice tra la danza ed i versi del Sommo Poeta con il progetto “La parola che danza”.

LEAVE A REPLY