Teatro de’ Servi (Roma): ecco la nuova stagione!

0
324
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Giovedì 13 settembre alle ore 21, il Teatro de’ Servi presenta l’imminente cartellone 2012/2013, riproponendo la fortunata formula degli ASSAGGI DI STAGIONE, quest’anno presentati da Michele La Ginestra. Più che un semplice anticipo per il pubblico, la serata di trailer si presenta come un vero e proprio appuntamento a sé, uno sguardo d’insieme sull’universo del teatro comico e della leggerezza autoriale che determinano, da ormai dieci stagioni, il sempre crescente successo di pubblico del Teatro de’ Servi.

In questi 10 anni infatti, il Teatro de’ Servi ha accolto più di 288.500 spettatori per un totale di 11.791 abbonati, mettendo in scena 2.101 recite relative a 106 differenti spettacoli. Nella passata stagione 2011/2012 si contano oltre 42.000 presenze e quasi 2.000 abbonamenti. Grandi numeri per un teatro di poco più di 200 posti.

Nella serata del 13 settembre, dodici spettacoli compressi in pillole da pochi minuti l’uno: il meglio dell’ironia, della suspance e del gioco psicologico in una confezione trailer che contiene tutta l’emozione e l’impatto della mise en scene dal vivo. Aprirà la nuova stagione teatrale e il trailer-show Finché vita non ci separi (ovvero W gli sposi) di Gianni Clementi, regia di Vanessa Gasbarri, dove un pugno di attori ci fa rivivere la cerimonia tanto temuta, in una sorta di continua sarabanda di cambi d’abito e personaggi, senza soluzione di continuità. (25 settembre – 14 ottobre)

Seguirà Roberto D’Alessandro che torna al de’ Servi con lo spettacolo Bamboccioni (ovvero Che noia il posto fisso) che ironizza su tre laureati quarantenni e mammoni che si ritrovano a vivere sotto lo stesso tetto e a confrontarsi con il mondo del lavoro… volontario. Una spassosa commedia sulla monotonia del posto fisso, per chi ce l’ha. (16 ottobre – 4 novembre)

Un architetto che passa le giornate a farsi domande sugli archi finti e sua moglie che passa le notti con l’incubo di scongelare alimenti ittici sono i protagonisti dello spettacolo successivo, Insieme a te non ci sto più di Adriano Bennicelli, per la regia di Michele La Ginestra. Una coppia solida, colonne che sostengono archi, archi che sostengono soffitti… finché non irrompono un muratore-psicologo rumeno e un’affascinante zingara pedinatrice. (6 – 25 novembre)

Torna al Teatro de’ Servi anche Antonio Grosso con il suo nuovo spettacolo Giggino Passaguai e con la storia di due giovani preti mandati a risollevare le sorti di un quartiere malavitoso con una chiesa ormai in rovina e di una comunità abbandonata a se stessa. Questa volta vedremo una Napoli alle prese con una realtà tragica, ma allo stesso tempo “divinamente” comica! (27 novembre – 16 dicembre)

Marco Falaguasta e la sua storica compagnia di attori chiuderanno l’anno 2012 con lo spettacolo L’ultimo rigore. Un dentista, un divorziato e un prete sono i tre amici di vecchia data che si trovano di nuovo a fare gioco di squadra in quella partita quotidiana che è la vita. Tre amici i cui percorsi di vita sembrano essere così diversi, ma che poi alla fine non lo sono. (18 dicembre – 6 gennaio)

Riprendendo ironicamente la profezia Maya sulla fine del mondo sul palco del Teatro de’ Servi andrà in scena l’ultimo divertentissimo spettacolo di Roberto MarafanteNon sarà mica la fine del mondo?! Protagonisti due professori e una coppia di genitori, le udienze scolastiche di fine quadrimestre, la scuola chiusa, piccole scosse di terremoto, il cellulare che non prende e una pistola in una borsetta. Non sarà mica la fine del mondo se il figlio Francesco va male a scuola?! (8 – 27 gennaio)

Dopo il grandissimo successo di Ricette d’amore, una nuova commedia comica su uno spaccato tutto femminile, firmata da Cinzia Berni e diretta da Roberto Marafante in scena proprio per S. Valentino e S. Faustino: Una ricetta per single. Quattro amiche in cucina che preparano manicaretti e parlano d’amore, di sesso e di tradimenti; nel momento culminante arriva Luca, un ragazzo bellissimo che ha avuto una storia con tutte e quattro. Perché è lì? Chi è stata a invitarlo? La presenza di Luca riaccende vecchie passioni e la competizione tra le donne provoca situazioni di esilarante comicità.(29 gennaio – 17 febbraio)

A seguire Padania Libre storia brillante scritta e diretta dal giovane Marco Costa. In occasione del pensionamento del padre, burbero macellatore di animali da pelliccia, la famiglia padana ultrasecessionista Casunziei si riunisce per trascorrere insieme il week-end dei morti. Ginevra, l’emancipata figlia emigrata per lavoro a Roma tornerà accompagnata dal suo nuovo fidanzato, Pepi, un brillante comico, astro nascente della tv. La catastrofe comica è innescata. (19 febbraio – 10 marzo)

Protagonista Rosario Galli con Guerra di bugie – un testo scritto da lui e da Carlo Prinzhofer con la regia di Giancarlo Sammartano – per una commedia sulla guerra eterna tra padri e figli, vecchi e giovani, bugiardi e… bugiardi. Costruita sul meccanismo degli errori, della sorpresa e del rovesciamento, lo spettacolo mette in scena il piccante intreccio di generazioni diverse che hanno in comune solo la smania e la fatica di crescere. In una Roma che vorrebbe essere Parigi, trotta e poi galoppa l’intreccio ironico e impietoso degli equivoci. (12 – 31 marzo)

Di nuovo l’amore sarà protagonista di C’eravamo troppo amati, testo francese con la regia di Roberto Marafante che vedrà protagonisti Michela Andreozzi e Michele La Ginestra. Una storia d’amore che inizia al contrario: dal divorzio! Ritmi incalzanti, dialoghi brillanti e situazioni commoventi per raccontare quanto, a volte, possa essere piacevole stare insieme e riavvicinarsi durante la separazione. (2 – 21 aprile)

Com’è possibile in amore trovare tutto quello di cui si ha bisogno? Ce lo spiega Toni Fornari con la sua divertente commedia Non c’è due senza… te. Mariateresa, la protagonista, ha di fatto realizzato il sogno intimo, proibito e inconfessato di ognuno di noi: la bigamia! Come Maria è sposata con Matteo, un intellettuale pragmatico che la fa sentire sicura, protetta dalle insidie della vita reale. Come Teresa, invece, è sposata con Marco, un artista sognatore che la fa vivere sospesa fra le nuvole in un mondo di canzoni e poesia. (23 aprile – 12 maggio)

A chiudere la serata dei trailer e la stagione del Teatro de’ Servi, il nuovo spettacolo di Gianluca Crisafi Io so che tu sai che la famiglia non sa, regia di Gennaro Monti. Gianni Bona, uomo ricco e con una famiglia numerosa e curiosa, non sa come confessare ai suoi tre figli che sta per risposarsi con Dolores, caliente sudamericana di trent’anni più giovane. Preoccupato delle loro reazioni, si ritroverà lui stesso a dover affrontare tutti i segreti che ogni singolo elemento della sua famiglia ha deciso di confessare… proprio lo stesso giorno. (14 maggio – 2 giugno)

Ingresso Euro 5,00

Teatro de’ Servi

Via del Mortaro, 22 (ang. Via del Tritone)

Info: 06.6795130 – www.teatroservi.it

LEAVE A REPLY