Lucca in musica 2013 (XI edizione)

0
189
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Mercoledì 28 novembre, nel corso di una conferenza stampa tenutasi nel Ridotto del Teatro del Giglio di Lucca, è stato presentato il nuovo cartellone Lucca in musica 2013, festival organizzato da Associazione Musicale Lucchese e Teatro del Giglio in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Comune e Provincia di Lucca e Lucar Bmw. Erano presenti Paolo Scacchiotti (Presidente del Teatro del Giglio), Marcello Parducci (Presidente Associazione Musicale Lucchese), Carla Reggianini (Vicesindaco e Assessore al Sociale) e Fabrizio Giovannelli (Direttore Artistico dell’Associazione Musicale Lucchese). L’omaggio a Verdi e Wagner, l’orchestra dei giovani dell’Unione Europea, un concerto-spettacolo con Enzo Iacchetti, un convegno di carattere nazionale sull’educazione musicale dei giovani, due concerti dell’ORT con brani in prima esecuzione assoluta: tutto questo è Lucca in musica, festival che nel 2013 giunge alla sua undicesima edizione.

Anche per questa edizione la manifestazione si articola in concerti, conferenze e proiezioni di film (in collaborazione con il Cineforum Ezechiele 25,17), in programma da aprile a giugno, con l’aggiunta di una giornata di studi dedicata all’educazione musicale.

Il Presidente del Teatro del Giglio, Paolo Scacchiotti, ha espresso grande soddisfazione nell’annunciare questo nuovo cartellone, che da anni arricchisce la Stagione del Teatro con un contributo essenziale, anche quest’anno caratterizzato dalla presenza di artisti internazionali ma accompagnato soprattutto da una serie di iniziative collaterali dedicate in modo specifico alla formazione del pubblico più giovane. Si è inoltre detto fiducioso che Lucca in musica 2013 avrà lo stesso successo delle scorse edizioni e di tutti gli spettacoli già andati in scena al Giglio da settembre ad ora.

Dal canto suo il Presidente dell’Associazione Musicale Lucchese, Marcello
Parducci
, ha manifestato compiacimento per aver portato Lucca in musica alla sua undicesima edizione. Negli anni, grazie anche alle conferenze e ai film programmati, il festival è divenuto un contenitore di cultura musicale a tutto tondo, con l’intento di diffondere la musica alle generazioni più giovani. In linea con quanto già fatto dal Teatro per la Stagione 2012-2013, anche i prezzi dei concerti si attestano su cifre contenute. Nel suo intervento Parducci ha portato i saluti del Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca Arturo Lattanzi, fuori città per impegni istituzionali.

Il Vicesindaco Carla Reggianini, riferendosi alla sua esperienza nel mondo della scuola, ha espresso il suo plauso per l’attenzione che AML e Giglio dimostrano verso la formazione musicale dei giovani, e – citando Platone – ha sottolineato come la musica possa diventare veicolo di rapporti umani e relazioni sociali positive ed armoniche.

Il Direttore Artistico dell’AML Fabrizio Giovannelli, prima di illustrare il programma del festival, ha voluto sottolineare il valore della continuità della programmazione, capace di far sedimentare la consapevolezza culturale della città; continuità dovuta alla capacità di dialogo tra AML e Teatro, sempre costante pur nell’avvicendarsi delle cariche istituzionali.

I CONCERTI e la GIORNATA DI STUDI

Si comincia venerdì 5 aprile alle ore 21 nella basilica di San Frediano quando l’EUYO (European Union Youth Orchestra), Orchestra dei Giovani dell’Unione Europea, diretta da Vladimir Ashkenazy eseguirà un programma dedicato a due capolavori assoluti della musica novecentesca: Daphnis et Chloe (Suites 1 e 2) di Maurice Ravel e Le sacre du printemps di Igor Stravinskij.

Fortemente voluta dal maestro Claudio Abbado e oggi retta da Joy Bryer, l’EUYO European Union Youth Orchestra, è formata da giovani musicisti, selezionati nei paesi dell’Unione Europea. Tutti gli anni, in ogni paese si svolge una selezione volta a individuare i migliori candidati per ciascuno strumento. L’EUYO è impegnata in un tour di concerti in tutte le nazioni dell’Unione, diretta “bacchette” di primissimo livello mondiale.

Vladimir Ashkenazy è uno dei più grandi e ammirati direttori d’orchestra e pianisti del mondo. È nato nel 1937 a Gorkij, in Russia, da un padre pianista e una madre attrice e ha cominciato a vincere concorsi internazionali di pianoforte fin da bambino, diventando poi uno dei migliori interpreti soprattutto dei compositori russi. Più tardi si è dedicato alla conduzione d’orchestra e ha diretto tra le altre la Royal Philharmonic Orchestra, la Filarmonica Ceca e l’Orchestra Sinfonica NHK giapponese. Da molti anni lavora a progetti di divulgazione della musica classica e programmi televisivi.

Si prosegue domenica 21 aprile alle ore 17 al Teatro del Giglio con “..Stavolta le fiabe…”, insolito concerto-spettacolo di Enzo Iacchetti con I Filarmonici di Busseto e le immagini di Leo Ortolani. In programma Lo schiaccianoci (tratto dalla versione di A. Dumas) di Pëtr Il’i Čajkovskij e Pierino e il lupo di Sergei Prokofiev.

Si tratta di una viaggio fantastico e fantasioso nel mondo delle fiabe musicate in cui il noto attore, accompagnato da un ensemble di musicisti straordinari, veste i panni dei personaggi di due delle più famose narrazioni per bambini della letteratura e della musica, Lo Schiaccianoci e Pierino e il Lupo in uno spettacolo perfetto per le famiglie.

Le illustrazioni della scenografia sono di Leonardo Ortolani, meglio noto come Leo, fumettista italiano, celebre in particolare per la serie Rat-Man.

Il concerto sarà preceduto sabato 20 aprile alle ore 10,30 nel Teatro di San Girolamo da un’interessante giornata di studi sul tema “EDUCARE ALLA MUSICA” coordinata dalla Professoressa Carla Nolledi, con interventi di Silvia Bencivelli (giornalista di Radio3), Luigi Berlinguer (ex ministro della Pubblica istruzione), Carlo Delfrati (esperto di metodologia della didattica musicale), Andrea Lucchesini (pianista e docente alla Scuola di musica di Fiesole), Gaetano Santangelo (direttore editoriale della rivista musicale Amadeus), Carla Moreni (critico musicale del “Il Sole 24 Ore”), Gregorio Mazzarese (ideatore e coordinatore della stagione dell’Accademia di Santa Cecilia dedicata a bambini, ragazzi e famiglie). L’incontro sarà moderato da Gregorio Moppi, critico musicale di Repubblica.

Martedì 21 maggio alle 21 sempre al Teatro del Giglio, in occasione del 200° anniversario della nascita di Giuseppe Verdi, si terrà il concerto “Omaggio a Giuseppe Verdi” con impoortanti voci verdiane quali Maria Agresta (soprano), Giorgio Berrugi (tenore) e il lucchese Gabriele Viviani (baritono) con l’orchestra di Lucca in Musica, diretti da Julian Kovatchev. Il programma è in fase di definizione.

Gli ultimi due concerti sono affidati all’ORT Orchestra della Toscana.

Venerdì 31 maggio, alle 21 al Teatro del Giglio insieme al pianista Alexander Romanovsky verranno eseguite Sinfonia dell’Assenza – in memoriam di Luciano Berio (1° esecuzione assoluta su commissione dell’ORT) di Andrea Portera, il Concerto per pianoforte n.1 di Pëtr Il’i Čajkovskij e la Sinfonia n.4 di Johannes Brahms. Sul podio Daniel Kawka.

Andrea Portera inizia la sua attività di compositore da giovanissimo, seguendo i suoi studi al Conservatorio Cherubini di Firenze e alla Scuola di Musica di Fiesole, dove entra in contatto con la classe di Manzoni e segue l’operato delle maggiori personalità musicali del panorama internazionale. La sua produzione, sotto il segno di una fertile creatività (attualmente il suo catalogo ufficiale è costituito da 104 lavori, tra brani cameristici, sinfonici , 2 opere teatrali ecc..), ha ottenuto consensi e riconoscimenti da grandi nomi del mondo della musica. Nel marzo 2009 è stato docente di “Grafica nella Musica contemporanea” all’Accademia Europea del Quartetto. E’ consigliere artistico dell’ensemble Nuovo Contrappunto. E’ docente alla Scuola di Musica di Fiesole di composizione, analisi musicale, video-scrittura e armonia complementare.

Fondata nel 1980, l’ORT ha sede a Firenze e oggi è considerata una tra le migliori orchestre da camera in Italia. È formata da 45 musicisti, tutti professionisti eccellenti che sono stati applauditi nei più importanti teatri italiani come il Teatro alla Scala, l’Auditorium del Lingotto di Torino, l’Accademia di Santa Cecilia di Roma e nelle più importanti sale europee e d’oltreoceano. Attualmente il direttore artistico è Giorgio Battistelli.

Daniel Kawka è oggi uno dei più richiesti direttori d’orchestra francesi sia per il grande repertorio, da Beethoven a Strauss, al quale dedica gran parte della sua attività artistica, che per la musica del XX secolo e quella contemporanea.

Direttore Musicale dell’Ensemble Orchestral Contemporain, nel 2003 ha fondato il Festival Philharmonique, orchestra sinfonica che lavora sulle grandi opere classiche, romantiche e moderne, coprendo così un periodo che va dal XVIII al XXI secolo. Su invito di Giorgio Battistelli è stato recentemente nominato Direttore Principale dell’Orchestra della Toscana (ORT).

Descritto da Carlo Maria Giulini come “un pianista di grande talento”, Alexander Romanovsky, classe 1984,si è affermato sulla scena internazionale vincendo ilprestigioso Concorso Internazionale “Ferruccio Busoni” di Bolzano all’età di diciassette anni. Hanno fatto seguito tre CD sull’etichetta Decca con le musiche di Schumann, Brahms, Rachmaninov e Beethoven che sono stati altamente acclamati dalla critica internazionale. E’ stato invitato ai maggiori festival europei, tra i quali La Roque d’Anthéron in Francia, il Klavier-Festival Ruhr in Germania, il White Nights Festival di San Pietroburgo, il Chopin Piano Festival in Polonia ed il Festival di Stresa. Nella stagione 2011 ha debuttato con la New York Philharmonic Orchestra e Alan Gilbert al Vail Valley Music Festival e con la Chicago Symphony Orchestra e James Conlon al Ravinia Festival. Nella scorsa stagione Alexander Romanovsky ha inaugurato la “Master Pianists Series” al Concertgebouw di Amsterdam, ha fatto ritorno a Mosca, San Pietroburgo, all’Accademia Nazionale di S.Cecilia a Roma, alla Sala Verdi del Conservatorio a Milano.

Venerdì 7 giugno alle ore 21 al Teatro del Giglio l’ORT, insieme al clarinettista Giampiero Sobrino diretti da Julian Kovatchev eseguiranno un brano del musicista lucchese d’adozione Girolamo Deraco (in prima esecuzione assoluta su commissione dell’AML), il Concerto per clarinetto e orchestra in La magg. K. 622 di W.A. Mozart e la Sinfonia n.3 in mi bem. op. 55 “Eroica” di L. van Beethoven.

Come già detto, a corollario dei concerti anche una serie di CONFERENZE e di film.

Sabato 27 aprile, ore 17:00 (Ridotto del Teatro del Giglio/Teatro San Girolamo): Verdi e la pittura italiana dell’800 a cura di Oreste Bossini.

Sabato 11 maggio, ore 17:00 (Ridotto del Teatro del Giglio/Teatro San Girolamo): Verdi e Wagner, due culture della musica a cura di Giovanni Bietti.

Sabato 18 maggio, ore 17:00 (Ridotto del Teatro del Giglio/Teatro San Girolamo): Wagner e il tempo a cura di Alberto Batisti.

Sabato 25 maggio, ore 17:00 (Ridotto del Teatro del Giglio/Teatro San Girolamo): Wagner e la modernità a cura di Enzo Restagno.

Questi I FILM

(in collaborazione con il Cineforum Cinit Ezechiele 25,17) che saranno proiettati al cinema Italia.

Mercoledì 10 aprile ore 21.30 Senso di Luchino Visconti (Ita, 1954).

Mercoledì 17 aprile ore 21.30 Otello di Franco Zeffirelli (Ita, 1986 – 120′) con Placido Domingo, Katia Ricciarelli.

Mercoledì 22 maggio ore 21.30 Aida di Clemente Fracassi (Ita, 1953 – 90′) con Sofia Loren (doppiata nel canto da Renata Tebaldi), Lois Maxwell.

Mercoledì 29 maggio ore 21.30 Addio del passato di Marco Bellocchio (Ita, 2002 – 47′)

Mercoledì 5 giugno ore 21.30 La Traviata di Franco Zeffirelli (Ita, 1983 – 110′) con Teresa Stratas, Placido Domingo.

 

I PREZZI DEI BIGLIETTI, in vendita da sabato 15 dicembre

 

Concerto EUYO diretto da Vladimir Ashkenazy

Concerto Omaggio a Verdi

1° Settore € 25 Intero, €20 ridotto, € 15 (ridotto soci AML e abbonati Teatro del Giglio)

2° Settore € 20 Intero, €18 ridotto, € 13 (ridotto soci AML e abbonati Teatro del Giglio)

 

Concerto Enzo Iacchetti

1° Settore € 20 Intero, € 18 ridotto, € 13 (ridotto soci AML e abbonati Teatro)

2° Settore € 18 Intero, € 15 ridotto, €10 (ridotto soci e abbonati Teatro)

Promozione famiglia:

1° Settore € 18 Genitori, € 5 Ragazzi

2° Settore € 13 Genitori, € 5 Ragazzi

 

ORT Orchestra della Toscana

1° Settore € 20 Intero, € 18 ridotto, € 13 (ridotto soci AML e abbonati Teatro)

2° Settore € 18 Intero, € 15 ridotto, € 10 (ridotto soci AML e abbonati Teatro)

 

LEAVE A REPLY