L’amore in guerra

0
197
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotodi e con Melania Fiore

Tecnico audio e luci Riccardo Santini

Musiche di Beethoven, Debussy,Edith Piaf

Consulenza storica Dott. Padalino

Un ringraziamento speciale ad Aldo E. Castellani

 

Torna a grande richiesta a Roma, per ricordare il Maestro Mario Scaccia, nella cornice elegante e raccolta del Teatro Elettra di Roma, zona Colosseo, L’AMORE IN GUERRA, l’ultimo spettacolo che avevamo progettato e portato in scena nel 2010, giunto alla sua terza edizione, uno spettacolo emozionante, dal ritmo serrato e coinvolgente, che in una parabola di risate, lacrime, illusioni perdute e speranze rinnovate racconta la vita e l’amore di due straordinarie donne.

SI SA, L’AMORE NON PUO’ ESSERE SCISSO DAL CONCETTO DI RESISTENZA. SPECIE SE SI E’ IN UN PERIODO STORICO COSI’ DIFFICILE… Come il nostro direte?? Si, anche. In realtà, il periodo storico che farà da sfondo a queste due incredibili storie è la seconda guerra mondiale e in particolar modo la Berlino della paura e l’ Eichberg (Weisbaden) sottomessa al Terzo Reich del 1941.

Uno spettacolo suddiviso in due quadri, che sembrano i pezzi dello stesso puzzle; le storie di donne normali e straordinarie al tempo stesso, legate da un’unico desiderio: il desiderio di sopravvivere.

Gertrud Stein, grande pianista ebrea (da nn confondere mi raccomando con la Gertrud Stein scrittrice!) osannata e portata in auge negli anni ’30 e poi sistematicamente esiliata, umiliata e ridotta a suonare un tavolo invece del suo pianoforte, con la gran colpa d’essere omosessuale oltre che ebrea, in una specie di tragicomico “canto del cigno” ubriaca e in desabillè, interrotta continuamente da insulse telefonate che nn fanno altro che confermare l’ipocrisia e la volontà del silenzio dei “bravi” tedeschi racconta in un certo qual modo il crepuscolo della raffinata, colta, borghesia ebrea, spazzata o quasi via dal regime nazista. Una sola domanda: potrà la Bellezza dell’Arte, della Musica, della Vita vincere sulla Morte?- Domanda che tra l’altro ci facciamo anche oggi…

Nel secondo quadro c’è Matilde Melzner, una giovane donna affetta da schizofrenia lieve, ricoverata all’Istituto di cura di Eichberg da quando aveva solo nove anni perchè era in vigore il programma di eutanasia sui malati di mente, deciso da Hitler ma messo in pratica da sedicenti psichiatri che li facevano morire di fame. In questa pièce la questione economica appare come il primo movente per le scelte folli operate dal nazismo e si evidenzia come la perdita della coscienza morale e sociale sotto un regime repressivo e castrante porti inevitabilmente alla perdita di dignità dell’ uomo – ogni riferimento all’attualità non è puramente casuale.

Due donne che cercheranno di cambiare, con differenti esiti, un comune destino già scritto e rivendicheranno, con la forza dell’amore, il loro diritto di esistere. Due personaggi di fantasia ma simbolo di una Storia che ci riguarda tutti, e che ricordano come anche oggi, in tempi di crisi, è importante riscoprire il senso dell’identità e di una propria coscienza morale e sociale.

Due donne, a cui darà corpo e anima Melania Fiore, attrice, autrice e pianista, che dopo una decennale esperienza accanto al Maestro Mario Scaccia, gli dedica questo spettacolo che con lui aveva ideato, pieno di impegno e di denuncia, di umorismo e poesia, per ricordare cercare di capire, anche oggi, il valore della propria LIBERTA’.

Lo spettacolo, scritto e interpretato da Melania Fiore, portato in scena con successo in vari teatri dal 2010, torna a Roma solo per tre giorni prima di fare tappa a Pisa e poi essere rappresentato per diverse scuole del Lazio e della Calabria.

L AMORE IN GUERRA, in questa edizione rinnovata, ma fedele alle indicazioni di regia del Maestro Mario Scaccia, torna per emozionarvi ancora. NON MANCATE!

 

 

ATTENZIONE- POSTI LIMITATI: SI PREGA DI PRENOTARE ORA!

 

 

TEATRO ELETTRA

Via Capo D’Africa, 32 – Roma

 

Venerdì e Sabato alle 21, Domenica alle 18

Costo del biglietto: 12 euro intero, 10 ridotto piu’ tessera ass.

www.lamoreinguerra.blogspot.it

 

 

 

LEAVE A REPLY