Le danze della Swing Era I (1930-46): lindy hop, foxtrot, one-step

0
217
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Casa del JazzNuovo appuntamento mercoledì 6 marzo per il nuovo ciclo di guide all’ascolto a cura di Paolo Prato: “Il jazz e il ballo: dal ragtime al boogie woogie”. In questo incontro: “Le danze della Swing Era I (1930-46): lindy hop, foxtrot, one-step”. Negli anni Trenta il ballo continua ad essere una valvola di sfogo per una nazione che, preda di una crisi economica estesa a livello planetario, vive uno dei periodi più bui della propria storia. Non sono più i balli glamour del decennio precedente ma quelli sanguigni danzati al ritmo delle big band, primo fra tutti il lindy hop lanciato al Savoy Ballroom di Harlem, da cui derivano gli stili acrobatici che attecchiranno nel secondo dopoguerra. Resiste il foxtrot con le sue tante varianti mentre in Europa si diffonde il lambeth walk. Funamboli come Frankie Manning e i Whitey’s Lindy Hoppers dettano le regole del ballo swing sulle musiche di Duke Ellington, Benny Goodman, i fratelli Dorsey e Glenn Miller mentre la radio e il cinema moltiplicano l’invito a divertirsi anche oltre confine.

 

Nuovi appuntamenti:

mercoledì 13 marzo ore 19

“Il jazz e il ballo: dal ragtime al boogie woogie”

Le danze della Swing Era II (1930-46): tip-tap, boogie-woogie, jive

Ingresso libero

 

mercoledì 20 marzo ore 19

“Il jazz e il ballo: dal ragtime al boogie woogie”

L’età d’oro del musical: coreografie a ritmo di swing

Ingresso libero

 

mercoledì 27 marzo ore 19

“Il jazz e il ballo: dal ragtime al boogie woogie”

L’eredità europea (valzer, polka) e i sapori latini (tango, rumba, beguine,tarantella)

Ingresso libero

 

 

Casa del Jazz

Viale di Porta Ardeatina, 55 – Roma

Info: 06/704731

Ingresso  libero fino ad esaurimento posti

 

 

LEAVE A REPLY