La donna del mare

0
349
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoProduzione Associazione Roma Teatro Service e Teatro Studio Jankowski

Giovedì 30 maggio 2013 alle ore 20.45, in unica serata, va in scena al Teatro Eliseo “La donna del mare”, dal testo di H.Ibsen, libero adattamento e drammaturgia di Maria Letizia Compatangelo, regia di Claudio Jankowski, con Anna Maria Cittadini e Alessandro Bellico, con la partecipazione straordinaria di Stefano Abbati e Alioscia Viccaro.

Uno spettacolo incentrato sulla libertà della donna, tema per il quale Henrik Ibsen, drammaturgo realista e democratico, rappresentò voce forte denunciando senza remore il gretto conformismo della borghesia ottocentesca che confinava la donna in ruoli minori e marginali e alla quale non riconosceva diritti civili e sociali.

La libertà della donna come diritto e come scelta, imprescindibile per lo sviluppo di una personalità completa e felice. Libertà espressa nel parallelismo con il mare, distesa infinita e sconfinata che suggerisce i più diversi desideri dello spirito.

SINOSSI

Eleonora Duse, fervida ammiratrice di Henrik Ibsen, affronta un lungo viaggio per incontrare il suo idolo, che in Norvegia sta vivendo gli ultimi momenti della sua vita. In un’atmosfera, resa più suggestiva dal bianco ovattato della neve, sogna di interpretare la parte di Ellida, la protagonista de “La donna del mare”, alla presenza del drammaturgo. Prende vita in tal modo la celebre pièce, nella quale “le ragioni del cuore”, l’amore per il mare, il bisogno di libertà di Ellida si affiancano alla condizione umana degli altri personaggi, in una intensa disanima psicologica che si tradurrà nelle definitive scelte dei protagonisti.

Nell’ultima scena farà nuovamente la sua comparsa Eleonora Duse che, ignara della sua prossima fine a Pittsburg, in un paesaggio caratterizzato ancora una volta dalla neve, tornerà a vagheggiare la partecipazione dell’amato Ibsen, il suo “albatro solitario”, alla rappresentazione de “La donna del mare”.

Spiega il regista, Claudio Jankowski:Una storia reale e appassionante in un ambientazione fantastica e surreale dove ogni personaggio è alla ricerca di se stesso ma soprattutto dell’amore.Tutti desiderano allontanarsi da quel mare che li avvolge come il limite dei loro sogni ma hanno paura dell’ignoto. Tutti desiderano essere come il vento, unico suono, assieme a quello del mare, che ricorda la libertà. Alla fine decideranno di ritrovare i propri sogni e le loro identità”.

 

Teatro Eliseo

Via Nazionale 183 – Roma

Giovedì 30 maggio 2013 ore 20:45

Info e biglietti: tel. 339 1769689

Il ricavato verrà devoluto per le attività di : PRIME Italia www.prime-italia.org e La Gabbianella Onlus www.lagabbianellaonlus.it

Ufficio Stampa: Serena Moranti, serena.moranti@gmail.com, tel. : 349 8127697

 

 

LEAVE A REPLY