La Sciantosa

0
260
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoSerena Autieri, attrice e cantante

Quintetto Popolare Italiano:

Massimo Idà, pianoforte e direzione musicale

Filippo D’Allio, chitarra

Donato Sensini, sax e flauto

Matteo Carlini, contrabbasso

Raffaele Pizzonia, batteria e percussioni

Scritto e diretto da Vincenzo Incenzo

 

Scene Gianni Quaranta

Lighting design  Claudio Zamarion

In scena Alessandro Urso

Regia di Gino Landi

Produzione Engage – Distribuzione Parmaconcerti

Prima a Roma

 

 

Grande evento conclusivo, per “I Concerti nel Parco”, mercoledi 31 luglio a Villa Celimontana, con SERENA AUTIERI  nella nuova produzione “La Sciantosa” scritto e diretto da Vincenzo Incenzo, scene di Gianni Quaranta, per la regia di GINO LANDI.

Lo spettacolo  riporta alla luce  il fascino senta età di Napoli e della Belle Epoque: l’attrice e cantante napoletana, insieme al Quintetto Popolare Italiano, riscopre e ci fa riscoprire la personalità vulcanica di Elvira Donnarumma, detta “a capinera napulitana”, regina indiscussa dei café chantant d’inizio 900, anticonformista e antidiva, amata da Eleonora Duse e Matilde Serao. Passando dai brani più conosciuti e coinvolgenti, quali ‘A tazz’ e cafè e Comme facette mammeta, a classici passionali immortali come I’ te vurria vasà e Reginella, sino a perle rare quali Serenata napulitana e Chiove, oggi ascoltabili solo con il grammofono a tromba, Serena Autieri entra nei luoghi e nei codici del caffè concerto e del varietà, vero e proprio spartiacque tra la musica di Napoli che fu e quella che verrà, con un significativo lavoro di ricerca e rivalutazione nel repertorio dei primi del ‘900, prima che la canzone della Belle Epoque ceda il passo all’inno patriottico con l’entrata in guerra dell’Italia. Tra una “mossa”, una rima recitata e una lacrima, si ritrovano quelle radici poetiche e melodiche ottocentesche e quei profumi arabi, saraceni, americani che Napoli, crocicchio di riferimenti locali e stimoli provenienti da ogni latitudine, ha rielaborato e restituito al mondo nella sua inconfondibile cifra.

Lo spettacolo, che ha debuttato a Spoleto il 30 giugno scorso , è presentato in Prima a Roma e chiude il festival I Concerti nel Parco 2013 all’insegna di una Napoli icona di un sentire unicamente e tipicamente mediterraneo, che accomuna ogni Sud del mondo.

 

 

INFO PER IL PUBBLICO:

06. 58.16.987

339 80.41.777

www.iconcertinelparco.it

 

ORARIO CONCERTI: 21,30

Posto unico 18 €  ridotto € 16

In caso di maltempo gli spettacoli si terranno al Teatro Vascello.

 

LEAVE A REPLY