Stefano Bollani Danish Trio in concerto

0
250
Condividi TeatriOnline sui Social Network

foto2Martedì 9 luglio Casa del jazz festival presenta: STEFANO BOLLANI DANISH TRIO, con Stefano Bollani pianoforte, Jesper Bodilsen contrabbasso e Morten Lund batteria. Stefano Bollani Danish quest’anno festeggia i dieci anni di concerti e dischi insieme. Dopo il grande successo della prima serie di Sostiene Bollani, programma tv che ha visto il Danish Trio accompagnare musicisti e cantanti italiani e stranieri, confrontandosi su molti terreni musicali, il trio affronterà un nuovo percorso musicale: qualche giorno fa hanno registrato il nuovo disco per l’Ecm a New York. Stefano Bollani ha incontrato per la prima volta il bassista Jesper Bodilsen e il batterista Morten Lund nel 2002, entrando immediatamente in sintonia con i due danesi.

Stefano Bollani ha incontrato per la prima volta il bassista Jesper Bodilsen e il batterista Morten Lund nel 2002, anno in cui Enrico Rava vinse il premio

JazzPar.Invitato a creare un gruppo con cui suonare nel corso della cerimonia di premiazione e per il breve tour successivo,Rava scelse Bollani come solista,mentre gli organizzatori del premio proposero Bodilsen e Lund per la sezione ritmica. Bollani

ricorda di essere entrato immediatamente in sintonia con i due danesi. “Fu un bel l i s s i m o momen t o e pensammo che sarebbe stato bello continuare a suonare in trio, cosa che facemmo l’anno successivo. All’inizio andammo in tournée in Danimarca, poi nel resto della Scandinavia e poi dappertutto”.Il suono del gruppo è duttile,intrigante, fluido e ricchissimo di musicalità. Spiega Bollani:“C’è fra noi un’interazione molto particolare, difficile da definire a parole. Abbiamo tutti e tre circa la stessa età[Bollani e Lund sono nati nel 1972, Bodilsen nel 1970],siamo cresciuti ascoltando gli stessi dischi, abbiamo lo stesso tipo di interessi equesto conta molto. Non ci capita mai di discutere sul modo di suonare un pezzo,c o s a  c h e , p e r l a m i a esperienza, è piuttosto insolita. Inoltre siamo ben consci che il modo in cui suoniamo i pezzi può essere, a volte, più importante dei pezzi stessi. Una cosa di cui sono assolutamente certo è che ogni nota da me suonata verrà ascoltata ed elaborata da Jesper e Morten.Un privilegio raro in un’epoca in cui i solisti jazz di grande talento tendono ad ascoltare quasi solo se stessi! In questo gruppo l ’ ascolto è un elemento centrale e ciascuno di noi è, in ogni istante, attento a ciò che gli altri stanno suonano, concentrato sul suono nella sua totalità.Esattamente il mio ideale di

gruppo jazz”.

“Gran parte del mio lavoro si ispira a un progetto di base ed è inteso ad esplorare una specifica area musicale, sia che si tratti di una big band o del duo con Enrico Rava. Ma questo trio è un palcoscenico per tantissime cose, quasi una sintesi di tutte le mie idee. Non ci poniamo limiti: abbiamo iniziato suonando standard americani e canzoni italiane. La prima tournée aveva un programma tutto scandinavo e ogni serata era diversa dall’altra.”

Jesper Bodilsen e Morten Lund hanno frequentato la Reale Accademia di Musica di Aarhus in Danimarca e suonato insieme in diversi ambiti, divenendo, come è stato da molte parti scritto, la più compatta sezione ritmica della loro generazione nell’ambito del jazz danese.B o d i l s e n è attivo professionalmente dal 1985 e ha suonato e/o inciso insieme a Joe Lovano, Tom Harrel, Enrico Rava, Ed Thigpen, John Abercrombie,James Moody, Jeff Tain Watts,Paolo Fresu e altri.E’ uscito da poco con un nuovo album, Scenografie, per la nuova etichetta jazz dell’italiana Carosello

records, Silenzio!

Lund ha suonato/registrato con Mike Stern, Curtis Stigers, CæcilieNorby, Lars Danielsson, Ulf Wakenius, Christian McBride,Avishai Cohen, Chris Minh Doky,Silje Neergaard, Viktoria Tolstoy,Anders Jormin, Bobo Stenson, Lars Jansson, Bob Mintzer, Tom Harrel,Johnny Griffin, Phil Woods, Etta Cameron, NHØP e molti altri. Bodilsen e Lund sono apparsi in almeno un centinaio di dischi ciascuno.

Il Danish trio ha all’attivo 3 album:Mi ritorni in mente e Gleda con l’etichetta danese Stunt e “Stone in the Water”, loro primo lavoro per la ECM.

 

La bio aggiornata di Stefano Bollani su www.stefanobollani.com

 

INGRESSO euro 25

 

Casa del Jazz

Viale di Porta Ardeatina, 55 – Roma

Info: 06/704731

www.casajazz.it

LEAVE A REPLY