Beniamino

0
234
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Tommaso Le Pera
Foto di Tommaso Le Pera

di Steve J. Spears

con Ennio Fantastichini
regia Giancarlo Sepe
voce al telefono Pino Tufillaro
costumi Giovanni Ciacci; scene Fabiana Di Marco
luci Umile Vainieri; musiche a cura di Harmonia Team
organizzazione Teresa Rizzo – produzione Marioletta Bideri per Bis Tremila

La diversità e l’omofobia questo il tema di drammatica attualità del monologo Beniamino dell’australiano Steve J. Spears che uno straordinario  Ennio Fantastichini porta sul palco del Teatro di Rifredi – in un’unica recita  il 4 novembre – per la regia di Giancarlo Sepe.
In un piccolo paesino australiano, un professore di eloquenza shakespeariana per tirare avanti lavora come logopedista per correggere alle provinciali signore di Toorak accenti sbagliati ed “esse” sibilanti ed eliminare l’imbarazzante balbuzie che affligge alcuni giovani.  Il professore è omosessuale, ma nasconde la sua omosessualità per non far parlare le linguacce del posto. È una persona morigerata che non ha una sua vita privata e che si sfoga parlando al telefono con un suo vecchio amico gay, il caro Bruce. Ama Mick Jagger, Shakespeare, e ogni tanto sogna di essere donna. Tutto fila liscio fino al giorno in cui un giovane tredicenne di nome Beniamino vuole farsi correggere quel suo terribile difetto: la balbuzie. Un  testo straordinario per capacità inventiva e descrittiva che  alterna momenti di grande comicità a momenti dove il dramma sembra non lasci respirare il povero protagonista, assediato da una società che lo respinge con disprezzo.
“Questo monologo dello scrittore australiano Steve J.Spears (1951-2007) -sottolinea il regista Giancarlo Sepe- sembra poter contenere tematiche affrontate negli ultimi tempi da film di grande successo come Il discorso del Re, e peggio ancora, la crescente omofobia dei nostri giorni, con veri e propri attentati alla diversità sessuale interpretata come perversione o provocazione, che hanno mietuto vittime anche tra i giovani omosessuali, negando a questi ultimi una legge che li salvaguardi dalla discriminazione.”
Il monologo –The elocution of Benjamin Franklin il titolo originale- è andato in scena per la prima volta al Mayfair di Londra, nell’interpretazione di un attore australiano, Gordon Chater: un esito trionfale che ha lanciato questa commedia nel mondo, facendola diventare  un vero e proprio cult e prova di scena per i più grandi attori.


Per info: tel 055 4220361/2Biglietti: intero € 14 – ridotto € 12
Punto Box Office: dal lunedì al sabato ore 16-19  biglietteria@toscanateatro.it
Teatro di Rifredi via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze
www.toscanateatro.it

LEAVE A REPLY