Jazz Orchestra: guida all’ascolto

0
261
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Casa del JazzDomenica  6 ottobre la Casa del Jazz presenta: “Jazz Orchestra: guida all’ascolto”, un  evento didattico – musicale per conoscere tutti i segreti di una orchestra jazz. Il maestro Mario Corvini e la sua New Talents Jazz Orchestra inviteranno il pubblico ad entrare “dentro” un vero e proprio organico orchestrale e, attraverso l’ascolto di ogni singolo brano, proporranno l’analisi di numerosi aspetti: le sezioni fiati e le sezioni ritmiche, l’orchestrazione, gli arrangiamenti, la stesura, i singoli strumenti, l’analisi musicale. L’obiettivo è quello di far comprendere al pubblico la ricchezza dei brani, sensibilizzandolo ad un ascolto attento e consapevole, attraverso una lezione-concerto allo stesso tempo coinvolgente,accessibile, chiara e divertente.questo appuntamento è dedicato a Count Basie: i primi periodi
Un tipo di esperienza didattica che si ispira idealmente a quella portata avanti durante gli anni ’60 da uno dei più brillanti musicisti della seconda metà del Novecento, Leonard Bernstein, che accompagnato dalla New York City Symphony Orchestra tenne alla televisione americana una serie di seguitissime “lezioni” sulla musica.
La New Talents Jazz Orchestra  è un ‘orchestra formata esclusivamente da ragazzi dai 19 ai 26 anni di età e rappresenta una realtà inedita nel panorama italiano, usualmente popolato di orchestre jazz di età mista.
Il progetto nasce da un’ idea di Mario Corvini, già avvezzo ad iniziative dedicate alla creazione di organici nati a scopo didattico e poi affermatisi stabilmente nel panorama jazzistico e istituzionale. Ricchezza della band è l’eterogenea provenienza dei ragazzi da diverse regioni d’Italia ma soprattutto l’entusiasmo e la freschezza che solo le leve più giovani possono conferire a questo tipo di iniziative.
 

Casa del Jazz

Viale di Porta Ardeatina, 55 -Roma

Info: 06/704731 ; www.casajazz.it
Ingresso  5 euro

In collaborazione con Percentomusica  www.percentomusica.com

LEAVE A REPLY