L’Ottava Sinfonia di Mahler torna a Milano 27 anni dopo con laVerdi e Riccardo Chailly

0
234
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Un evento eccezionale di portata internazionale.

Giovedì 21 e sabato 23 novembre 2013 (ore 20.00) l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi eseguirà per la prima volta nella sua storia l’Ottava Sinfonia di Gustav Mahler.

Uno spettacolo unico, offerto al pubblico milanese e non solo, in collaborazione con Fondazione Fiera Milano con il sostegno di BPM Banca Popolare di Milano, per celebrare un traguardo particolarmente significativo de laVerdi – il Ventennale – in una cornice esclusiva: il MiCo – Milano Congressi, nuova struttura congressuale – la più grande d’Europa – realizzata nei padiglioni di Fieramilanocity a Milano, che proprio laVerdi inaugurò con un concerto straordinario diretto dal Maestro Jader Bignamini il 5 dicembre 2012.

Un evento eccezionale richiede una presenza eccezionale: quella del Maestro Riccardo Chailly, dal 2006 Direttore Onorario de laVerdi, dopo esserne stato Direttore Musicale per sette anni, oggi alla guida della prestigiosa Gewandhaus Orchestra di Lipsia.

Chailly torna così a dirigere l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi e lo fa nel modo più emozionante e coinvolgente. Innanzitutto perché l’Ottava di Mahler è universalmente conosciuta e riconosciuta come l’opera più imponente dell’intero repertorio sinfonico (non a caso è chiamata “Sinfonia dei mille”, per via dell’impressionante numero di esecutori presenti alla prima dell’opera, il 12 settembre 1910, al Palazzo Esposizioni di Monaco di Baviera. In secondo luogo perché il Conductor milanese presterà in questa specialissima occasione la propria opera gratuitamente, a sostegno non solo simbolico dell’attività dell’Orchestra Verdi.

Chailly aveva diretto l’ultima volta laVerdi nell’aprile 2006 all’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, come Direttore Onorario.

L’Ottava, scritta tra il 1906 e il 1907, viene raramente eseguita per l’imponente impegno di risorse che richiede. Oltre a una grande orchestra sinfonica, infatti, l’operacoinvolge coro di voci bianche, cori misti e ben otto solisti.

L’Orchestra Verdi sarà affiancata dal Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi (Maestro del Coro Erina Gambarini), dal Coro di Voci bianche de laVerdi (Maestro del Coro Maria Teresa Tramontin), dall’ultracentenario Orfeón Donostiarra, considerato oggi il più importante gruppo corale di Spagna (Maestro del Coro José Antonio Sainz Alfaro) e, naturalmente, dal parterre dei solisti, composto da Marina Shaguch (Soprano) Manuela Uhl (Soprano II) Malin Hartelius (Soprano III) Lioba Braun (Mezzosoprano I) Annely Peebo (Mezzosoprano II) Brenden Gunnell (Tenore) Markus Werba (Baritono) Samuel Youn (Basso), per un totale di 570 interpreti in scena.

laVerdi completa così il ciclo sinfonico integrale di Mahler, cominciato con l’esecuzione della Seconda Sinfonia del compositore boemo nel 1999, sempre con la direzione di Riccardo Chailly, per l’inaugurazione ufficiale dell’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo.

È significativo ricordare come l’Ottava di Mahler manchi da Milano da ben 27 anni – era il novembre 1986 – ancora una volta con la direzione di Chailly, alla guida dell’Orchestra Sinfonica della Rai, all’allora Palatrussardi.

Biglietti

21 novembre: euro 70/35; 23 novembre: euro 50/25 (data esaurita)

Info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, Milano; orari apertura biglietteria: martedì – domenica, ore 14.30 – 19.00,

tel. 02.83389.401/2/3.

Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi

Ufficio Stampa Massimo Colombo

T. +39 02 83389329 C. +39 393 5285464 massimo.colombo@laverdi.org

Fondazione Fiera Milano

Ufficio Stampa Roberto De Giorgis

T. +39 02 49977724 C. +39 335 7243146 roberto.degiorgis@fondazionefiera.it

Gustav Mahler, Sinfonia n. 8 in Mi bemolle maggiore

L’Ottava Sinfonia di Gustav Mahler fu composta nel 1906 ed eseguita per la prima volta il 12 settembre 1910 a Monaco di Baviera, con la direzione dello stesso Mahler. L’avvenimento fu senza precedenti nella storia artistica di Mahler, sia per il suo grande successo, sia per la presenza delle massime personalità della cultura tedesca e europea, da Richard Strauss a Thomas Mann, Alfredo Casella, Paul Clemenceau, Stefan Zweig, Arnold Schönberg.

La sua fama è legata alla vastissima partitura (durata di circa 1 ora e 30 minuti) e alla difficoltà di eseguirla, per lo spiegamento di mezzi e l’ampiezza di spazi che essa richiede, tanto da essere chiamata “Sinfonia dei mille”. L’organico prevede infatti, insieme all’orchestra, l’organo, 8 voci soliste (soprani, contralti, tenore, baritono, basso), un doppio coro misto, il coro di voci bianche.

Anziché nei tradizionali “movimenti”, la Sinfonia è divisa in due parti. Nella prima, Mahler mise in musica l’inno medievale in latino Veni creator spiritus. Nella seconda, la scena finale del Faust di Johann Wolfgang von Goethe. Entrambe costituiscono un affresco sonoro di straordinaria potenza, espressa fin dall’inizio dal solenne attacco del coro e via via accentuata da quella che viene definita “luminosità” del suono creato da Mahler.

Temi dell’Ottava sinfonia sono infatti, la redenzione attraverso l’amore e l’eternità dell’anima. A differenza di quelle che la precedettero, la visione e il messaggio della natura umana sono qui improntati alla speranza e alla pacificazione interiore.

Per le dimensioni dei complessi strumentali e vocali, solo raramente l’Ottava può essere ospitata in sale da concerto e teatri. Le sue esecuzioni sono perciò rare. A Milano, prima di quella ora programmata da laVerdi con la direzione di Riccardo Chailly e un gruppo di solisti di eccezionale valore internazionale, si ricordano quella nel 1970 alla Scala (direttore Siji Ozawa) e quella nel 1986 al Palatrussardi con l’Orchestra Sinfonica della Rai e lo stesso Chailly.

Scheda del concerto

giovedì 21 e sabato 23 novembreore 20.00

Presso “Mico ” – Milano Congressi, V.le Eginardo/Piazzale Carlo Magno

In collaborazione con Fondazione Fiera Milano

Mahler Sinfonia n. 8 in Mi bemolle magg. “Sinfonia dei mille”

Soprano I Marina Shaguch

Soprano II Manuela Uhl

Soprano III Malin Hartelius

Mezzo I Lioba Braun

Mezzo II Annely Peebo

Tenore Brenden Gunnell

Baritono Markus Werba

Basso Samuel Youn

Orchestra SinfonicaCoro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi

Maestro del Coro Erina Gambarini

Coro Orfeon Dionostarra

Maestro del Coro José Antonio Sainz Alfaro

Coro di Voci Bianche de laVerdi

Maestro del Coro di Voci Bianche Maria Teresa Tramontin

Direttore Riccardo Chailly

 

LEAVE A REPLY