Fabrizio Bosso e lo Spiritual Trio alla Casa del Jazz di Roma

0
189
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoOmaggio alla musica nera, alla tradizione gospel e spiritual in chiave soul alla Casa del Jazz di Roma dove lo Spiritual Trio ha presentato con successo il nuovo disco, Purple, uscito con la Verve (Universal) lo scorso 26 novembre.

Ed è un omaggio alla musica nera come non l’avete mai sentito: tutto merito dei fenomeni che formano lo Spiritual, Fabrizio Bosso alla tromba, Alberto Marsico all’organo, Alessandro Minetto alla batteria. Lo stile e la classe della tromba di Bosso, che guida la struttura di ogni pezzo, è ormai inconfondibile e qui prodigiosamente accompagnato dall’organo di Marsico e dai tempi rutilanti in salsa swing di Minetto: i musicisti si divertono e fanno divertire il pubblico e si sente. Ora trascinante, ora ricco di pathos e di lirismo (con la voce quasi umana della tromba di Bosso), il ritmo resta sempre alto e coinvolgente, dall’avvio in apertura con una trascinante versione di This little light of mine, ai grandi classici gospel, dall’emozionante A Change Is Gonna Come di Sam Cooke alla gioiosa A Little 3/4 for God & Co. di Les McCann, alla spumeggiante Wade in the water, a Go Down Moses (riletta Minetto), alle due composizioni originali del disco, la sfiziosa Wishy wash (di Marsico) e la toccante Dreams Come True (di Bosso). E in occasione del Natale, una piccola deviazione dal gospel con l’immancabile, raffinata versione di White Christmas in chiusura.

Va da sé che il quid della favolosa esecuzione live (e naturalmente del disco) sta non solo nelle straordinarie capacità tecniche, ma anche nella spiccata sensibilità dei musicisti che hanno saputo rielaborare e riproporre tutta la gioia e il ritmo insito negli spirituals d’origine con un approccio del tutto personale e contemporaneo, pur mantenendosi rispettosamente nel solco della tradizione.

Insomma gli spirituals non li avete mai sentiti, da ascoltare dal vivo e da riascoltare nei nove pezzi del cd dove ha collaborato anche il M° Stefano Fonzi (con l’arrangiamento degli archi di A Change Is Gonna Come eseguiti da I Solisti Aquilani e il Sunshine Gospel Choir). Dopo Roma lo Spiritual Trio Tour prosegue, toccando Bologna (19 dicembre), Lucera (Foggia) il 20 dicembre, Monopoli (Bari) il 21 dicembre, Orvieto per Umbria Jazz Winter (dal 29 dicembre al 1 gennaio), Atina (Frosinone) il 3 gennaio.

LEAVE A REPLY