Racconti del Solstizio

0
210
Condividi TeatriOnline sui Social Network

marco asprideSabato 21 dicembre, dalle 18 alle 21, a Napoli nelle scale tra via Morghen e via Scarlatti diventano teatro naturale per accogliere i “Racconti del Solstizio” che la compagnia Teatro Dissolto mette in scena accompagnandosi alla musica africana di Ibrahim Drabo.

Come si fa nascere un sole dal buio? Nel giorno più scuro dell’anno, il 21 dicembre, si può chiamare la gente intorno a un fuoco, scacciare l’ombra con l’arte della parola e la forza del corpo, stendere un filo tra esplosioni di fiabe e inquietudini del contemporaneo e cantare una ninna nanna alle tenebre per dissolverle.

Da questa ingenua magia, con un intervento di musica africana del maestro Ibrahim Drabo, nasce “Racconti del Solstizio”, gioco teatrale per bambini e adulti durante il quale gli attori – Clara e Anna Bocchino, Rebecca Furfaro, Raimonda Maraviglia, Daniele Sannino, Marco Aspride, Teresa Raiano, Luca Serafino e Giulia De Pascale – accompagnano il pubblico, che vive quotidianemente la città e i suoi luoghi, in un mondo onirico, dove tentare un modo altro di sentirsi insieme e di ricostruire gli immaginari: un gioioso rito dell’ascolto e della rinascita, da sempre una delle ricerche più sentite dal progetto di arte pubblica: Luminaria.

Ibrahim Drabo

È nato a Bobodioulasso, capitale culturale del Burkina Faso, in Africa.

La sua formazione artistica e musicale a inizio all’età di sette anni, già ad undici anni come balafonista solista e cantante fa parte del gruppo DJIGUIYA di cui fanno parte 11 artisti tra ballerini, percussionisti e cantanti di musica tradizionale, e con cui partecipa a numerosi festival anche all’estero: Mali, Costa D’Avorio, Francia, Spagna, Olanda, Italia, viaggiando e portando la sua musica in giro per il Mondo per veicolare attraverso il suono ed il ritmo le sue radici e la storia del continente Africano.

Studia, suona ed insegna diversi strumenti musicali della tradizione burkinabè: djembè, tamà, dundun, barà, longà, maracas, balafon e n’goni.

Nel 2008 con il gruppo DJIGUIYA vince il primo premio della ‘Settimana nazionale della cultura ‘ a Bobodioulasso, festival annuale di arti e tradizioni popolari africane.

È in Italia dal 2008 dove suona, fonda il gruppo musicale Dankan, dialogando anche con strumenti e suoni come basso e batteria, produce i suoi testi, insegna ed organizza performance e concerti, il suo ultimo progetto si concentra sui ritmi Mandè ha fondato un nuovo gruppo. Ha partecipato all’edizione di 2013 di Calafrika, Castellinafrica e Festival della letteratura di Narni.

Simona Perchiazzi |www.luminarianapoli.it|366 534 2061

Teatro Dissolto|fb Teatro Dissolto |teatrodissolto@libero.it| 334 355 0675-345 119 2971

 

LEAVE A REPLY