Dirty Bloody Shakespeare. Not your mother’s Shakespeare

0
229
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoScritto da Ron Scot Fry

Regia di Shaun Loftus e Ron Scot Fry

Ron Scot Fry è William Shakespeare, Elia Nichols è ‘The Boy’

Assistenza alla drammaturgia Shaun Loftus, Elia Nichols e Susan Scot Fry

Armi fornite da Joseph Manussier

Costumi di Charlene Paulbicke e Ron Scot Fry

Effetti speciali Ron Scot Fry

Combattimenti coreografati da Joseph Manussier e Ron Scot Fry

Direttrice di scena Susan Scot Fry

Produzione F.E.S.T.A. Optimist Theatre Fondazione Teatro della Pergola

 

 

Arriva al Goldoni William Shakespeare (in persona) nella lingua di William Shakespeare. Come parte dell’avvio dell’attività della Fondazione Teatro della Pergola al Teatro Goldoni Dirty Bloody Shakespeare, un viaggio tra cattivi e cattiverie delle opere del Bardo. Sangue, sesso, morte, peccato, vendetta, le scene più dark dei drammi più famosi proposti per un volta non da un attore qualsiasi ma proprio dall’autore in persona, William Shakespeare. Not your mother’s Shakespeare recita il sottotitolo, ed è proprio così: bando alle ciance e alle delicatezze e via al lato oscuro della scrittura di uno dei massimi geni del teatro, che sarà coadiuvato in scena da un malcapitato assistente (senza trascurare la partecipazione del pubblico). William Shakespeare è Ron Scot Fry, eclettico performer, attore, pittore e docente nonché direttore artistico dell’Optimist Theatre, che partendo da Milwaukee (la mitica città di Happy Days) ha coltivato nel tempo il nome di William Shakespeare attraverso allestimenti classici soprattutto nei parchi (da Macbeth alla Dodicesima notte) e interessanti pastiche. Ron Scot Fry ha già vestito i panni del Bardo in To Be!, che condivide con Dirty Bloody Shakespeare la forte dimensione di interattività con la platea. La proposta giunge in Italia grazie a F.E.S.T.A., soggetto attivo ormai da anni a Firenze nel propagare la pratica del teatro in lingua inglese, che offre all’allestimento la co-regista Shaun Loftus e la co-protagonista Elia Nichols; e ovviamente alla Pergola che considera il teatro in lingua un’offerta molto importante non solo per la vasta comunità anglofona ma anche per chi l’inglese lo pratica solo occasionalmente.

 

Ingresso platea 15 euro (ridotto 12) – palco 12 euro (ridotto 10)

Ridotto: abbonati Pergola – soci Unicoop – Tessere SDIAF

 

LEAVE A REPLY