La notte degli scrittori

0
201
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoun progetto Teatro dell’Archivolto / Giulio Einaudi editore

a cura di Giorgio Gallione

con Carlo Bonini, Giancarlo De Cataldo, Diego De Silva, Francesco Piccolo, Wu Ming

letture Rosanna Naddeo, Giorgio Scaramuzzino

conduce Danilo Di Termini

Un happening tra letteratura e teatro nato dall’incontro tra l’Archivolto e Giulio Einaudi editore. Cinque scrittori sul palco: Carlo Bonini, Giancarlo De Cataldo, Diego De Silva, Francesco Piccolo e Wu Ming 1 sono per una volta anche interpreti della propria opera, tra brani inediti scritti per l’occasione, anticipazioni di nuove opere, reading e conversazioni con il pubblico.

Anche a Firenze, dopo le tappe di Genova e Torino, una serata dedicata alla quarta edizione de La notte degli scrittori a pochi giorni dalla ricorrenza dell’ottantesimo compleanno della casa editrice Einaudi che con il Teatro dell’Archivolto ha ideato e realizzato il progetto, curato dal regista Giorgio Gallione, perfetta espressione del legame tra teatro e letteratura. Tra letture, conversazioni, fabulazioni e poesie, la pagina scritta si trasforma in voce, il libro diventa esperienza di racconto collettivo e si fa spettacolo.

Tema di quest’anno è “il non-compleanno”: agli autori coinvolti è stato chiesto di scegliere una data di “non-compleanno” e scrivere un breve testo per l’occasione e contemporaneamente di estrapolare dalle loro opere già pubblicate alcuni brani da proporre in forma di reading accanto agli attori Rosanna Naddeo e Giorgio Scaramuzzino. Protagonisti cinque autori diversi accomunati dalla voglia di mettersi in gioco davanti al proprio pubblico: Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo, coautori di Suburra; l’inventore della saga dell’avvocato Malinconico e di Mancarsi Diego De Silva; l’autore di Momenti di trascurabile felicità e de Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo e il collettivo Wu Ming rappresentato da Wu Ming 1.

Le pagine delle ultime opere degli autori conquistano il palcoscenico intercalandosi alle biografie e agli inediti creati per questo spettacolo e alle interviste che Danilo Di Termini, autore di Caterpillar di Radio 2, realizzerà in presa diretta con tutti i protagonisti della serata.

I brani di Suburra, felice esempio di scrittura a quattro mani di Bonini e De Cataldo, seguito ideale di Romanzo Criminale, ci conducono in una Roma da Basso Impero criminale, lunare e sguaiato scenario di una feroce mattanza dove due vecchi nemici, un bandito e un carabiniere ingaggiano la loro sfida finale mentre l’Italia affonda e politici, alti prelati e amministratori corrotti sgomitano per partecipare all’orgia perpetua. Carlo Bonini e Giancarlo Di Cataldo regaleranno al pubblico la presentazione del racconto inedito Brothers, che ha per protagonisti tre giovani broker italiani da anni nella finanza.

Nel suo ultimo romanzo, Mancarsi, Diego De Silva racconta la perfetta storia d’amore di due persone che si sfiorano senza incontrarsi mai. Allontanandosi dalle irresistibili vicende di Vincenzo Malinconico, il più famoso dei suoi protagonisti, si accosta ai suoi due nuovi personaggi e li osserva con pazienza, li pedina, chiedendoci di seguirlo – e di seguirli – senza fare domande. Settembre è il suo inedito composto per il ‘non compleanno’, dove propositi e promesse trovano un vero nuovo inizio.

Il desiderio di essere come tutti di Francesco Piccolo affronta la scommessa di raccontare tutto ciò che concorre a fare di noi quello che siamo nella storia d’amore che dura tutta la vita: quella con il proprio tempo e il proprio Paese, e il matrimonio (burrascoso) tra la vita privata e la vita pubblica. Vite che accostano momenti inscindibili che si fanno storia: i funerali di Berlinguer e la scoperta del piacere di perdere, il rapimento Moro e il tradimento del padre, il coraggio intellettuale di Parise e il primo amore che muore il giorno di San Valentino, il discorso con cui Bertinotti cancellò il governo Prodi e la resa definitiva al gene della superficialità, la vita quotidiana durante i vent’anni di Berlusconi al potere, una frase di Craxi e un racconto di Carver…

Point Lenana di Wu Ming 1 (scritto con Roberto Santachiara) è un racconto di tanti racconti. Parla di esploratori e squadristi, di poeti e diplomatici, di guide alpine e guerriglieri, dell’Africa e delle Alpi Giulie. Attraversa i territori e la storia di quattro imperi. Parla di uomini che vagarono sui monti. Uomini che in pianura e in città indossavano elmi e armature, e solo in montagna si sentivano finalmente leggeri, finalmente se stessi. La montagna era tempo liberato, rubato al dover vivere, conquistato con unghie, denti e piccozza.

Ma grande è l’attesa per la lettura in anteprima di alcune pagine dell’ultima opera del collettivo al completo L’Armata dei Sonnambuli, in uscita ad aprile 2014 .

Carlo Bonini (Roma 1967) ha lavorato per il Corriere della Sera e il Manifesto e attualmente è inviato de la Repubblica. I suoi libri più noti sono la biografia di Renato Vallanzasca Il fiore del male, da cui è stato tratto il film di Michele Placido, e ACAB. All cops are bastard, trasposto sul grande schermo da Stefano Sollima. Con Giancarlo De Cataldo ha scritto Suburra (2013).

Giancarlo De Cataldo (Taranto 1956) vive a Roma, dove è Giudice di Corte d’Assise. Autore di numerosi noir, è conosciuto soprattutto per Romanzo Criminale (2002), da cui è stato tratto un film e una serie televisiva di successo. Tra i suoi libri più recenti Io sono il Libanese (2012), Cocaina, scritto insieme a Massimo Carlotto e Gianrico Carofiglio, e Suburra, scritto con Carlo Bonini.

Diego De Silva (Napoli 1964), Premio Selezione Campiello per Certi bambini nel 2001, autore di apprezzati noir come La donna di scorta e Voglio guardare, ha conquistato il pubblico con le vicende dell’avvocato Vincenzo Malinconico, protagonista dei fortunati romanzi Non avevo capito niente (2007, Premio Napoli e finalista al premio Strega), Mia suocera beve (2010) e Sono contrario alle emozioni (2011), raccolti nella trilogia Arrangiati, Malinconico! (2013).  Il suo romanzo più recente è Mancarsi (2013).

Francesco Piccolo (Caserta 1964) è scrittore e sceneggiatore. Al cinema ha collaborato con Silvio Soldini (Agata e la tempesta, Caos Calmo, Giorni e nuvole), Nanni Moretti (Il Caimano e Habemus Papam) e Paolo Virzì nel suo ultimo film Il capitale umano. Tra i suoi libri più notiStorie di primogeniti e figli unici, La separazione del maschio, Momenti di trascurabile felicità. Per Einaudi è recentemente uscita una nuova edizione del suo Allegro occidentale. Il suo libro più recente è Il desiderio di essere come tutti (2013).

Wu Ming è un collettivo attualmente formato da quattro scrittori. Tra i libri più noti della loro vasta produzione Q, 54 e Manituana. Più recentemente sono usciti per Stile Libero Big Altai e Anatra all’arancia meccanica. Per scoprire il loro mondo www.wumingfoundation.com.

Info: www.teatrodellapergola.com

Posto unico intero 12 € – ridotto 10 €

LEAVE A REPLY