L’invocazione alla libertà di Antonio Pappano

0
194
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoIl 28 il concerto sarà trasmesso integralmente su telecomitalia.com/pappanoinweb, in streaming live e on demand per il progetto PappanoinWeb.

Il concerto del 29, invece, sarà dedicato ad Amnesty International

Beethoven-Dallapiccola-Beethoven, senza soluzione di continuità, questo vuole Antonio Pappano per il suo concerto di domenica 27 aprile (Sala Santa Cecilia ore 18, repliche lunedì 28 ore 20.30 e martedì 29 ore 19.30) per dedicarlo ai grandi ideali di libertà. Infatti, dal podio dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, leverà il gesto sul “Gott! Welch Dunkel hier!” l’invocazione di Florestano nel Fidelio di Beethoven che nell’oscurità del carcere sogna l’amata Leonora. Il Direttore inglese darà poi voce alla lunga agonia del Prigioniero, opera in un prologo e in un atto che Dallapiccola scrisse su testi da P. Villiers de l’Isle Adams e Ch De Coster, che affronta il tema della libertà umana, sentita e vissuta nel suo aspetto negativo di “privazione della libertà” e il disperato tentativo di riacquistarla. Il cerchio si ricongiunge con il Terzo e Quarto movimento della Sinfonia n. 9 di Beethoven, con la celebrazione della Gioia come simbolo della “libertà”, con quello slancio verso un utopistico superamento dei singoli egoismi, nell’auspicio di una fratellanza di tutti gli uomini.

Con questo concerto Antonio Pappano vuole ribadire il suo impegno a favore dei diritti umani, per il quale nel 2013 ha ricevuto il premio che Amnesty International assegna a coloro che con la loro arte contribuiscono a sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti di temi così vasti e così inglobanti l’intera umanità. Infatti ha voluto dedicare il concerto del 29 ad Amnesty e a tal proposito afferma: “Musica e diritti umani. Un connubio possibile, un risultato eccezionale. È dalla voglia di affiancare Amnesty International nelle sue azioni in difesa della libertà e della giustizia che nasce la volontà di dedicare questo concerto: un concerto rivolto a chi ogni giorno si impegna per difendere i diritti umani, a chi vede in Amnesty International la sola speranza per una vita migliore ma anche, e soprattutto, a chi deciderà di starci vicino in questa importante impresa scegliendo di essere la voce di chi non ha voce, sostenendo Amnesty International”.

Cast di voci esemplare con Angeles Blancas Gulin (Soprano) Rachel Willis-Sørensen (soprano) Louis Otey (baritono) Stuart Skelton (tenore), Carlo Putelli (tenore), Antonio Pirozzi (basso). Maestro del Coro Ciro Visco

Invece, lunedì 28, continua il progetto PappanoinWeb – promosso dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e da Telecom Italia – con la trasmissione integrale del concerto su telecomitalia.com/pappanoinweb, in streaming live e on demand.

Stagione di Musica Sinfonica

Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia

Domenica 27 aprile ore 18.00 – Lunedì 28 ore 20.30  – Martedì 29 ore 19.30

Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Antonio Pappano Direttore

Ciro Visco Maestro del Coro

Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Antonio Pappano direttore

Louis Otey baritono

Stuart Skelton tenore

Angeles Blancas Gulin soprano

Rachel Willis-Sørensen soprano

Andrea Baker contralto

tenore Carlo Putelli e basso Antonio Pirozzi

Beethoven “Gott! Welch Dunkel hier!” dal Fidelio

Dallapiccola Il Prigioniero

Beethoven Sinfonia n. 9 Terzo e Quarto movimento

Biglietti da 19 a 52 euro – Infoline 068082058

LEAVE A REPLY