Il Giardino delle Esperidi Festival: ecco gli appuntamenti del 28 e 29 giugno

0
237
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Il secondo fine settimana de Il Giardino delle Esperidi si apre solco della relazione con paesaggio e territorio.

Sabato 28 giugno alle 17.00 è in programma a Campsirago (Palazzo Gambassi) Riflessioni intorno al Genius Loci, informale conversazione tra etica ed estetica sullo spirito dei luoghi, con gli ospiti Isabella Lavelli, Sista Bramini, Alfredo Chiappori, Michele Losi.

La serata del 28 giugno vedrà impegnati i due palcoscenici del Gambassi. Apertura alle 21.00 sul palco grande con un ospite internazionale: la Spitfire Company, ensemble all’avanguardia nella Repubblica ceca, noto per la sua ricerca integrata tra danza, musica, physical e visual theatre, che presenta in prima nazionale Antiwords, spettacolo influenzato dalle opere di Václav Havel, in particolare da L’udienza e dal suo leggendario adattamento cinematografico, in cui il ruolo del birraio è stato interpretato da Landovský che ha saputo rimanere nel personaggio pur bevendo ben nove pinte di birra.

Miřenka Čechová e Jindřiška Křivánková potranno superare la leggenda? Saranno in grado di raggiungere una condizione limite, ricordando il leitmotiv dell’alienazione di Havel e la poetica della solitudine di Hrabal? Accanto a quelli interpretati dai due attori, altri ruoli di primo piano sono affidati alle grandi teste realizzate dalla scultrice Paulina Skavova e alla musica di Sivan Eldar, composta appositamente per questa performance.

Alle 22.00 il palco piccolo ospita Cupido es una broma, spettacolo intreccia teatro di figura, physical theatre e live music, frutto della sinergia di tre realtà artistiche di rilievo internazionale: Scarlattineteatro, David Zuazola, pluripremiato puppet designer e Marek Zurawski, codirettore artistico di Unia Teatr Niemozliwy, storica compagnia di teatro di animazione di Varsavia.

Il Collettivo PirateJenny, compagnia cross mediatica, che lavora tra danza, testo e immagine, presenta in prima assoluta alle 23.00 sul palco grande di Palazzo Gambassi, la nuova tappa del percorso di rivisitazione della fiaba. Pollicino 2.0, porta in scena il più spietato dei reality show che ha per missione uscire dal bosco in 7 giorni: nell’era della Grande Privazione, tre Pollicini ormai trentenni devono scegliere tra il mangiare o essere mangiati, rimanere etici o sopravvivere.

Il progetto Cantiere Campsirago, fucina creativa per nuovi artisti, ospita il 29 giugno alle 18.00, sul lungolago di Olginate, Principio Attivo Teatro, compagnia pugliese, che presenta un primo studio di Le mani di Danilo Dolci. Per un racconto su Danilo Dolci, dedicato a quella straordinaria figura attiva tra gli anni ’50 e ’90 in Sicilia come poeta, educatore, sociologo e attivista della nonviolenza, il cui lascito merita di non essere dimenticato. Alle 20.00, presso il Parco Comunale di Ello, Riserva Canini, compagnia di teatro di figura recentemente insignita del Premio Eolo, che propone l’anteprima di Circumnavigantes. Primi passi, di un progetto dedicato all’attesa. A seguire, sempre ad Ello, alle 21.00, Maurizio Patella è autore e interprete di Loro. Storia vera del più famoso rapimento alieno in Italia, menzione speciale “Franco Quadri” al Premio Riccione 2013. Ispirato al caso del rapimento alieno di un metronotte avvenuto nel 1978, lo spettacolo racconta del demenziale progetto di colonizzazione terrestre. Sullo sfondo, l’Italia alla fine degli anni ’70: ingenua, piene di speranze, ma anche falciata da brigatismo, lotta armata, bombe.

Il 29 giugno alle 21.00 in prima assoluta la Piazza di Consonno di Olginate, il cosiddetto “paese fantasma”che ancora lotta tra tentativi di rinascita, ospita Taverna est, compagnia nota per il suo impegno civile e il lavoro con le “comunità difficili” di Scampia e la collaborazione attiva con Marco Martinelli del Teatro delle Albe.

La storia dell’antico borgo di Consonno, in comune di Olginate (Provincia di Lecco), è di quelle che sono retaggio dei ruggenti anni Sessanta, quando un improbabile “Grande Ufficiale Conte Mario Bagno”, imprenditore senza scrupoli, acquista in un colpo solo l’intero tenimento di Consonno, tipico borgo brianzolo sul Monte di Brianza. Tutto il borgo viene demolito per realizzarvi una improbabile città dei divertimenti, una sorta di “Las Vegas” della Brianza. Bagno mette insieme un’accozzaglia di reperti e testimonianze che richiamavano tutti i luoghi del mondo e della storia, che prende il posto dell’antico borgo. “A Consonno il cielo è più azzurro”, recitavano gli striscioni di benvenuto di chi, varcata la porta d’entrata con due armigeri medioevali fantocci in posizione di guardia, saliva all’improbabile minareto.

La danse des amants, è uno spettacolo sulla festa d’Estate nel paese di Mirnastorno nei primi del 900 e sull’amore in tutte le sue forme, catalizzatore del bene e del male. Lo spettacolo, frutto dell’incontro tra Sara Sole Notarbartolo e “un gruppo di forsennati attori ed artisti napoletani” è preceduto da un laboratorio (20/28 giugno) e terminerà in una festa con il pubblico, invitato dai personaggi della storia a danzare e banchettare insieme.

Un finale che riunisce artisti e pubblico per un festival ad alto tasso di coinvolgimento.

PREZZI: da 10 a 3 euro | Abbonamenti da 70 euro (tutti gli spettacoli) a 35 euro (5 spettacoli)

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: ScarlattineTeatroCampsirago Residenza

tel. +39 039 9276070 | e-mail info@scarlattineteatro.it | sito www.scarlattineteatro.it

In caso di pioggia sono previsti luoghi alternativi al coperto.

LEAVE A REPLY