Positano premia la danza Léonide Massine

0
198
Condividi TeatriOnline sui Social Network

foto

Settembre, andiamo. È tempo di….. Positano Premia la danza Léonide Massine! Il Vate non si dispiacerà se lo citiamo per annunciare la prestigiosa serata, appuntamento clou di fine estate, che quest’anno si tiene il 6 settembre sulla Spiaggia Grande di Positano. All’attesissimo gala saranno tante le stelle della danza che (insieme al giustamente decantato astro d’argento luccicante sul mare) brilleranno sulla Costiera Amalfitana.

 

Perché chi dice Positano dice danza.

 

E’ così fin dagli Anni Venti del ‘900 quando nella città arroccata sulla Costiera Amalfitana si stabilì un collaboratore di Diaghilev, ospitandovi in seguito Lifar, Bakst, Nijinsky, Stravinsky (oltre a personaggi del mondo artistico come Picasso e Cocteau), e quando il ballerino/coreografo dei Ballets Russes, Léonide Massine s’innamora del luogo al tal punto da comprarne le isole antistanti, dette Li Galli, e fissarvi la sua residenza. Ma il canto delle Sirene di Positano raggiunge anche il ballerino dei ballerini Rudolf Nureyev, successivo proprietario de Li Galli, che sarà il suo rifugio prediletto per 26 anni, fino alla sua morte.

 

E così continua ad essere oggi con il premio annuale che Positano dedica alla danza, premio che, insieme alle Sirene che in quei mari sono di casa, richiama a sé i maggiori nomi della danza internazionale.

 

Anche quest’anno, dunque, il 6 settembre 2014 alle ore 21, nell’ambito della 42esima edizione di Positano Premia la danza Léonide Massine, la Spiaggia Grande di Positanoospiterà uno scintillante Gala con ballerini provenienti dai palcoscenici del mondo: Russia, Gran Bretagna, Italia,  Stati Uniti, Svezia, Giappone.

 

Positano Premia la danza Léonide Massine è organizzato dal Comune di Positano, nella persona del Sindaco Michele de Lucia, con la direzione artistica di Daniele Cipriani. Ne è il Presidente Onorario Alberto Testa, figura storica del Premio che porta il nome della città. In questo suo quarto anno alla guida del Premio, Daniele Cipriani ne sottolinea sempre di più lo spirito globale, affidando la scelta dei premiati a una giuria internazionale di critici. A ricevere il riconoscimento quest’anno saranno dei nomi di spicco della danza di ieri, di oggi e di domani.

 

 

Il prestigioso Premio alla Carriera 2014 andrà congiuntamente a Mats Ek e Ana Laguna. Si tratta di un sodalizio, di vita e di arte, fra i più emblematici del mondo della danza internazionale. Creatore geniale, il coreografo svedese Ek ha cambiato il panorama del balletto del secondo Novecento con la sua opera e le sue sensazionali riscritture dei grandi classici; la ballerina spagnola Laguna, interprete dalla sensibilità straordinaria, è stata la musa di Mats Ek in numerosi di questi lavori espressamente creati per lei, indimenticabile Giselle, nella versione moderna che il grande coreografo firma di questo caposaldo del repertorio classico.

 

Dal Bolshoi di Mosca arriva la prima ballerina Olga Smirnova che ritirerà il Premio Danzatrice dell’anno sulla scena internazionale. Il Premio coreografo dell’anno, invece, va all’inglese Christopher Wheeldon, coreografo del Royal Ballet di Londra e del New York City Ballet, creatore di lavori che stanno facendo la storia del balletto.

 

Importante il gemellaggio che da quest’anno unisce Positano Premia la danza Léonide Massinecon il Prix Benois de la danse di Mosca: infatti, viene istituito il Premio Benois-Massine Mosca-Positano, assegnato da Daniele Cipriani e dal presidente della giuria, ad uno dei premiati alla scorsa edizione del Prix Benois. Cosa analoga farà la giuria di Mosca alla prossima edizione del Prix Benois, selezionando uno dei premiati di questa edizione di Positano Premia la danza Léonide Massine. A ricevere il primo Premio Benois-Massine Mosca-Positano della storia sulla Spiaggia Grande di Positano il 6 settembre sarà la ballerina giapponese Mariko Kido (attualmente prima ballerina con il Reale Balletto Svedese). Il Premio Benois-Massine è una creazione originale dell’artista russo Igor Ustinov che disegna anche il trofeo del Prix Benois.

 

 

Il grande regista Franco Zeffirelli, da sempre legato alla città di Positano, ha voluto donare un suo bozzetto per l’opera “Il Turco in Italia” (Teatro alla Scala, 1955), che verrà consegnato ai premiati, e una litografia originale, destinata alla vincitrice del Premio alla carriera.

 

Come già nelle scorse edizioni, Positano Premia la danza Léonide Massinesi arricchisce di una serie di appuntamenti collaterali. (Vedi il calendario degli eventi in calce).

 

Il Positano Premia la danza Léonide Massine è riconosciuto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e ne ha il patrocinio, oltre a quello dell’Unione Europea, della Regione Campania – Assessorato al Turismo e ai Beni Culturali e del Comune di Positano.

 

IL PROGRAMMA

 

 

e poi a Positano

 

5 settembre alle ore 19,30

INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “SULLE ALI DEL PREMIO POSITANO”

(1969-2013)

La grande avventura del Premio Positano dai diari inediti di Alberto Testa

Pinacoteca Comunale, Positano

dal 6 al 14 settembre

 

6 settembre, ore 19,00

Roll over Petipa! Il repertorio classico va rinnovato?

INCONTRO CONFERENZA CON CARLA FRACCI, ANA LAGUNA E CHRISTOPHER WHEELDON 

Conducono Roger Salas e Valentina Bonelli

Hotel Covo dei Saraceni, Positano

 

6 settembre ore 21,00

GALA DEI PREMIATI

Spiaggia Grande di Positano 

  

 

 

Positano Premia la danza Léonide Massine

Il Direttore Artistico: Daniele Cipriani, già Direttore artistico per la danza del Ravello Festival dal 2008 al 2010 è anche curatore di numerosi Gala di danza e balletto in Italia come Taormina Arte, Mittelfest, Como Città della Musica, Festival Puccini di Torre del Lago, Ravello Festival, Auditorium Parco della Musica di Roma e all’estero. Ideatore e curatore per il Positano Myth Festival dello spettacolo Apollineo e Dionisiaco tenutosi sull’isola di Li Galli, ha offerto al pubblico, per la prima volta nella storia, uno spettacolo di danza sull’isola appartenuta a Léonide Massine e Rudolf Nureyev. Tra i riconoscimenti ottenuti, la Targa d’argento del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e la Medaglia di Roma Capitale nel 2013.

La giuria internazionale: Roger Salas, Presidente (El Pais, Madrid), Valentina Bonelli (Vogue, Italia), Tatiana Kuznetkova (Kommersant, Russia), Judith Mackrell (The Guardian, Londra), Wendy Perron (Dance Magazine, New York).

 

Breve storia del Premio

La manifestazione ha una lunga tradizione, che ha visto negli anni premiati illustri personalità quali: Margot Fonteyn, Rudolf Nureyev, Gianni Versace, Maurice Béjart, Vladimir Vassiliev, Ekaterina Maximova, Natalia Makarova, Carla Fracci, Luciana Savignano, Elisabetta Terabust, Alessandra Ferri, Eleonora Abbagnato, Roberto Bolle, Alicia Alonso, Uliana Lopatkina, Ivan Vassiliev, Natalia Osipova, Yuri Grigorovich. 

 

Positano richiama i più grandi artisti della danza del secolo scorso. Per le sue strade hanno passeggiato personaggi come Serghei Diaghilev e Vaslav NijinskyLéonide Massine e Rudolf Nureyev hanno amato questa terra al punto da voler acquistarne le Isole de Li Galli.

Il grande fascino che questa terra, e il suo mare, hanno da sempre esercitato sul mondo della danza sono il motivo per cui, il 2 agosto 1969, nasce il Premio Positano. Dieci anni dopo la prima edizione, alla morte di Léonide Massine, il premio viene intitolato alla di questi memoria. Quest’anno se ne celebra la 42a edizione. Dal 2011 lo dirige Daniele Cipriani, mentre Alberto Testa, che ne è oggi il Presidente Onorario, lo diresse per  40 anni (nel computo delle edizioni si calcola che per tre anni il premio non ha avuto luogo). 

LEAVE A REPLY