Rinaldo Alessandrini in concerto

0
213
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoIl primo concerto della serie pomeridiana della 70ma stagione della IUC – Istituzione Universitaria dei concerti avrà luogo sabato 18 ottobre alle 17.30 nell’Aula Magna della Sapienza. Ne saranno protagonisti Rinaldo Alessandrini e il suo ensemble vocale e strumentale Concerto Italiano, che propongono un raffinato programma intitolato “La notte e il giorno”, interamente dedicato a madrigali e sinfonie di Claudio Monteverdi, il compositore che segnò il passaggio dal rinascimento al barocco, uno dei più grandi geni di tutta la storia della musica.

Sarà eseguita un’ampia scelta di madrigali di Monteverdi, attinti soprattutto dal sesto, settimo e ottavo libro, gli ultimi scritti dal compositore cremonese e i più geniali per la varietà delle combinazioni di voci e strumenti e per le sempre nuove e sorprendenti soluzioni espressive. Spiccano tra tutti il ballo “Tirsi e Clori” e il madrigale rappresentativo “Il combattimento di Tancredi et Clorinda”, basato su un famoso episodio della “Gerusalemme liberata” di Torquato Tasso e pubblicato tra i “Madrigali guerrieri et amorosi”. I madrigali saranno intervallati dalle brevi sinfonie delle tre opere superstiti di Monteverdi, Orfeo, Il ritorno di Ulisse in patria e L’incoronazione di Poppea.

La storia di Rinaldo Alessandrini e di Concerto Italiano è iniziata a Roma trenta anni fa, nel 1984: questi allora giovanissimi musicisti portarono la foga, l’estro e la fantasia italiane nella musica barocca, dove allora dominavano le esecuzioni “filologiche” dei complessi d’oltralpe, convinti che gli strumenti originali bastassero a restituire la vita a un mondo musicale traboccante d’idee, di originalità, di drammaticità.

Rapidamente Alessandrini è diventato una vera e propria star della musica barocca. Nel suo caso non si può dire “nemo propheta in patria”, perché anche l’Italia gli ha dato grandi soddisfazioni: basti pensare alle tre opere di Claudio Monteverdi da lui dirette negli scorsi anni al Teatro alla Scala con la regia di Robertob Wilson, che verranno riprese a partire dal 2015. Una di questi tre allestimenti, L’incoronazione di Poppea, è stato rappresentato anche all’Opéra di Parigi nel 2014. Roma, la sua città natale, non gli ha offerto occasioni di tale visibilità internazionale, ma comunque sono numerosissimi i suoi concerti presso le più importanti istituzioni musicali della città: l’ultimo in ordine di tempo proprio alla IUC nel 2011, con un programma interamente dedicato a Vivaldi, un altro degli autori di cui Alessandrini è interprete insuperabile.

Festival di particolare interesse per la vita culturale della Città 2014-16, Sapienza in Musica, realizzato con il sostegno di Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Dipartimento Cultura.

 

PROGRAMMA:

Concerto Italiano

Rinaldo Alessandrini clavicembalo e direttore

Monteverdi – La notte e il giorno

Madrigali e Sinfonie di Claudio Monteverdi

Sinfonia da Orfeo

Hor ch’el ciel e la terra

Sinfonia da L’incoronazione di Poppea

Combattimento di Tancredi e Clorinda

Sinfonia da Il ritorno di Ulisse in patria

Lamento della Ninfa

Sinfonia dal libro VII dei Madrigali,

Ecco mormorar l’onde

De la bellezza le dovute lodi

A Dio, Florida bella, il cor piagato

Chiome d’oro

Tirsi e Clori

———————

BIGLIETTI: Interi: da 20 euro a 30 euro (ridotti da 16 euro a 24 euro)

Under 30: 8 euro

Under 14: 5 euro

INFO per il pubblico: tel. 06 3610051/2

www.concertiiuc.it

botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it

LEAVE A REPLY