Nove colori in nove movimenti

0
199
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotouna performance di Gabriele Amadori, Stefano Battaglia e Michele Rabbia che ci fa vedere la musica e ascoltare la pittura

——————–

Martedì 17 febbraio alle 20.30 nell’Aula Magna della Sapienza (piazzale Aldo Moro 5) per la IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti, “Nove colori in nove movimenti”, una performance di musica e pittura con il pittore Gabriele Amadori, Stefano Battaglia al pianoforte preparato e Michele Rabbia alle percussioni. Gabriele Amadori, allievo di Emilio Vedova, è un artista versatile e ha creato una forma d’arte interdisciplinare, una performance pittorica e insieme musicale, una forma di teatro totale, in cui gesto, suono e colore contribuiscono alla nascita di un evento unico e originale. Dalla sua azione pittorica, evocata, accesa e stimolata dalla musica, nasce un fascino profondo e anche un po’ misterioso, estetico, religioso, onirico, mitico. La performance è il risultato dell’interazione tra diverse arti e diversi soggetti, la cui diverse realizzazioni pittoriche e musicali trovano una direzione comune. Sulle improvvisazioni jazzistiche di Stefano Battaglia e Michele Rabbia, Gabriele Amadori dipinge una grande tela di otto metri di lunghezza con nove colori: azzurro cobalto, turchese chiaro, giallo, rosso brillante, blu oltremare, arancio, arancio brillante chiaro, verde brillante chiaro, verde brillante scuro. Ogni colore corrisponde alla sonorità di uno strumento, a un carattere della musica, a una sensazione, a un’idea, e la “partitura” pittorica si realizza in relazione con lo svolgimento della musica, traducendo i suoni in colori.

Con Amadori sono sul palco due dei più noti musicisti jazz italiani.

Stefano Battaglia, pianista e compositore, ha tenuto più di 3000 concerti in Italia, Germania, Svizzera, Francia, Spagna, Austria, Repubblica Ceca, Spagna, Ungheria, Belgio, Giappone, Tunisia, Israele, Stati Uniti, Slovenia, Olanda, Grecia, Marocco, Turchia, Svezia, collaborando con molti musicisti internazionali e pubblicando più di cento dischi, che gli hanno valso numerosi premi e riconoscimenti nazionali ed internazionali.

Il cd Explore con Tony Oxley è stato votato negli Stati Uniti tra i migliori dieci album europei del decennio 1990-2000. La prestigiosa casa discografica tedesca ECM ha pubblicato cinque suoi album, tra cui il doppio cd “Re: Pasolini”, cui partecipa Michele Rabbia, dedicato al grande poeta, che è stato anche eseguito nelle principali sale da concerto del mondo, tra cui la Steinway Hall di New York e l’Alte Oper di Francoforte.

Michele Rabbia è stato definito “funambolo della batteria e di tutto ciò che si può percuotere”. Per alcuni anni ha studiato negli Usa, dove ha svolto anche un’inetnsa attività concertistica. Tornato in Europa negli anni Novanta, ha fondato il gruppo Aires Tango e ha collaborato con musicisti quali Antonello Salis, Javier Girotto, Maria Pia De Vito, Danilo Rea, Paolo Damiani e altri ancora. Particolarmente intensa la sua collaborazione con Stefano Battaglia. Ha inciso con ECM e altre prestigiose etichette.

——————–

BIGLIETTI: Interi: da 12 euro a 20 euro (ridotti da 16 euro a 10 euro)

under 30: 8 euro

under 14: 5 euro

INFO per il pubblico: tel. 06 3610051/2

www.concertiiuc.it

botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it

LEAVE A REPLY