Teatro a gonfie vele: Rosaspina

0
208
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoUn giorno nacque una bambina di nome Rosaspina. Sette fate furono chiamate alla festa e portarono per la bimba i doni più desiderabili: bellezza, intelligenza e virtù. E l’ottava fata? Perché non fu invitata? Al suo arrivo il cielo si fece buio… e pronunciò parole che nessuno avrebbe mai voluto sentire: la bambina si pungerà un dito e si addormenterà. E mentre Rosaspina incontra il suo destino, un re e una regina imparano ciò che nessun sonno può sciogliere, nessuna spina può far dimenticare. E lasciano una figlia per non lasciarla mai più. «Rosaspina» è lo spettacolo di teatro-ragazzi la compagnia Teatro del Piccione di Genova porta in scena domenica 8 febbraio nella Casa della Comunità di Nago, nell’ambito della rassegna «Teatro a gonfie vele». L’inizio è alle ore 16.30; età consigliata dai 5 anni in su.

Lo spettacolo, una versione dolce e visionaria della «Bella Addormentata», ha vinto nel 2009 il FIT, il Festival Internazionale Teatro di Lugano (motivazione: «Per l’originalità della reinterpretazione della fiaba classica, per la bravura degli attori, per la bellezza della scenografia e delle ambientazioni, e per la forte carica poetica delle immagini evocate») e nel 2011 il XXX Festival Nazionale di Teatro per Ragazzi di Padova. Inoltre è stato invitato ai prestigiosi festival Avignon Off (ad Avignone nel 2009), Ré-géneration TNG (a Lione nel 2011), Momix (a Kingersheim nel 2012) e À pas contès (a Digione nel 2012).

Teatro a gonfie vele
La rassegna di teatro per ragazzi è organizzata da Altogarda Cultura (il Servizio di attività culturali intercomunale di Arco e Riva del Garda), dalla Comunità Alto Garda e Ledro e dai Comuni di Arco, Drena, Dro, Ledro, Nago Torbole, Riva del Garda e Tenno. La direzione artistica è di Barbara Frizzi, l’organizzazione di Sara Maino. In collaborazione con la compagnia «Teatro per caso» e con il Coordinamento teatrale trentino, e con il sostegno del Ministero per i beni e le attività culturali (Direzione generale per lo spettacolo dal vico), delle Casse Rurali trentine e della Provincia autonoma di Trento.

Biglietti

Posto unico non numerato: 4 euro

Prevendita agli sportelli delle Casse Rurali del Trentino

Apertura della biglietteria in teatro: un’ora prima dell’inizio dello spettacolo

LEAVE A REPLY