Love is the cure – Evento benefico a sostegno dei malati di Alzheimer

0
222
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoVenerdì 20 marzo a partire dalle ore 20.30 il Cinema Metropolitan di Sant’Anastasia (via Antonio D’Auria 121) ospiterà un grande evento benefico denominato Love is The Cure”, destinato a informare la cittadinanza circa le modalità di prevenzione e di assistenza ai malati di Alzheimer ed anche a raccogliere fondi, attraverso un’offerta libera, per la prosecuzione di un progetto che sta per partire. L’evento è realizzato grazie alla collaborazione tra l’Associazione Girando intorno al Vesuvio (Giffoni Festival), la Performing Arts Plus, di Cettina Celati e Pietrangelo Trama, e l’A.D.A. Alzheimer. L’evento è patrocinato dalla Regione Campania e dal Comune di Sant’Anastasia. Saranno presenti, in rappresentanza delle istituzioni, Lello Abete, sindaco di Sant’Anastasia, e Cettina Gilberti, assessore comunale alle Politiche sociali.

Nell’attesa, caratterizzata da un’intensa spiritualità, della visita di Papa Francesco nel capoluogo partenopeo, è impossibile non ricordare le parole del pontefice che richiamano al senso di responsabilità verso chi soffre, in particolare i malati di Alzheimer.

Papa Bergoglio infatti sottolinea la necessità di una forte attenzione all’assistenza ai malati di Alzheimer e la promozione del sostegno alla famiglie dei pazienti. Queste le sue parole “E’ importante il supporto di aiuti e di servizi adeguati, volti al rispetto della dignità, dell’identità, dei bisogni della persona assistita, ma anche di coloro che la assistono, familiari e operatori professionali”. Perché, come ha ribadito nella medesima occasione, “la famiglia, che resta il luogo privilegiato di accoglienza e di vicinanza”.

L’Alzheimer è una malattia neurodegenerativa che piano piano sottrae alla persona che ne viene colpita frammenti sempre più significativi di sé stessa e della propria vita, fino a “rubarle” la cosa più preziosa: la memoria dei propri cari e la propria autonomia.

Per porre una barriera, un baluardo, contro questo mostro “mangiaricordi” arriva un evento di raccolta fondi “Love is The Cure” dove la scienza, declinata secondo le sue varie facce e funzioni, dalla medicina ufficiale alle discipline olistiche, incontra le arti performative (teatro, fotografia, poesia, scultura, pittura, danza, musica e canto) per mostrare la strada da percorrere. Perché, appunto, l’amore è la cura, per sostenere questi pazienti nel loro percorso difficile ed impervio e per restituire loro la speranza sotto forma di consapevolezza della loro vita e di conoscenza spirituale.

L’evento ha due obiettivi:

  • Informare e sensibilizzare i cittadini dei Paesi vesuviani, e non solo, circa i modi più adeguati per prevenire l’insorgere dell’Alzheimer e assistere i pazienti, dando sostegno anche ai caregiver ed ai loro familiari
  • presentare i diversi aspetti di un servizio di assistenza biomedica e sanitaria che partirà sul territorio di Sant’Anastasia da settembre 2015.

In tale ambito un ruolo nevralgico è svolto dall’arte, nelle sue multiformi espressioni, quale strumento in grado di offrire forme importanti di sostegno al paziente e a chi si prende cura di lui.

———

IL PROGRAMMA DELLA SERATA

Inizio delle esibizioni: ore 21.00.

Video Performance fotografica: Love is The Cure con presentazione del programma della serata, dello scopo e del significato profondo della manifestazione. Introduce l’attrice Rossella Celati, reduce dai successi della soap tutta partenopea Un posto al sole. L’esposizione vede in mostra 35 opere inerenti al tema realizzate da 7 fotografi: Daniela Prato, Enzo Truppo, Giancarlo Villani, Yuri Donnarumma, Salvo Consales, Mariagrazia Crisma, Raffaele Piemonte .

La serata prevede diversi momenti live che vedranno protagonisti gli Ondanueve String Quartet, in connubio con altri artisti. Prima all’interno della cornice di un’intensa esibizione di teatro danza, con la performance Inside che vede in scena: Giorgia Mentoglio ed Antonio Nicastro. Le Coreografie sono realizzate da M. Ricciardi. Questo momento è a cura di Art Garage. Poi nel live “La Cura” dove si esibiranno con Francesca Di Giacomo feat Andrea Carpentieri al piano. Gli Ondanueve String Quartet saliranno sul palco con Paolo Sasso e Andrea Esposito ai violini, Luigi Tufano, alla viola e Marco Pescosolido al cello. Gli Ondanueve String Quartet nelle loro composizioni, contraddistinte dal suono vibrante dei violini, coniugano in maniera originale ed armoniosa elementi di jazz, folk, musica etnica e pop.

Gruppo di spicco nel panorama musicale internazionale sono autori di colonne sonore di film particolarmente amati da pubblico e critica tra i quali: la serie di Michele Palcido ispirata al film “Romanzo Criminale”, la pellicola “Le conseguenze dell’amore” di Tony Servillo, La Cryptonite nella borsa di Ivan Cotroneo con una bravissima Valeria Golino, Magnifica Presenza, acclamato successo di Ferzan Ozpetek, ed ancora Amiche da morire di Giorgia Farina.

Ad intervallare i contributi artistici ci sarà un primo momento di riflessione medico scientifica a cura del professor Francesco Saverio Caserta, presidente della Federazione Italiana di Medicina Geriatrica

– Conferenza di approfondimento sull’insorgenza ed il decorso dell’Alzheimer e sull’’importanza della prevenzione ed il sostegno attraverso varie terapie cognitive, manuali, olistiche osteopatiche artistiche, destinate non solo ai degenti ma anche ai loro familiari. Presentazione del servizio biomedico e sanitario destinato ai pazienti affetti di Alzheimer in partenza da settembre 2015: modi e tempi di erogazione e figure professionali coinvolte. Introduce Cettina Celati, event manger della Performing Arts Plus. Interverranno: dott. Luigi De Simone, neuropsicogeriatra, Sara Salzano, Gestalt counselor e caregiver Alzheimer, dott.ssa Maddalena Travaglino, psicoterapeuta familiare, dott.ssa Mariassunta Esposito psicologa, dott.ssa Cettina Celati, esperta in scienza e tecnica dello sport e del benessere, della terapia manuale e dell’osteopatia, massoterapia e tecniche di rilassamento e riequilibrio energetico Salvo Consales e Dario Esposito, esperti di teatro-terapia, dott. Claudio Carcaterra, naturopata, esperto in nutrizione e bioalimentazione. Modera: Rossella Celati

– Monologo teatrale “La voce dell’ispirazione” a cura di Francesca Di Giacomo, accompagnato da una performance di live painting a cura di Monique Art.

– Apertura del buffet con degustazione di prelibatezze del territorio in abbinamento a vini selezionati.

Per maggiori info sulla serata e le modalità di partecipazione: Cettina Celati, Performing Arts Plus, via e-mail su theperformingart@ibero.it o telefonicamente al 338 91 40 634

LEAVE A REPLY