Maxxi Live Music, dal 27 marzo al 17 aprile 2015

0
222
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoIl Maxxi e il Conservatorio di Santa Cecilia presentano la seconda edizione di Maxxi Live Music: quattro concerti jazz che si svolgeranno dal 27 marzo al 17 aprile prezzo lo spazio museale progettato da Zaha Hadid che hanno l’intento di promuovere e divulgare la conoscenza della musica jazz contemporanea attraverso l’esibizione congiunta di docenti e studenti del Dipartimento Jazz del Conservatorio di Santa Cecilia.

Protagonisti della rassegna, promossa da Paolo Damiani, saranno Fabio Zeppetella, Maria Pia De Vito, Rosario Giuliani e lo stesso Damiani, artisti di livello internazionale nonché docenti che saliranno sul palco per esibirsi prima in assolo e nella seconda parte insieme a un ensemble di studenti del Conservatorio proponendo una serie di composizioni originali.

Ad aprire la rassegna nel primo appuntamento di venerdì 27 marzo alle ore 20, è Paolo Damiani che si esibisce con il quartetto Santa Cecilia Jazz Ensamble in un concerto all’insegna dell’improvvisazione.

Venerdì 3 aprile alle ore 20, spazio al secondo appuntamento della rassegna con Rosario Giuliani e il terzetto Santa Cecilia Jazz Lab con un omaggio a Cannonball Adderley, leggendario sassofonista americano.

Venerdì 10 aprile alle ore 20, terzo appuntamento con Fabio Zeppetella Quartet che vede protagonista il chitarrista e compositore italiano presentare i suoi brani originali insieme a chitarra, basso e batteria.

Quarto e ultimo appuntamento venerdì 17 aprile 2015 alle ore 20 con Maria PiaDe Vito, già premiata come migliore cantante italiana jazz, e la Santa Cecilia Vocal Ensamble che presenteranno Vocal Geofraphies, un progetto che che va dalla polifonia del tardo rinascimento agli autori contemporanei.

La rassegna, intenta a catalizzare l’attenzione anche sul rapporto fra musica contemporanea, arte e architettura offre l’opportunità di vivere un’esperienza unica in uno spazio straordinario: il biglietto per il concerto pari a 11 euro è valido anche come ingresso al Museo da utilizzarsi entro una settimana di tempo.

LEAVE A REPLY