“Romics”, il Festival del fumetto, dell’animazione e dei games dal 9 al 12 aprile a Roma

0
201
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoSi svolgerà dal 9 al 12 aprile presso la Fiera di Roma, la diciassettesima edizione del Romics, il Festival del Fumetto, dell’Animazione e dei Games: forte del successo dell’edizione dell’ottobre 2014 che ha registrato oltre 150mila presenze, l’appuntamento primaverile riserva moltissimi eventi speciali, spettacoli, anteprime, incontri con autori, videogames e intrattenimento.

“L’edizione di aprile è ormai un appuntamento consolidato e questa edizione vede l’apertura di un ulteriore padiglione e il moltiplicarsi delle proposte per accogliere un pubblico sempre più numeroso – spiega Sabrina Perucca, Direttore artistico della manifestazione – Ospiti straordinari, dalle star del fumetto americano alle eccellenze delle matite nostrane, l’impegno per Fukushima con la Mostra Okiagari Koboshi, grandi eventi cinema e videogame sono solo alcuni degli appuntamenti in programma”.

Fra i numerosi eventi da segnalare, la consegna dei Romics d’Oro che saranno assegnati ai disegnatori Rafael Albuquerque, Gipi (alias Gianni Pacinotti), Silvia Ziche (autrice Disney e non solo), Sergio Tisselli e Bruno Brindisi, fra i maggiori fumettisti italiani, autore anche di Tex, Diabolik nonché del manifesto di questa edizione, dedicato all’icona Dylan Dog. I Romics d’Oro Musicali, novità del Romics 2015, saranno invece assegnati a Vince Tempera e Luigi Albertelli, due personalità della musica legate ai miti dell’animazione giapponese (ricordiamo solo le parole e la musica di Goldrake, Daitan III ed Hello Spank), ma anche alla collaborazione con Tarantino.

Fra gli ospiti speciali della nuova edizione, il Movie Village accoglie tre eccellenze dell’animazione e degli effetti speciali a Hollywood, gli italiani Cinzia Angelini, Marco Niro e Marco d’Ambros protagonisti di workshop e seminari.

Romics Castelli Animati presenta due eccellenze italiane del cinema d’animazione, Alessandro Rak e Alessandra Sorrentino, protagonisti dell’incontro Special Asifa per raccontare la loro carriera. Tra gli eventi più importanti della rassegna primaverile ricordiamo l’iniziativa Okiagari Koboshi project nata per omaggiare le vittime della strage di Fukushima che presenta una serie di bambole-monaci che restano sempre in piedi, proprio come la popolazione giapponese, decorate da illustratori e personalità artistiche note in tutto il mondo, tra cui lo stilista Kenzo. Non mancheranno l’attesa gara dedicata ai Cosplayer, appassionati si trasformano nei personaggi dei loro fumetti, videogiochi e serie tv preferite, il Gran Galà del Doppiaggio o gli appuntamenti per bambini con la proposta del Romics Junior. Tutte le novità e il programma completo dell’edizione primaverile del Romics su www.romics.it

LEAVE A REPLY