Il maggio della Scala: grandi interpreti per il primo mese di Expo

0
192
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Il Teatro alla Scala apre il 1° maggio, con la Turandot diretta da Riccardo Chailly, la sua programmazione per Expo: 6 mesi di teatro aperto con opere, concerti, balletti, incontri e mostre.

Il calendario di queste prime quattro settimane presenta una straordinaria concentrazione di avvenimenti musicali di grande rilievo, riunendo a Milano molti degli artisti più prestigiosi della scena internazionale. Vanno in scena tre titoli (Turandot, CO2 e Lucia di Lammermoor) per un totale di 16 serate d’opera, cui si aggiungono l’inaugurazione del Festival delle Orchestre Internazionali per Expo con i Berliner Philharmoniker diretti da Sir Simon Rattle, un recital di Maurizio Pollini e concerti di canto con Diana Damrau, René Pape e Anja Harteros.

Proseguono anche gli incontri di approfondimento nel Ridotto dei Palchi e i concerti dell’Accademia e del ciclo “Invito alla Scala”.

Da venerdì 1° maggio va in scena Turandot di Giacomo Puccini con il Finale Puccini/Berio, sul podio il Direttore Principale Riccardo Chailly, la regia è di Nikolaus Lehnhoff. Nina Stemme, Aleksandrs Antonenko, Maria Agresta e Aleksej Tsymbalyuk rivestono i ruoli principali. Repliche il 5, 8, 12, 15, 17, 20 e 23.

In corrispondenza del ritorno in scena dell’opera il Museo Teatrale organizza (dal 30 aprile al 30 giugno) la mostra “Turandot alla Scala” che presenta pagine della partitura autografa e splendidi costumi storici.

Sabato 2 maggio Sir Simon Rattle e i Berliner Philharmoniker inaugurano il Festival delle Orchestre Internazionali per Expo, che proseguirà fino al 27 ottobre portando a Milano alcune delle più prestigiose orchestre del mondo, guidate da grandi direttori. I Berliner, che eseguiranno la Sinfonietta di Janáček e la Sinfonia n° 7 di Bruckner, mancavano da Milano dal 2005. Il concerto è sostenuto da BMW, Fondazione Kühne e Deutsche Bank (Partner dei Berliner Philharmoniker).

Lunedì 4 maggio torna alla Scala una delle più importanti voci di soprano del nostro tempo, Diana Damrau, accompagnata dal pianista Helmut Deutsch. La Damrau, che ha trionfato come Violetta ne La traviata di inaugurazione della stagione 2013/2014 e tornerà come protagonista di Lucia di Lammermoor, interpreta Lieder di Liszt, Strauss e Rachmaninov.

Mercoledì 6 maggio il Ridotto dei Palchi Arturo Toscanini ospita una conversazione tra Giorgio Battistelli e Gastón Fournier-Facio su CO2, l’opera commissionata dalla Scala a Battistelli che sarà in scena dal 16. Ingresso libero.

Venerdì 8 maggio alle 17.30 il pianista Maurizio Pollini sarà protagonista di un “Incontro con l’artista” moderato dal professor Franco Pulcini. L’incontro è aperto al pubblico con ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

Sabato 9 maggio alle ore 17 nel Ridotto dei Palchi “Arturo Toscanini” si festeggia l’ottantesimo compleanno del grande mezzosoprano Fiorenza Cossotto. Insieme all’artista saranno Sabino Lenoci e Giancarlo Landini. L’incontro, a ingresso libero, apre il ciclo “Grandi voci alla Scala” organizzato in collaborazione con la rivista ‘l’Opera’.

Domenica 10 maggio torna La Cenerentola per i bambini, spettacolo del ciclo “Grandi Opere per Piccoli” che ha fatto il tutto esaurito su tutte le repliche.

Lunedì 11 maggio l’attesissimo recital di Maurizio Pollini, che presenta un grande programma romantico con Arabeske e Kreisleriana di Schumann e Barcarole op. 60, Polonaise-Fantasie op. 61, Berceuse op. 57 e la Polonaise op. 53 “Eroica” di Chopin.

Sabato 16 maggio la prima assoluta di CO2, l’opera commissionata dal Teatro alla Scala a Giorgio Battistelli. È la prima opera dedicata ai temi dell’ambiente, dell’utilizzo delle risorse e del futuro del pianeta e costituisce il contributo del Teatro alla discussione sull’energia in occasione di Expo 2015. Il libretto multilingue è di Ian Burton, lo spettacolo di Robert Carsen si avvale di scenografie di Paul Steinberg arricchite dai video di Finn Ross e dalle immagini del grande fotografo Edward Burtynsky. Insieme al protagonista Anthony Michaels-Moore cantano 16 solisti tra cui Pumeza Matshikiza e Sean Panikkar. Dirige il talento in ascesa Cornelius Meister. Repliche il 19, 22, 24, 27 e 29.

Lo spettacolo è realizzato grazie al sostegno di Ferrarelle.

Doppio appuntamento lunedì 18 maggio: alle 20 Riccardo Chailly torna sul podio della Filarmonica della Scala portando al debutto al Piermarini Maria Joao Pires (www.filarmonica.it) ma c’è anche, alle 18, il concerto del Quartetto d’Archi e delle prime parti della Scala per l’ ”Invito alla Scala per giovani e anziani”.

Giovedì 21 maggio alle 17 nel Ridotto dei Palchi “Arturo Toscanini” Tito Ceccherini dirige l’Ensemble “Giorgio Bernasconi” dell’Accademia Teatro alla Scala in musiche di Lutosławski, Benjamin, Hosokawa e Webern. Ingresso libero previo ritiro del biglietto di invito.

Venerdì 22 maggio alle 18 nel Ridotto dei Palchi “Arturo Toscanini” Federico Fornoni parla di Lucia di Lammermoor “Melodramma esemplare” per il ciclo di incontri “Prima delle Prime” organizzato dagli Amici della Scala. Ingresso libero.

Lunedì 25 maggio Marc Albrecht dirige la Filarmonica della Scala (www.filarmonica.it)

Giovedì 28 maggio Diana Damrau (già protagonista del recital del 4 maggio) e Vittorio Grigolo sono gli interpreti di Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti diretta da Stefano Ranzani. Le due stelle del canto guidano un cast in cui compaiono anche Gabriele Viviani e Alexander Tsymbalyuk nella ripresa dell’allestimento di Mary Zimmermann realizzato in coproduzione con il Metropolitan.

Domenica 31 maggio il soprano Anja Harteros, già protagonista alla Scala di numerosi titoli tra i quali Lohengrin e Simon Boccanegra diretti da Daniel Barenboim e il Requiem di Verdi sia con Barenboim sia con Riccardo Chailly, presenta una selezione di Lieder di Berg, Wolf e Brahms accompagnata al pianoforte da Wolfram Rieger.

Informazioni dettagliate su www.teatroallascala.org

LEAVE A REPLY