Tre atti unici da Anton Cechov

0
180
Condividi TeatriOnline sui Social Network

foto

Produzione, ideazione e regia Cantiere Obraz

Con Michela Cioni, Paolo Ciotti, Alessandra Comanducci, Thomas Harris, Talitha Medici, Pierluca Rotolo

Scenografia Thomas Harris

Costumi Marcello Ancillott

———–

Venerdì 10, sabato 11 alle ore 20.45 e domenica 12 aprile ore 16.45 andrà in scena al Teatro di Cestello lo spettacolo “Tre atti unici” di Anton Cechov. La messa in scena è una produzione di Cantiere Obraz, in collaborazione con Teatro di Cestello.

Partendo dai tre vaudeville scritti da un Anton Cechov appena ventenne, alla fine dell’800, La domanda di matrimonio, L’orso, La Corista, attraverso una impronta registica tesa all’attualizzazione dell’autore classico, Cantiere Obraz indaga, la tematica del rapporto uomo-donna, in relazione al denaro. Fedelissimi al sentire del drammaturgo russo, l’attenzione è posta alla focalizzazione di quei temi che si associano al Cechov “maggiore”: la solitudine, le difficoltà di comunicazione, la rinuncia al desiderio, la battaglia tra i sessi. Questi temi emergono senza mai rinunciare alla sottile ironia e a quel senso del ridicolo insito nell’essere umano.

Non si può comprendere Čechov se non si comprende questa sua assoluta propensione alla facezia, alla burla, alla chiacchiera pasticciata e giocosa. Čechov è un comico. Čechov è anche un comico. Čechov è comico anche nei drammi, e lo è tanto quanto è drammatico nelle sue comiche, nelle sue vignette animate, nelle sue pantomime in un atto.

La scena è composta di tre spazi attigui che svelano finzione e, soprattutto verità, di un carosello di personaggi alle prese con le proprie fisime e manie, nella grande difficoltà di relazionarsi con altri esseri umani.

———-

Prezzo biglietto 15 euro.

Ridotto under 18 e over 65, 13 euro.

Per prenotazioni  prenotazioni@teatrocestello.it oppure  al 055 294609

LEAVE A REPLY