Cigno Nero e Libro: che Spettacolo!

0
312
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Cigno Nero ph Paolo Porto foto di repertorio sGRANDE ATTESA PER LA NUOVA CREAZIONE DI WALTER MATTEINI E INA BROECKX, “CIGNO NERO”, CON LA IMPERFECT DANCERS COMPANY, PRESENTATA IN PRIMA ASSOLUTA A CONCLUSIONE DELLA RASSEGNA DI DANZA 2015.

Nel pomeriggio e nella sera le iniziative di Libro: che Spettacolo! promosso dall’Agis nazionale.

 ——–

Sono gli Imperfect Dancers dei talentuosi Walter Matteini e Ina Broeckx i protagonisti dell’ultimo appuntamento con la Rassegna di Danza 2015 della Fondazione Teatro di Pisa, CIGNO NERO, presentato in prima nazionale sabato 9 maggio ore 21 al Teatro Verdi.

Italiano lui, di origine belga lei, con molteplici esperienze all’estero, nel 2009 creano la compagnia, da tre anni in residenza proprio al Teatro Verdi, di evidente vocazione contemporanea e che anzi, fin dalla scelta del nome, definisce nell’imperfezione il proprio individuale percorso.

Composta da sette danzatori di altissimo livello tecnico e carisma scenico- Ina Broeckx, Maria Focaraccio, Katherina Nagui, Valerio Iurato, Stefano Neri, Julio Cesar Quintanilla Garcia, Armando Rossi– l’ensemble si è affermata con successo, sia di pubblico che di critica, anche a livello internazionale, nelle recenti tournée in Europa, Stati Uniti, Africa, America del Sud, Asia e Canada.

La nuova creazione trova ispirazione dal saggio filosofico letterario di Nassim Nicholas Taleb, docente di origine libanese di Scienze dell’incertezza, Il Cigno Nero (The Black Swan), focalizzato su come l’improbabile governi la nostra vita, sul forte impatto di certi avvenimenti rari e imprevedibili, teoria conosciuta come la teoria del Cigno Nero.

Un Cigno Nero che diventa malvagio perché alimenta il terreno di coltura per la musa del male? Oppure il paladino feroce della vendetta del diverso? Per definizione il diverso diventa sempre più il brutto, diventa il paradigma del non desiderato. Automaticamente si autoesclude, si circoscrive in un canto triste fatto di angoscia e di ribellione. Prova a vivere il suo mondo, la sua libertà fatta di partecipazione e di adesione, ma non ci riesce perché allontanato da un mare di perbenismo ipocrita che trova spessore nelle punte sublimi di un cigno bianco che non lascia spazio, né speranza, né abbraccio. Solo fredda gelida indifferenza. Tanto bianco e candido e ricco di valore si mostra il Cigno Bianco tanto infame cattivo e perfido idealizziamo il cigno nero.

Questo nuovo lavoro, sulla scia delle passate produzioni Madama Butterfly’s son e Anne Frank parole dall’ombra, sarà un viaggio, che pur prendendo spunto dal celebre Lago dei Cigni, toccherà destinazioni parallele. Una rilettura coreografica originale e affascinante, e insieme un omaggio alla musica di Čajkovskij, sapientemente intrecciata quella di Massimiliano Pace, per un racconto attraverso immagini di una forza e una potenza disarmanti, ispirate dalla storia e dalla letteratura per creare un legame emotivo e avvincente con il pubblico.

Le scene e costumi sono firmati da Ina Broeckx, le luci da Bruno Ciulli.

Biglietti, con prezzi che variano da 20,00 a 5,50 Euro, in vendita anche nel circuito Charta_Vivaticket e al punto biglietteria del Porto di Marina di Pisa (uffici Vecchia Dogana).

La serata sarà preceduta dall’iniziativa LIBRO: CHE SPETTACOLO! promossa dall’Agis nazionale: presentazione dello spettacolo e del libro “Giorni di spasimato amore” di Romana Petri sabato 9 maggio ore 18 alla Libreria Ubik di Pisa.

Come già gli anni passati, anche quest’anno la prima nazionale è abbinata all’iniziativa promossa dall’Agis nazionale LIBRO: CHE SPETTACOLO!, (ottava edizione), volta a promuovere la lettura e lo spettacolo dal vivo. Sabato 9 maggio alle ore 18 presso la Libreria Ubik (Via Garofani 6, Pisa) il coreografo Walter Matteini presenterà lo spettacolo Cigno Nero, e la scrittrice Romana Petri il suo libro “Giorni di spasimato amore”, Longanesi Editore. Maria Antonella Galanti, Prorettore dell’Università degli Studi di Pisa, interverrà invece con pensieri, riflessioni e considerazioni sul tema “Amore e follia: la disperazione dell’uomo per la fine di un amore”, letture di Lorenzo Maria Mucci, conduce Silvano Patacca, direttore della programmazione e direttore artistico della Rassegna di Danza della Fondazione Teatro di Pisa.

Alle ore 20.40 dal palcoscenico del Teatro Verdi Romana Petri e Lorenzo Maria Mucci, “voce fuori pagina”, presentarenno “Giorni di spasimato amore”. Il libro sarà a disposizione degli interessati a un prezzo scontato a fine spettacolo nel foyer del Teatro, presente l’Autrice.

Per informazioni: Fondazione Teatro di Pisa tel 050-941111, www.teatrodipisa.pi.it.

 

LEAVE A REPLY