Casa del Jazz Summer Festival

0
172
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Ritorna alla Casa del Jazz la rassegna estiva Casa del Jazz Summer Festival, nel suo splendido parco, dal 27 giugno all’11 luglio, con concerti che vedranno protagonisti grandi interpreti del jazz internazionale, da Mike Stern e Didier Lockwood, dai brasiliani  Hamilton De Holanda & Diogo Nogueira, a Marc Ribot e alcuni dei più importanti musicisti italiani, Enzo Pietropaoli, Paolo Damiani con Rosario Giuliani, Massimo Nunzi con l’Orchestra Operaia, Fabio Zeppetella, l’omaggio a Enrico Intra, il concerto benefico di Giovanna Marini con il Coro e la Banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio.

Ad aprire la rassegna,sabato 27 giugno, in collaborazione con Associazione Cultura è Libertà il concerto di Giovanna Marini con il Coro e la banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, a sostegno del progetto “Liutai a Gaza, la musica al lavoro contro la distruzione”. Costruzione di un laboratorio per la riparazione di strumenti musicali. La Musica Come Arte Di Resistenza… E’ una definizione della Scuola di Musica palestinese Al Kamandjati, presa dal film Just Play di Dimitri Chimenti, perfetta anche per il gran concerto di Giovanna Marini con il coro e la banda della scuola di Testaccio che contribuirà a sostenere il progetto “Liutai a Gaza, la musica al lavoro contro la distruzione”e in particolare l’acquisto degli strumenti da lavoro per un laboratorio di riparazione e di costruzione di strumenti musicali a Gaza.Venerdi 3 luglio, la Casa del Jazz e l’etichetta discografica AlfaMusic presentano Enrico Intra “Ottanta!”, il jazz romano incontra e festeggia Enrico Intra, un evento eccezionale dedicato al grande Maestro che festeggia i suoi ottant’anni con uno straordinario cast di musicisti, scelti tra coloro con cui il pianista, compositore e anche animatore culturale milanese ha percorso un tratto della sua lunghissima vicenda artistica. Tra brani orchestrali, duetti, trii, quartetti, il Maestro si alternerà al pianoforte e alla direzione, dialogando con musicisti che gli renderanno omaggio in una tappa importante di una carriera costellata di successi e di geniali intuizioni: Giuseppe Bassi, Bruno Biriaco, Paolo Damiani, Roberto Gatto,Maurizio Giammarco, Rosario Giuliani, Stefano Mastruzzi, Gegè Munari, Lino Patruno, Marcello Rosa, Giorgio Rosciglione, Roberto Tarenzi, Giovanni Tommaso, Bruno Biriaco, Daniela Spalletta, Israel Varela e molti altri… Sabato 4 luglio l’Orchestra Operaia Di Massimo Nunzi con la band ”La Batteria”. Due formazioni fuori dagli schemi,  che si incontrano mischiando i loro repertori e rileggendoli insieme. Una doppia orchestra con due batterie, due bassi, due chitarre e  fiati. Nunzi e i Lone Arrangers riscrivono “La Batteria” e “La Batteria” rilegge l’Orchestra Operaia. Suoni vintage e cinematici, modulati in chiave jazz.Domenica 5 luglio,Fabio Zeppetella Quartet,con con Fabio Zeppetella chitarra, Roberto Tarenzi pianoforte, Dario Deidda basso elettrico e Fabrizio Sferra batteria, presenterà Handmade è il suo nuovo progetto discografico. Handmade è un’emozione che ci porta direttamente nell’anima dell’autore con  brani composti “a mano” da Zeppetella il cui nuovo progetto lo ritrova leader di un quartetto di jazzisti di livello internazionale. Mercoledi 7 luglio, Enzo Pietropaoli Yatra Quartet con Enzo Pietropaoli, contrabbasso,Fulvio Sigurtà,tromba,Julian Mazzariello,pianoforte e Alessandro Paternesi, batteria,presenterà “Yatra vol. 3”, il nuovo lavoro discografico che, in attesa sviluppare nuove idee per il futuro, chiude una “trilogia” iniziata con “Yatra” nel 2011 e seguito da “Yatra vol. 2” nel 2013. Il gruppo è nato nel 2011 in occasione di alcuni concerti in India che hanno suggellato la coesione musicale e umana tra i componenti del gruppo, da qui il nome Yatra che in urdu hindustani significa appunto “viaggio”.Ci si evolve, si cambia, ma si conserva, Pietropaoli crede in una certa classicità, nella speranza che la sua musica possa rimanere attuale anche tra tanti anni, e con Yatra vol. 3 ha voluto ribadire quella filosofia musicale che tanti consensi ha ottenuto nei due lavori precedenti.Mercoledì 8 luglio,un evento speciale,la Città di Rio de Janeiro presenta:“Bossa Negra” – Hamilton De Holanda & Diogo Nogueira” con Hamilton de Holanda,mandolino a 10 corde,Diogo Nogueira,voce,André Vasconcellos,contrabbasso e Thiago da Serrinha,percussioni.Bossa Negra è un concerto che promuove l’incontro di due dei maggiori esponenti della nuova generazione della musica brasiliana: il cantante Diogo Nogueira e il mandolista Hamilton de Holanda,è la fusione di generi che entrambi i musicisti hanno sempre seguito: samba, choro e jazz.L’idea di Bossa Negra nasce dal primo incontro in un duo  nel 2009 a Miami (USA), il nome di Bossa Negra è nato quel giorno, l’amicizia tra gli artisti si è solidificata e ha permesso loro di portare avanti il progetto con continuità. La loro musica  rievoca il sole, i colori e i profumi delle spiagge di Copacabana. Hamilton de Holanda è stato ribattezzato da qualcuno il Jimi Hendrix del bandolim.

Giovedi 9 luglio il concerto di Mike Stern & Didier Lockwood Band. Mike Stern è tra i chitarristi contemporanei più influenti per tecnica e creatività, con riconoscimenti prestigiosi, tra cui i Grammy Award. Stretto collaboratore di Miles Davis, ha sempre corso sul crinale tra jazz e blues, condividendo questo percorso oggi con Didier Lockwood ,considerato a ragione uno dei fenomeni del violino a livello mondiale. Venerdi 10 luglio,il concerto di Paolo Damiani New Band featuring Rosario Giuliani con Paolo Damiani,violoncello,Rosario Giuliani,sax alto, Francesco Fratini tromba, Luigi Masciari, chitarra e Alessandro Paternesi,batteria. Questo nuovo progetto del compositore e violoncellista romano, Direttore del Dipartimento Jazz del Conservatorio di Santa Cecilia, vede ospite lo straordinario sax di Rosario Giuliani. Nei brani, pur fortemente strutturati, le linee del contrappunto tendono a generare spazi sonori  aperti e flessibili in cui il respiro e il gesto improvviso danzano liberamente e con gioia. La cantabilità delle composizioni non rinuncia mai alla ricerca, intesa soprattutto come ascolto curioso, invenzione, stupore, ironica erranza, piacere, godimento. Sabato 11 luglio, chiuderà Casa del Jazz Summer Festival, il chitarrista americano Marc Ribot, musicista eclettico, icona della musica d’avanguardia contemporanea, alla testa del suo Ceramic Dog,completato dal bassista Shahzad Ismaily e dal batterista Ches Smith, un trio che sfugge ad una catalogazione di genere, ma rivela molteplici influenze, spaziando dal jazz al punk, dalla musica cubana al blues, dal funk all’improvvisazione più radicale, dal rock al klezmer, con autoironia e grande dose di divertimento.

 ———-

PROGRAMMA

sabato 27 giugno ore 21

GIOVANNA MARINI in concerto

con il Coro e la banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio

In collaborazione con Associazione Cultura è Libertà

Ingresso libero

——-

venerdì 3 luglio ore 21

ENRICO INTRA “OTTANTA!”

Il Jazz romano incontra e festeggia Enrico Intra

Con Giuseppe Bassi, Bruno Biriaco, Paolo Damiani, Roberto Gatto,Maurizio Giammarco, Rosario Giuliani, Stefano Mastruzzi, Gegè Munari, Lino Patruno, Marcello Rosa, Giorgio Rosciglione, Roberto Tarenzi, Giovanni Tommaso,Bruno Biriaco,Daniela Spalletta, Israel Varela e molti altri…

In collaborazione con AlfaMusic

Ingresso libero

 ——-

sabato 4 luglio ore 21

L’ORCHESTRA OPERAIA di MASSIMO NUNZI meets LA BATTERIA

ORCHESTRA OPERAIA

Massimo Nunzi direzione e arrangiamenti

Marta Colombo voce

Mario Caporilli, Fabio Gelli trombe

Stan Adams, Pierluigi Bastioli tromboni

Claudio Giusti, Alex Tomei, Carlo Conti, Duilio Ingrosso sassofoni

Alessandro Gwiss tastiere

Manlio Maresca chitarra

Lorenzo Feliciati basso elettrico

Pier Paolo Ferroni batteria

Claudio Toldonato, Marco Vismara, Alberto Buffolano, Damiano La Rocca The Lone Arrangers

LA BATTERIA

Emanuele Bultrini chitarra

Stefano Vicarelli tastiere

Paolo Pecorelli basso elettrico

David Nerattini batteria

Ingresso euro 10

 ——-

domenica 5 luglio ore 21

FABIO ZEPPETELLA QUARTET “HANDMADE”

Fabio Zeppetella chitarra

Roberto Tarenzi pianoforte

Dario Deidda basso elettrico

Fabrizio Sferra batteria

Ingresso euro 15

——-  

martedì 7 luglio ore 21

ENZO PIETROPAOLI QUARTET “YATRA 3”

Enzo Pietropaoli contrabbasso

Fulvio Sigurtà tromba

Julian Mazzariello pianoforte

Alessandro Paternesi batteria

Ingresso euro 15

 ——-

mercoledì 8 luglio ore 21

La Città di Rio de Janeiro presenta

BOSSA NEGRA” – HAMILTON DE HOLANDA & DIOGO NOGUEIRA

Hamilton de Holanda mandolino a 10 corde

Diogo Nogueira voce

André Vasconcellos contrabbasso

Thiago da Serrinha percussioni

Ingresso euro 20

 ——-

giovedì 9 luglio ore 21

MIKE STERN / DIDIER LOCKWOOD BAND

featuring STEVE SMITH & TOM KENNEDY

Mike Stern chitarra

Didier Lockwood violino

Tom Kennedy basso elettrico

Steve Smith batteria

Ingresso euro 25

——-  

venerdì 10 luglio ore 21

PAOLO DAMIANI NEW BAND

featuring ROSARIO GIULIANI

Paolo Damiani violoncello

Rosario Giuliani sax alto

Francesco Fratini tromba

Luigi Masciari chitarra

Alessandro Paternesi batteria

Ingresso euro 15

——-  

sabato 11 luglio ore 21

MARC RIBOT CERAMIC DOG

Marc Ribot chitarra

Shahzad Ismaily chitarra, basso, elettronica

Ches Smith batteria e percussioni

Ingresso euro 20

———-

Casa del Jazz

Viale di Porta Ardeatina, 55 – Roma

Info: 06/704731

                                                                                                                        

 

LEAVE A REPLY