Corso Polonia 13 – Festival della Cultura Polacca

0
210
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Łukasz Giza
Foto di Łukasz Giza

Si svolgerà dall’8 al 22 giugno 2015 CORSO POLONIA 13. Festival della Cultura Polacca a Roma. Un evento unico – di grande impatto e rilevanza culturale – che prevede numerosi appuntamenti con i più rilevanti interpreti della scena artistica polacca eccezionalmente riuniti a Roma. Varie location ospiteranno concerti, spettacoli e proiezioni, che rendono ricco ed questo importante manifestazione.

Wroclaw pieno di cultura (Wroclaw pelen kultury), recita il claim della città polacca che sarà Capitale Europea della Cultura nel 2016, titolo condiviso con la spagnola Donostia-San Sebastián. E Roma sarà piena di Wrocław con un Corso Polonia interamente dedicato ai suoi illustri artisti ed autori di oggi e del passato. Saranno in scena: Agata Zubel e Joonas Ahonen nel concerto Dream Lake con le musiche di Witold Lutoslawski, Luciano Berio e Andrzej Czajkowski; la poesia di Tadeusz Rozewicz e il teatro di Jerzy Grotowski; gli spettacoli e i canti liturgici del Teatro ZAR; la musica elettronica del duo Skalpel e, per la Festa della Musica, il jazz di Adam Baldych e Pawel Kaczmarczyk.

Con un focus sul teatro all’interno del Festival si festeggeranno i 250 anni del Teatro Pubblico in Polonia – una storia e un percorso culturale di inestimabile valore ed importanza per la Polonia, iniziati nel 1765 con il primo spettacolo pubblico di una compagnia teatrale nata per iniziativa del Re Stanislaw August Poniatowski e divenuta Teatro Nazionale attivo fino ai giorni nostri.

Gli eventi del Festival si svolgeranno nella sede dell’Istituto Polacco, oltre che allo Spazio Europa gestito dall’Ufficio d’informazione in Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, alla Casa delle Letterature, al Monk, al Teatro India, alla Basilica di Santa Maria in Cosmedin e alla Casa del Jazz. Il Corso Polonia sarà presente anche agli appuntamenti di Roma con la cultura internazionale: al festival Letterature 2015 e al Mese della Cultura Internazionale

Primo appuntamento lunedì 8 giugno (ore 11.00) presso lo Spazio Europa, gestito dall’Ufficio d’informazione in Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, con la presentazione di Wroclaw – Capitale Europea della Cultura 2016.

La sera dell’9 giugno (20,30) si svolgerà l’ INAUGURAZIONE DEL FESTIVAL CORSO POLONIA con il Concerto Dream Lake presso l’Istituto Polacco di Roma: Agata Zubel, eccezionale vocalista, carismatica interprete di musica contemporanea e compositrice insieme a Joonas Ahonen, pianista finlandese, membro dell’ensemble Klangforum Wien esegue, fra l’altro, le musiche di Andrzej Czajkowski – una novità assoluta a Roma.

Mercoledì 10 giugno alle ore 19.00 presso la Casa delle Letterature si terrà l’evento: Et in Arcadia ego – Tadeusz Rozewicz, in ricordo di Tadeusz Rozewicz, prosatore e drammaturgo, uno dei più grandi poeti polacchi con il prof. Luigi Marinelli (docente di letteratura polacca all’Università “La Sapienza”), prof. Robert Cieslak (docente di letteratura, critico letterario e teatrale, giornalista) e il regista Andrzej Sapija.

Sabato 13 giugno – dalle ore 23.00 presso il Monk Circolo ARCI, il leggendario duo Skalpel formato da Igor Pudlo e Marcin Cichy, sarà protagonista del LIVE Skalpel e vj Luminator.

Lunedì 15 giugno dalle ore 18.00 presso l’ Istituto Polacco di Roma, in occasione dei 250 ANNI DEL TEATRO PUBBLICO IN POLONIA si svolgerà la serata Omaggio a Jerzy Grotowski, con la presentazione del 2° volume degli scritti di Jerzy Grotowski Testi 1965-1969. Il teatro povero con la partecipazione di esperti italiani e polacchi. Alle ore 20.00, inaugurazione della mostra Polvere / Apocalypsis cum Figuris nelle fotografie di Maurizio Buscarino. Un viaggio nell’“aura” di Grotowski attraverso l’obiettivo di un grande fotografo di teatro, Maurizio Buscarino, mentre alle ore 21.00 toccherà alla proiezione della registrazione dello spettacolo del Teatro Laboratorio Akropolis, di Jerzy Grotowski.

Martedì 16 e mercoledì 17 giugno alle ore 21.00, da non perdere al Teatro India, la compagnia TEATRO ZAR protagonista dello spettacolo Taglio cesareo; lo spettacolo del Teatr ZAR di Wroclaw, diretto da Jaroslaw Fret, pone la domanda sullo stato di necessità del suicidio, sulla forza del destino e della salvezza.

Sempre il TEATRO ZAR sarà protagonista giovedì 18 giugno (ore 21.00 Basilica di Santa Maria in Cosmedin) del Concerto Colonne. Durante il concerto di canti liturgici armeni i membri del Teatr ZAR insieme ad Aram, Virginia e Vahan Kerovpyan, fondatori del Centro Studi di Canto Liturgico Armeno e del gruppo AKN di Parigi e con la partecipazione di Murat Içlinalç, presenteranno i risultati del loro lavoro sperimentale, frutto di una “immersione” nel mondo della musica modale.

Si torna al Teatro India da sabato 20 a lunedì 22 giugno (ore 21.00), con gli straordinari interpreti del TEATRO ZAR protagonisti di Armine, Sister, spettacolo dedicato alla storia e alla cultura del popolo armeno e al dramma del suo genocidio.

Gran finale domenica 21 giugno (ore 21.00) presso la Casa del Jazz – con la Festa Europea della Musica. Il Corso Polonia 2015 e la Capitale europea della cultura Wrocław 2016 celebrano la Festa della Musica con un concerto jazz organizzato in collaborazione con il Jazztopad Festival di Wroclaw.

Il Festival è organizzato dall’Istituto Polacco e dalla Capitale Europea della Cultura Wroclaw 2016.

———-

PROGRAMMA DETTAGLIATO

CONFERENZA STAMPA / Wrocław – Capitale Europea della Cultura 2016

lunedì 8 giugno – ore 11.00

Spazio Europa, gestito dall’Ufficio d’informazione in Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, via Quattro Novembre 149 – ingresso libero

La città polacca Wrocław, a cui è interamente dedicato il festival Corso Polonia 2015, sarà la Capitale europea della cultura nel 2016, titolo condiviso con la spagnola Donostia-San Sebastián. Durante la conferenza verranno presentati i principali punti del programma di Wrocław 2016 che intendono valorizzare la sua ricchezza e permettere una migliore conoscenza reciproca fra i cittadini dell’Unione europea.

*****

INAUGURAZIONE DEL FESTIVAL / Concerto Dream Lake

martedì 9 giugno 2015 – ore 20.30

Istituto Polacco di Roma, via Vittoria Colonna 1 – ingresso libero

Due musicisti di spicco: Agata Zubel, vocalista e compositrice apprezzata dalla critica e dal pubblico internazionale, insieme a Joonas Ahonen, pianista finlandese, membro dell’ensemble Klangforum Wien, propongono le musiche di Witold Lutosławski, Luciano Berio e Andrzej Czajkowski. Quest’ultimo, straordinario compositore e pianista polacco di origini ebraiche, personaggio fuori dal comune, verrà presentato da Aleksander Laskowski, musicologo, critico musicale, conduttore radiofonico (Polskie Radio 2) e scrittore.

*****

LETTERATURA / Et in Arcadia ego. Tadeusz Różewicz

mercoledì 10 giugno – ore 19.00

Casa delle Letterature, Piazza dell’Orologio 3 – ingresso libero

Tadeusz Różewicz, prosatore e drammaturgo, uno dei più grandi poeti polacchi, legato per la maggior parte della vita alla città di Wrocław, dedicò a Roma una delle sue opere più belle – Una morte fra vecchie decorazioni (a cura di Silvano De Fanti, Forum, 2011). A un anno dalla sua scomparsa, prof. Luigi Marinelli (docente di letteratura polacca all’Università “La Sapienza”), prof. Robert Cieślak (docente di letteratura, critico letterario e teatrale, giornalista) e il regista Andrzej Sapija lo ricorderanno, nel luogo che lo accolse durante la sua ultima visita a Roma. A conclusione dell’incontro proiezione del documentario Poeta Emeritus di Andrzej Sapija (PL, 2010, 55’, v.o.sott.it).

Nell’ambito del Festival Internazionale di Roma Letterature 2015.

*****

MUSICA / LIVE Skalpel e vj Luminator

sabato 13 giugno – dalle ore 23.00

Monk Circolo ARCI, via Giuseppe Mirri 35

Ingresso dalle 22.00, con la tessera ARCI;

pre-registrazione online: http://www.monkroma.club/tesseramento/

Il leggendario duo Skalpel formato da Igor Pudło e Marcin Cichy, compositori e produttori, dopo aver pubblicato due album con l’etichetta Ninja Tune, propone le musiche più recenti dall’album Transit (2014): fresche sonorità della nuova elettronica con ambient, swing, latino, trip hop, broken beat e soprattutto con una buona dose di vibrazioni elettrizzanti. Le ispirazioni di questo nuovo cd vanno cercate lontano dalla Polonia, in Europa e nelle due Americhe. Allo show partecipa il vj Luminator.

*****

250 ANNI DEL TEATRO PUBBLICO IN POLONIA / Omaggio a Jerzy Grotowski

lunedì 15 giugno – dalle ore 18.00

Istituto Polacco di Roma, via Vittoria Colonna 1 – ingresso libero

ore 18.00 – presentazione del II. volume degli scritti di Jerzy Grotowski Testi 1965-1969. Il teatro povero (Edizioni La Casa Usher 2014/2015) con la partecipazione di esperti italiani e polacchi: Mario Biagini, prof. Dariusz Kosiński, Renata M. Molinari e Carla Pollastrelli.

Brindisi ai 250 anni del Teatro Pubblico in Polonia.

ore 20.00 – Inaugurazione della mostra Polvere / Apocalypsis cum Figuris nelle fotografie di Maurizio Buscarino. Un viaggio nell’“aura” di Grotowski attraverso l’obiettivo di un grande fotografo di teatro, Maurizio Buscarino, che ha recuperato dal suo archivio gli scatti realizzati per le ultime recite di Apocalypsis cum figuris nel 1979.

ore 21.00 – Proiezione della registrazione dello spettacolo del Teatro Laboratorio Akropolis, regia e adattamento di Jerzy Grotowski, regia cinematografica di James McTaggart, produzione Lewis Freedman (USA, 1968, b/n, 82’).

*****

TEATRO ZAR / Taglio cesareo

martedì 16 e mercoledì 17 giugno – ore 21.00

Teatro India, lungotevere Vittorio Gassman 1 (già lungotevere dei Papareschi)

ingresso disabili via Luigi Pierantoni 6

biglietti: intero 18 euro | ridotto 1 (under 35 e over 65) – 16 euro |ridotto 2 (cral e convenzionati) – 14 euro |10 euro – dietro presentazione del programma del Festival Corso Polonia

Taglio cesareo. Prove sul suicidio | Cesarskie Cięcie. Próby o Samobójstwie (45’) – Partendo dalle riflessioni filosofiche di Albert Camus e dal lavoro della scrittrice e attrice Aglaja Veteranyi, lo spettacolo del Teatr ZAR di Wrocław, diretto da Jarosław Fret, pone la domanda sullo stato di necessità del suicidio, sulla forza del destino e della salvezza. Con: Kamila Klamut, Ditte Berkeley, Maciej Matejka, Nini Julia Bang, Alessandro Curti, Jarosław Fret, Aleksandra Kotecka, Ewa Pasikowska, Orest Sharak e Tomasz Wierzbowski.

*****

TEATRO ZAR / Concerto Colonne

giovedì 18 giugno – ore 21.00

Chiesa di Santa Maria in Cosmedin, Piazza della Bocca della Verità, 18 – ingresso libero

Colonne | Kolumny – Durante il concerto di canti liturgici armeni i membri del Teatr ZAR insieme ad Aram, Virginia e Vahan Kerovpyan, fondatori del Centro Studi di Canto Liturgico Armeno e del gruppo AKN di Parigi e con la partecipazione di Murat Içlinalç, presentano i risultati del loro lavoro sperimentale, frutto di una “immersione” nel mondo della musica modale.

*****

TEATRO ZAR / Armine, Sister

da sabato 20 a lunedì 22 giugno – ore 21.00

Teatro India, lungotevere Vittorio Gassman 1 (già lungotevere dei Papareschi)

ingresso disabili via Luigi Pierantoni 6

biglietti: intero 18 euro | ridotto 1 (under 35 e over 65) – 16 euro |ridotto 2 (cral e convenzionati) – 14 euro |10 euro – dietro presentazione del programma del Festival Corso Polonia

Armine, Sister (90’) – Spettacolo del Teatr ZAR di Wrocław, diretto da Jarosław Fret, è dedicato alla storia e alla cultura del popolo armeno e al dramma del suo genocidio. Grazie ai cinque anni di collaborazione con Aram Kerovpyan, armeno nato ad Istanbul e conduttore del coro nella Cattedrale armena di Parigi, il Teatro ZAR presenta il canto modale in una nuova forma di dramma musicale. Con: Davit Baroyan, Ditte Berkeley, Przemysław Błaszczak, Alessandro Curti, Jarosław Fret, Murat Içlinalça, Dengbej Kazo, Aram Kerovpyan, Vahan Kerovpyan, Kamila Klamut, Aleksandra Kotecka, Simona Sala, Orest Sharak, Mahsa Vahdat, Marjan Vahdat e Tomasz Wierzbowski.

*****

CHIUSURA DEL FESTIVAL / JAZZ / Adam Bałdych & Paweł Kaczmarczyk

domenica 21 giugno – ore 21.00

Casa del Jazz, viale di Porta Ardeatina 55

info: www.casajazz.it

In chiusura del Corso Polonia 2015, nella splendida cornice del parco della Casa del Jazz suoneranno Adam Bałdych – violino e Paweł Kaczmarczyk – pianoforte. Partendo dalle loro possibilità artistiche illimitate, i due musicisti di spicco della giovane scena jazz polacca (Bałdych è vincitore, fra l’altro, di ECHO Jazz 2013, Kaczmarczyk incide per l’etichetta ACT Music) sviluppano le loro improvvisazioni nella ricerca di nuove tecniche e consonanze. Ed è proprio la Festa della Musica!

————–

Il Festival è organizzato dall’Istituto Polacco di Roma

e dalla Capitale Europea della Cultura Wrocław 2016

in collaborazione con:

Associazione Teatro di Roma, Teatro India

Casa del Jazz

Casa delle Letterature

Chiesa di Santa Maria in Cosmedin

Ente Nazionale Polacco per il Turismo di Roma

Fondazione Teatro della Toscana – Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale

Grotowski Institute Wrocław

Impart 2016 Festival Centre

Jazztopad Festival di Wrocław

Monk Circolo ARCI

National Forum of Music Wrocław

Spazio Europa, gestito dall’Ufficio d’informazione in Italia del Parlamento europeo e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea

Theatre Institute Varsavia

partner strategico: KGHM

con il patrocino di: Roma Capitale – Assessorato alla Cultura e al Turismo

LEAVE A REPLY