Carmen, Les Hommes

0
261
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Carlo Picca
Foto di Carlo Picca

Regia e Coreografia Loredana Parrella

Consulenza Drammaturgica Roberta Nicolai

Musiche originali e dal vivo Pino Basile

Disegno Luci Gianni Melis

Costumi Andrea Grassi

Interpreti: Fernando Pasquini, Yoris Petrillo, Tomek Pomersbach, Giacomo Severini Bonazelli, Marco Bissoli, Pino Basile

Produzione AcT_Cie Twain physical dance theatre 2015

Coproduzione Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte Montepulciano

in collaborazione con Amat Marche e ATCL Lazio

Con il sostegno del MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, OFFicinaTwain_Regione Lazio, Città di Cerveteri – Ass.to alla Cultura

in Convenzione Città di Ladispoli – Ass.to alla Cultura

in residenza Sala Bausch – Centro Arte e Cultura – Ladispoli, Cantiere Internazionale d’Arte – Montepulciano.

————

Ultimo lavoro coreografico di Loredana Parrella, “Carmen, Les Hommes” rappresenta uno sguardo femminile che si traduce attraverso i corpi di sei interpreti maschili, in un’alternanza di ironia e ricerca poetica della loro dimensione interiore. Una fusione tra classico e contemporaneo, in cui melodie si confondono diventando atmosfera unica, che guida e scandisce il viaggio dei protagonisti. La persistenza di un sapore gitano, rappresenta la forza indomabile dalla quale non riescono a liberarsi e che si trasformerà in un banco di prova per ognuno di loro.

Nella scrittura coreografica la presenza- assenza di Carmen si delinea attraverso i corpi dei danzatori. L’orizzonte del femminile diviene armonia unica di cui il corpo maschile si fa interprete, in un tripudio coinvolgente di forza e vigore.

Con le musiche dal vivo di Pino Basile, la consulenza drammaturgica di Roberta Nicolai ed il disegno luci di Gianni Melis, “Carmen, Les Hommes” è la dimensione ideale per rappresentare l’orgoglio, l’energia vitale e la potenza. Una coproduzione Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte Montepulciano, realizzata in collaborazione con Amat Marche e ATCL Lazio.

In scena: Fernando Pasquini, Yoris Petrillo, Tomek Pomersbach, Giacomo Severini Bonazelli, Marco Bissoli, Pino Basile.

Uno spettacolo corale dove dinamica, ritmo, irriverenza, diventano strumento per dare corpo a questa riflessione.

La Prima Nazionale sarà il 26 Luglio 2015 nella splendida cornice della 40° Edizione del Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, Festival che dal 1976 promuove i linguaggi artistici come esperienze di animazione sociale, per stimolare conoscenze, professionalità e confronto a livello sia europeo che internazionale. Qui la nuova produzione sarà in Residenza ed allestimento dal 21 al 25 Luglio 2015.

Con “Carmen, Les Hommes” la danza torna al Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, dopo nove anni.

Lo spettacolo verrà poi presentato il 28 Luglio al RIC Festival di Rieti, il 29 Luglio al Rocca Costanza Scena Aperta di Pesaro (Pu) ed il 3 Agosto durante la manifestazione “Estate Caerite” di Cerveteri (Rm).

———

Presentazione

“Carmen, Les hommes”, lavoro coreografico di Loredana Parrella, ispirato al capolavoro omonimo di Prosper Merimée con la consulenza drammaturgica di Roberta Nicolai, il disegno luci di Gianni Melis, su musiche originali ed eseguite dal vivo da Pino Basile, con alcuni richiami ai brani dell’opera di Bizet.

Uno sguardo femminile attraverso corpi maschili mette in scena sei interpreti, in un’alternanza di ironia e ricerca poetica della loro dimensione interiore. Una fusione tra classico e contemporaneo, le cui melodie si confondono diventando atmosfera unica, che guida e scandisce il viaggio dei protagonisti. La persistenza di un sapore gitano, rappresenta la forza indomabile dalla quale non riescono a liberarsi e che si trasformerà in un banco di prova per ognuno di loro.

“Tutti gli uomini dovrebbero incontrare Carmen”

La fonte principale della pièce è la novella di Prosper Mérimée ed è da questa che l’azione scenica trae la sua necessità.

Nella novella i personaggi non sono stabili nell’equilibrio codificato nei meccanismi della seduzione. Sono piuttosto oggetto di indagine da parte dello stesso scrittore il quale, nelle vesti di archeologo, vaga in Andalusia alla ricerca dei resti di un’antica città romana.

Sono gli incontri, fatali e quasi magici, tra lo stesso narratore e José Navarra e tra gli uomini della storia e Carmen, a delineare una vicenda umana in cui due leggi sembrano costantemente fronteggiarsi non riuscendo a trovare una sintesi tranquillizzante: quella degli uomini e delle loro regole civili, sociali, culturali e quella selvaggia della natura di cui Carmen diviene espressione, simbolo, paesaggio.

Le due leggi sono inconciliabili. Ogni tentativo di ridurre la forza selvaggia e nomade dentro le regole di una cultura dominante e stabile è destinato al peggiore dei fallimenti.

È destinato alla morte.

Nella scrittura coreografica la presenza- assenza di Carmen si delinea attraverso I corpi dei danzatori. L’ orizzonte del femminile diviene armonia unica di cui il corpo maschile si fa interprete, in un tripudio coinvolgente di forza e vigore.

La potenza della presenza femminea nel pensiero produce movimento.

Carmen è la dimensione ideale per rappresentare l’orgoglio, l’energia vitale e la potenza. Uno spettacolo corale dove dinamica, ritmo, irriverenza, diventano strumento per dare corpo a questa riflessione.

———–

Loredana Parrella

Loredana Parrella coreografa e danzatrice, regista e attrice: Loredana Parrella unisce nel proprio lavoro l’arte della danza e una visione teatrale della scena e dell’azione, che approda a spettacoli di grande forza dal punto di vista sia spettacolare che coreutico. Dopo una lunga attività interpretativa che l’ha portata a calcare grandi palcoscenici (dal Teatro alla Scala di Milano all’Opera di Roma) diretta da grandi registi (da Ronconi a De Simone), dagli anni ’90 ha firmato drammaturgia e regia di produzioni di danza contemporanea (tra cui Aterballetto, Balletto Teatro di Torino). Negli anni coreografa e regista per i più importanti teatri italiani ed esteri come Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Comunale di Modena, Birmingham TouringOpera, OperaZuid_Maastricht, Maggio Musica Fiorentino, Teatro Carlo Felice di Genova.

Oggi Direttrice artistica di Cie Twain Physicaldancetheatre – Compagnia Produzione Danza sostenuta dal MiBACT e OfficinaTwain 14/16 – Centro Promozione Culturale del Territorio – Regione Lazio in residenza presso il Centro Arte e Cultura – Città di Ladispoli.

—————

Cie Twain physical dance theatre

Cie Twain physical dance theatre, compagnia di danza contemporanea e teatro fisico che ha prodotto oltre 15 produzioni, nasce nel 2006 dall’incontro tra la coreografa e regista italiana Loredana Parrella e il designer belga Roel Van Berckelaer.

Dal 2011 Cie Twain physical dance theatre è Compagnia di Produzione Danza sostenuta dal MiBACT-Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo.

Sostenuta in questi anni da amministrazioni ed enti pubblici quali Regione Lazio, Provincia di Roma, Zetema progetto cultura, Comune di Cerveteri, Comune di Ladispoli.

Fra le produzioni più rilevanti ricordiamo:”Transgression”,”Corpo a Corpo”, “Lei e Tancredi”, “Romanza_Trittico dell’Intimità”, “Era mio Padre_Elettra Trilogia di un’Attesa”, “Il Mago dei Fiori”, “Profumo”, “Don Quijote”.

Le produzioni sono firmate da Loredana Parrella, dal 2013 la compagnia sostiene il lavoro di giovani autori quali Fernando Pasquini, Valeria Loprieno, Pablo Tapia Leyton. Dal 2015 è coreografo Associato Loris Petrillo

Riceve numerosi Premi e Riconoscimenti quali: Vincitore Bando Teatri di Vetro 2007; Finalista Premio Equilibrio 2008; “Migliore Compagnia” 2010, nella sezione fuori Concorso del MarteAwards; Vincitore Bando Fuori Rotta 2010/2011, Finalista I Teatri del Sacro 2011, Primo Premio alla Miglior Coreografia al CortoinDanza 2011_Cagliari; Finalista E45 Napoli Fringe Festival 2012.

Invitata negli anni in Spagna, Inghilterra, Serbia, Germania, Cipro.

Presenta le proprie produzioni in tournéé sul tutto il territorio nazionale ed internazionale nei Festival, Circuiti, Teatri importanti quali: Teatro Nuovo Torino, Teatro dell’Arte Milano, Auditorium Parco della Musica Roma,Teatro Comunale L.Pavarotti Modena, Teatro Alighieri Ravenna, Teatro Comunale Città di Vicenza, Teatro Stabile Sloveno Trieste, Teatro Libero Palermo, Teatro dei Rinnovati Siena, Teatro Nuovo Napoli, Nuovo Teatro Abeliano Bari, Teatro Massimo Peascara,Teatro Vascello Roma, Gran Teatro Parco delle Arti L’Aquila, Teatro Cantiere Florida Firenze, Teatro Massimo Cagliari, Teatro Eden Treviso, Teatro Piscator Catania, Teatri di Vita Bologna, Auditorium Sociale Salerno, Teatro Palladium Roma, Amat Marche, ATCL Lazio, Fondazione Toscana Spettacolo, TPP Teatro Pubblico Pugliese, Circuito Danza Sardegna, TCRC Teatro Pubblico Campano, Arteven, Kilowatt Festival, Teatri di Vetro Festival, Differenti Sensazioni Festival, inEURoff Festival, CortoinDanza Cagliari, Festival of Choreographic Minatures_Teatro Nazionale Belgrado, Acker Stadt Palast Berlino, Sala Cuarta Pared Madrid, International Physical Theatre Festival_Unity Theatre Liverpool.

Nel 2015 con lo spettacolo Lei e Tancredi è unica compagnia italiana invitata al XVIII European Contemporary Dance Festival of Cyprus al Pallas Theatre di Nicosia.

Nel Biennio 2014/2016 è Officina Culturale della Regione Lazio con il progetto OFFicinaTwaIN_Centro Promozione Culturale del Territorio ed in Residenza al Centro Arte e Cultura Città di Ladispoli.

————

Tour Estivo

Debutto – 26 Luglio 2015 – 40° Festival Cantiere Internazionale d’Arte – Piazza Grande – Montepulciano (Si)

28 Luglio 2015 – Ric Festival – Teatro Vespasiano – Rieti – ATCL Lazio

29 Luglio 2015 –Rocca Costanza Scena Aperta – Rocca Costanza – Pesaro – Amat Marche

3 Agosto –Estate Caerite – Piazza Santa Maria – Cerveteri – ATCL Lazio

LEAVE A REPLY